Torna il Festival Apolide. Alice Merton, Ministri e Populous nel bosco di Vialfrè

0

Una fuga dalla realtà della metropoli. Il Festival Apolide torna dal 19 al 22 luglio nel bosco piemontese di Vialfrè. Alice Merton, Ministri e Populous sono tra i primi nomi della line up del festival.

Dopo il successo della scorsa edizione torna in Piemonte il Festival Apolide. Quattro giornate di evasione dal tram tram quotidiano e dai ritmi metropolitani. Dal 19 al 22 luglio il Festival Apolide riapre i battenti nel cuore del bosco di Vialfrè, in provincia di Torino. Una location nascosta nei 100.000 mq di una delle aree naturalistiche più suggestive del nostro Belpaese. Un anfiteatro scavato dal ghiaccio e circondato dalle valli del Canavese, dove natura e musica si fondono senza soluzione di continuità. “A walk on the wild side” è lo slogan di questa edizione 2018 del Festival Apolide. Un omaggio al lato selvaggio della vita.

Apolide Festival

Privo di casa e di cittadinanza, l’apolide è la figura itinerante che incarna il battito propulsivo del festival. Un tema che non può non essere onorato con la voce di No Roots, Alice Merton. Trapiantata in Canada, la cantautrice di origine anglo-tedesca incarna perfettamente la figura dell’apolide e lo spirito del festival. “Non ho radici, la mia casa non ha mai avuto fondamenta” canta Alice Merton nel suo singolo No Roots. Tra “ricordi e viaggi come una zingara nella notte”, la cantautrice racconta la bellezza del non avere legami e dimora fissa sulla terra. Un’ode al nomadismo e ai vagabondaggi in terre sconosciute.

Alice Merton

La line up del Festival Apolide 2018 prosegue poi con Témé Tan, il polistrumentista di origine afro-belga già definito da molti “il nuovo Stromae”. Con i suoi viaggi per l’Andalusia, il Giappone e il Guatemala, Témé Tan incarna a sua volta la figura dell’apolide. Acclamato dalla critica internazionale, l’artista di origine congolese presenterà al festival il suo omonimo album d’esordio. Un mix di beat tribali e hip hop che ha già conquistato i produttori di Playstation FiFA 2018 con il singolo Ça Va Pas La Tête. La line up del Festival Apolide prosegue poi con una ricca schiera di artisti nostrani.

Témé Tan

Reduci da un tour di successo, i Ministri promettono di suonare il loro ultimo disco Fidatevi senza ricorrere all’ausilio della tecnologia. Una scelta radicale e controcorrente in pieno stile Apolide. A far ballare gli accampamenti di tende del Festival ci pensano poi il salentino Populous e i suoi dj set magnetici. Altra apolide di origini italo-svizzere-colombiane, l’artista Joan Thiele presenterà il singolo Polite: un mix di ritmi groove funcky e synth pop. Ultima rivelazione del cantautorato made in Italy, Andrea Poggio canterà Miraggi metropolitani, Vento d’Africa e tutti i singoli dell’album Controluce. Ad arricchire la line up dell’Apolide ci sarà poi Bruno Bellissimo. Il polistrumentista italo-canadese fonderà i sound dei classici dance italiani con le colonne sonore dei film horror degli anni Settanta.

Apolide Festival

Il Festival Apolide nasce quindici anni fa e dallo scorso anno è entrato a far parte dell’Italian Quality Music Festival insieme a Siren Festival, Spring Attitude e tanti altri. Quest’anno Apolide è nel programma di ETEP affianco ai più grandi festival del mondo. 72 ore di evasione dalla realtà immersi nel cuore della natura, in compagnia di 50 artisti senza radici provenienti da ogni parte del mondo. Performance, arte, istallazioni, enogastronomia, campeggio e ovviamente tanta musica. Al Main Stage di Apolide si affiancherà il Boobs Stage, un’area dedicata ai concerti acustici, al teatro e ai reading. Mentre sul palco del Soundwood Stage saliranno i fautori della musica elettronica e della sperimentazione sonora.

Share.

About Author

Lascia un commento