#tuesdaynight: Il punto sulla trentottesima giornata di Premier League

0

Come si sono comportate le squadre in quest’ultima giornata?

La Premier League aveva già dato quasi tutti i verdetti in settimana con il Southampton che si è salvato grazie al gol di Gabbiadini nello scontro diretto con lo Swansea (che ha anche decretato la retrocessione del West Bromwich oltre a quella dei gallesi) e rimanevano quindi da assegnare soltanto il terzo e il quarto posto, validi per l’accesso in Champions League per la prossima stagione.

Il primo gol di Lamela. L’argentino non segnava in Premier da quasi due anni

La lotta vedeva in ballo Tottenham, Liverpool e Chelsea ed ha visto gli Spurs trionfare per 5 a 4 sul Leicester in una partita senza esclusione di colpi in cui hanno spiccato da una parte Lamela e Kane (Una doppietta a testa) e dall’altra Vardy e Mahrez (Doppietta per l’inglese e gol e assist per l’algerino). Pioggia di gol anche ad Anfield dove però i Reds hanno vita più facile e si impongono per 4 a 0 sul Brighton con il solito Salah, capocannoniere della Premier con 32 gol (Superato il record di 31 reti in una stagione da 38 partite detenuto da Ronaldo, Suarez e Shearer), mentre per i Blues arriva una sonora sconfitta per 3 a 0 sul campo del Newcastle, con Perez, autore di due gol, assoluto protagonista, che ha condannato Conte (Sempre più lontano dalla panchina della squadra di Abramovich) e i suoi all’Europa League dopo il titolo conquistato lo scorso anno.

I tifosi dell’Huddersfield, più che soddisfatti per la salvezza conquistata in settimana

Il Manchester City, campione in questa stagione ha invece chiuso con una vittoria e con il record assoluto di punti (100) nella storia della massima serie inglese con una vittoria in extremis sul campo del Southampton, così come per 1 a 0 è arrivata la vittoria per i secondi in classifica del Manchester United sul WatfordLe altre due compagini che parteciperanno alle coppe europee nella prossima stagione sono Arsenal e Burnley: i Gunners hanno salutato dopo 22 anni Arsené Wenger con una vittoria di misura sull’Huddersfield, mentre gli uomini di Dyche si sono fatti rimontare in casa dal Bournemouth in un match molto acceso nonostante la mancanza di una vera e propria posta in palio.

La gioia di Lanzini dopo il primo dei suoi due gol

2 a 1 in rimonta anche per lo Stoke City nella sfida tra retrocesse con lo Swansea nell’ultima di Britton e Rangel con la maglia degli Swans, mentre la terza squadra che l’anno prossimo disputerà la Championship, il West Bromwich è caduto per 2 a 0 sul campo del Crystal Palace, squadra che ha confermato ulteriormente la buona seconda parte di stagione chiudendo il campionato a 44 punti. Altre due squadre che hanno deluso in questa stagione sono West Ham e Everton che, però, all’Olympic Stadium di Londra hanno dato vita ad un 3 a 1 ricco di ripartenze e grandi giocate che fa ben sperare entrambe le compagini, già alla ricerca di due nuovi manager, per la prossima stagione.

 

Marco Azolini

Share.

About Author

Nato nel 1996 a Roma. Appassionato di basket NBA, che segue da oltre 10 anni sempre più assiduamente. Lavora per Metropolitan Magazine dal Luglio 2017.

Lascia un commento