Atalanta-Sampdoria 1-0, bergamaschi al sesto posto

0

L’Atalanta di Gasperini, reduce dalla sconfitta maturata all’Olimpico di Roma domenica scorsa, vuole rilanciarsi nella lotta valida per un posto in Europa League. L’occasione è propizia: la Sampdoria del presidente Ferrero infatti, nelle ultime 5 partite, è riuscita a racimolare soltanto due punti. Con una vittoria i bergamaschi potrebbero tornare a sognare: scavalcherebbero il Milan, e si ritroverebbero a -2 punti dal 4° posto attualmente occupato dalla Lazio.

I blucerchiati, fermi a metà classifica, vogliono riprendere coraggio dopo la sonora eliminazione dalla Coppa Italia di giovedì scorso e tornare a vincere in trasferta (non accade dalla prima giornata, Empoli-Sampdoria 0-1).

Il primo tiro in porta è per la squadra di Giampaolo. Al 2′ Praet conclude dalla distanza, Berisha blocca con sicurezza. 8′, incursione in area blucerchiata da parte di Conti, la difesa chiude bene. 11′, punizione per la Sampdoria: calcia Pavlovic ma Berisha anticipa tutti. Al 17′ Petagna conclude a rete, il tiro è troppo centrale e non impegna Puggioni.

30′, occasione per Schick che calcia alto. L’Atalanta comincia a macinare gioco: 32′, Gomez si guadagna un angolo; un minuto più tardi prova un tiro dalla distanza che non impensierisce il portiere blucerchiato. 35′, altro calcio d’angolo per i bergamaschi: la difesa avversaria copre bene senza problemi.

Viene segnalato un minuto di recupero. 46′, Schick tenta un cross che viene intercettato: calcio d’angolo per la Sampdoria. E’ l’ultima occasione, e si conclude con un nulla di fatto.

0-0, per un primo tempo equilibrato e senza grandi occasioni.

Gritti, allenatore in seconda di Gasperini (squalificato dopo l’espulsione con la Lazio della scorsa domenica), esegue la prima sostituzione: Grassi prenderà il posto di Melengoni. Primo cambio anche per Giampaolo: Djuricic al posto di Praet.

54′: fiammata dell’Atalanta con Gomez, che conclude al volo: Puggioni risponde al meglio. Un minuto più tardi Petagna viene atterrato in area da Torreira: sarà calcio di rigore.

Va Gomez sul dischetto, Puggioni è battuto: E’ il 55′, bergamaschi in vantaggio.

Cambio tattico per Giampaolo che sostituisce Linetty, al suo posto Muriel. Anche Gritti cambia: in difesa Zukanovic per Conti.

Occasionissima Atalanta per il raddoppio al 64′, Freuler spreca tirando sopra la traversa.

Muriel, appena entrato, si dà da fare e conclude due volte in porta: tiri troppo centrali però, che non impegnano Berisha. Al 72′ occasione per la Sampdoria vicinissima al pareggio con Schick, Masiello chiude all’ultimo in maniera egregia. Il seguente calcio d’angolo viene respinto dalla difesa atalantina senza problemi.

32′, Spinazzola si insinua in area di rigore e viene chiuso in corner: sullo sviluppo del calcio d’angolo Petagna colpisce di testa, il pallone termina a lato.

34′, altra ottima iniziativa di Gomez che guadagna calcio d’angolo: è lo stesso attaccante argentino a batterlo; Caldara devia in rete un tiro al volo ma in netta posizione di fuorigioco, si resta sull’1-0.

Altro cambio per i blucerchiati: all’83’ Budimir subentra a Bruno Fernandes. Occasione ancora per Gomez, attentissimo Puggioni sulla conclusione. E’ proprio Gomez, dopo quest’ultima palla-gol, ad uscire dal campo: al suo posto il centrale difensivo Toloi.

Ultimi momenti del match, saranno 4 i minuti di recupero.

La Sampdoria non ci sta a perdere e si riversa in avanti. Muriel dalla bandierina per l’ultima occasione della Sampdoria: rovesciata di Quagliarella che termina abbondantemente sul fondo.

Non c’è più tempo: l’Atalanta vince 1-0 con il rigore di Gomez conquistato da Petagna e raggiunge il 6° posto in classifica a -1 dall’Inter e a -2 dalla Lazio.

Share.

About Author

Lascia un commento