Si ferma sul pareggio per 1-1 l’anticipo tra Crotone e Atalanta sotto il temporale.

0

Si gioca tra Crotone e Atalanta il terzo anticipo di Serie A, partita molto importante per entrambe le squadre seppur con obiettivi differenti. Match che aveva rischiato di essere rinviato a causa delle forti pioggie che hanno colpito la Calabria nelle ultime ore. Dopo la diramazione del bollettino meteo della Protezione Civile con allerta “arancione” per le prossime 24 ore, il Prefetto e l’arbitro Massa hanno deciso di far giocare la partita, visto anche il diminuirsi del rovescio temporalesco.

Gasperini punta per questa trasferta sul 3-4-1-2, cercando di mettere in difficoltà il Crotone con Ilicic alle spalle della fisica coppia d’attacco formata da Petagna e Kornelius, che vince il ballottaggio con Freuler. A centrocampo ancora Cristante e De Roon, fondamentali per i meccanismi di Gasperini. Nonostante l’assenza di Gomez l’Atalanta vuole proseguire il suo trend positivo con il Crotone, contro il quale ha ottenuto tre vittorie nei tre confronti complessivi in Serie A, mettendo a segno tre gol in media a partita.

Gli uomini di Gasperini sono reduci da due vittorie consecutive in campionato senza subire gol e rimangono in corsa per un posto in Europa. Statistica interessante quella che vede i bergamaschi primi in Serie A per partite recuperate dopo essere andati in svantaggio.

Zenga conferma invece il 4-3-3 schierando in avanti Trotta, Budimir e Nalini e dando spazio al centrocampo formato dal trio Benali, Mandragora e Barberis. Fuori per squalifica  Sampirisi. Il Crotone viene da un ottimo periodo, con tre risultati utili consecutivi ( 1 V, 2 N ) e registra infatti 6 punti in più rispetto allo scorso anno, quando dopo 23 giornate aveva ottenuto 13 punti. Molto il lavoro di Zenga per sistemare la difesa, vulnerabile soprattutto su azioni da palla inattiva, da dove in questo campionato sono arrivate 16 reti.

Arbitra Davide Massa, che ha diretto 100 partite in Serie A, 11 nel campionato in corso.

Queste le formazioni ufficiali.

Crotone (4-3-3): Cordaz; Faraoni, Ceccherini, Capuano, Martella; Barberis, Mandragora, Benali; Trotta, Budimir, Nalini.

Atalanta (3-5-1-1): Berisha; Toloi, Palomino, Masiello; Hateboer, De Roon, Spinazzola; Cristante; Ilicic, Petagna, Cornelius.

La gara si gioca su un campo reso pesante dalla pioggia, che già dai primi minuti sembra impedire un gioco scorrevole e fluido. Passato il primo quarto d’ora sono poche le emozioni, salvo un uscita di Cordaz su un cross di Toloi diretto a Petagna. Ancora l’attaccante nerazzurro prova una conclusione dal limite dell’area dopo una sponda di Kornelius, ma il tiro finisce fuori. Risponde la compagine guidata da Walter Zenga, con un destro preciso e potente di Nalini, ma Berisha devia in calcio d’angolo con un ottima parata che salva il risultato. Sempre pericoloso il Crotone con un tiro di Martella che rimbalza sul terreno viscido di fronte a Berisha che respinge con difficoltà.

Due occasione poi per l’Atalanta  alla mezz’ora di gioco, prima con Ilicic e poi con De Roon, ma entrambe le conclusioni si perdono sul fondo dopo essere state deviate. Primo giallo del match arriva al ’35 per Palomino, dopo una spinta ai danni di Budimir. Ultima giocata prima dell’intervallo un intervento in scivolata di Palomino che salva su una verticalizzazione di Benali per Budimir.

Il primo tempo finisce sul punteggio di 0-0.

La pioggia si abbatte su Crotone ( foto da Calciodangolo.com )

Gara ancora fortemente condizionata dalle condizioni del tempo e di conseguenza del campo di gioco. Al ’49 tiro cross di Nalini troppo lungo però per Budimir. Duro scontro di gioco al ’51 che vede Faraoni a terra dopo un colpo allo stomaco ricevuto involontariamente da Petagna. Lo stesso attaccante viene sostituito da Gasperini al ’55. Atalanta ora costantemente in avanti con un Crotone che si difende bene e concede poche conclusioni. Nonostante la presenza fissa dei bergamaschi nella metà campo avversaria, la gara è statica e poco entusiasmante, colpa anche e soprattutto del prato verde dissestato dal temporale.

Al ’65 arriva dalla sinistra un cross di Freuler sul secondo palo, ma Kornelius non controlla e la difesa del Crotone recupera. Risultato ancora inchiodato sul pareggio, con i padroni di casa pienamente in partita e un’Atalanta che trova pochissimi spazi. Primo cambio per il Crotone al ’70, fuori Barberis dentro Ajeti. Occasione al ’75 per l’Atalanta sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma Cristante non riesce a indirizzare verso la porta. al ’78 secondo cambio per il Crotone con l’entrata di Ricci.

All’80 svolta del match. Mandragora sigla il gol del vantaggio dopo una respinta corta di Berisha su colpo di testa di Ajeti. Crotone che trova il gol in una partita difficilissima e avviata verso il pareggio. Ma gli sforzi dell’Atalanta dopo lo svantaggio sono ripagati, e all’88 i bergamaschi trovano il gol del pareggio. Palomino trova la rete da pochi passi dopo un pallone messo in mezzo da Freuler. Gli ultimi minuti di gioco sono molto intensi ma la gara si conclude per 1-1 dopo quattro minuti di recupero.

Risultato finale di 1-1, con l’Atalanta che rimedia al vantaggio iniziale del Crotone.

 

GABRIELE SABATINI

 

 

 

Share.

Lascia un commento