Lauryn Hill in tour. Parma, unica tappa italiana

0

Per i vent’anni dall’uscita del suo primo album da solista The Miseducation of Lauryn Hill, la regina della black music riprende il suo tour di concerti e fa una tappa in Italia.

Era il 1998 e Ms. Lauryn Hill, allora conosciuta come L. Boogie, debuttava da solista con The Miseducation of Lauryn Hill. Con oltre 19 milioni di copie vendute e ben 5 Grammy Awards il disco fa il giro del mondo e consegna al pubblico una nuova regina dell’hip hop. Dopo l’esilio volontario dai riflettori, Lauryn Hill torna sul palco a distanza di vent’anni per festeggiare il successo del suo primo album da solista. Il tour annunciato ad aprile, anticipa una lunga serie di tappe negli Stati Uniti e in giro per il mondo, quasi tutte sold-out. Il 22 giugno è la volta dell’Italia. Ms. Lauryn Hill si esibirà nell’arena di Cittadella di Parma per un’unica ed imperdibile esclusiva italiana.

(foto dal web)

Un tripudio di hip hop, rap, soul e reggae. Il concerto, organizzato da InsideOut e Shining Production, sarà un’occasione per rivangare Doo-Wop, Everything is everything e tutti i successi contenuti in The Miseducation of Lauryn Hill. Una festa in pieno stile black al cospetto della queen in persona. Cantautrice e strumentista versatile, Lauryn Hill dà un volto femminile a uno stile musicale che prima di lei era perlopiù appannaggio maschile. Con le sue rivendicazioni e i suoi inni all’amore, da I used to love him fino al riadattamento del successo di Roberta Flack Killing me softly, Lauryn Hill omaggia la vita attraverso i ritmi afroamericani. In un modo che solo Aretha Franklin e Nina Simone hanno saputo fare prima di lei.

The Fugees (foto dal web)

Dopo l’esordio con i The Fugees e il successo dell’album The Score, Lauryn Hill abbandona il trio hip hop per dedicarsi alla carriera da solista. The Miseducation of Lauryn Hill consegna alla critica una nuova stella black. Riconosciuti come album dell’anno e miglior artista emergente, Lauryn Hill e la sua miseducation ricevono ben cinque premi all’edizione 1999 dei Grammy Awards. Record eguagliato negli anni successivi soltanto da artiste del calibro di Alicia Keys, Norah Jones, Beyoncè e Amy Winehouse. Il primato di Ms. Lauryn Hill è stato battuto dall’implacabile Queen B nel 2010 e poi da Adele. Ma chissà cosa sarebbe successo se Lauryn Hill avesse continuato a produrre ed esibirsi.

(foto dal web)

Con il successo discografico del suo primo album da solista, Lauryn Hill decide infatti di abbandonare il palcoscenico. Giudicata troppo stressante, la carriera sotto i riflettori viene bruscamente interrotta. Lauryn Hill sceglie di dedicarsi alla sua vita privata: al marito e figlio d’arte Rohan Marley, e ai loro cinque figli. A distanza di vent’anni, The Miseducation of Lauryn Hill continua ad ispirare musicisti di fama mondiale come Kanye West, Drake e Lil B. L’appuntamento italiano per festeggiare il ventesimo anniversario da questo debutto è il 22 giugno a Cittadella di Parma. La cifra del biglietto va dai 46 ai 63 euro. I posti all’arena sono ancora disponibili ma bisogna affrettarsi. Per quest’unica data italiana c’è da stupirsi se non si fa il tutto esaurito.

Share.

About Author

Lascia un commento