Indy500: riassunto prima giornata di free practice

0

Nella giornata di ieri sono iniziate ufficialmente le prove sull’ovale di Indianapolis. Nelle FP1 hanno girato solo i veterani mentre nelle FP2 hanno girato anche i rookie tra cui Danica Patrick, al suo rientro per l’ultima 500miglia, e Pippa Mann.

FP1

Ieri pomeriggio sul circuito di Indianapolis è andato in scena il primo turno di prove libere della 102esima 500 Miglia di Indianapolis.

Al termine della prima sessione 3 Chevrolet del Team di Roger Penske davanti a tutti con Simon Pagenaud capace di firmare la velocità media sul giro più alta in 225,787 miglia orarie.

Dietro di lui Helio Castroneves, uno dei piloti che sono entrati nella leggenda delle corse americane grazie ai suoi successi nella corsa che ogni anno viene svolta nello stato dell’Indiana. 

Simon Pagenaud

Alle spalle di Castroneves Josef Newgarden, il quale ha preceduto la prima monoposto motorizzata Honda. SI tratta di quella del team Andretti Autosport, affidata a Marco Andretti, mentre la Top 5 è stata cpompletata da Ed Carpenter al volante della monoposto numero 20.

Will Power ha portato nella Top 6 la quarta vettura del team Penske – 4 nelle prime 6 posizioni… – davanti alla prima monoposto del team Chip Ganassi Racing, quella di Scott Dixon. Ottava posizione per Carlos Munoz, davanti al compagno di squadra nel team Andretti Zach Veach.

E’ bene però segnalare che la monoposto più veloce senza l’utilizzo di scie è stata quella di Takuma Sato, del team Rahal Letterman Laingan Racing grazie alle 221 miglia orarie sul giro secco che hanno permesso al giapponese ex F1 di precedere in questa speciale classifica Dixon, Power, Carpenter e Alexander Rossi.

Classifica FP1

FP2 

Nelle FP2 Castroneves ha girato in 40″0597, alla media di 224,665 miglia orarie, battendo di solo 0,14 miglia orarie di media Ed Carpenter e Jay Howard con la monoposto della Schmidt Peterson.

Tuttavia, Pagenaud era riuscito ad infrangere il muro dei 40 secondi nella sessione del mattino, quando era riuscito a raggiungere la media di 225,787 miglia orarie. Nel pomeriggio invece c’è andato molto più cauto, chiudendo 14esimo.

Helio Castroneves

Nei minuti conclusivi, quando le squadre hanno iniziato a lavorare sfruttando le scie, Scott Dixon è riuscito a portare in quarta posizione la sua Dallara-Honda della Ganassi Racing, scavalcando Marco Andretti, che è il primo delle vetture della Andretti Autosport, ma anche l’ultimo ad aver infranto la barriera delle 224 miglia orarie di media.

Sage Karam ha ottenuto il settimo tempo, precedendo Charlie Kimball, con Gabby Chaves e Zach Veach a completare la top 10.

Per ora sono attardati il campione in carica Josef Newgarden ed il vincitore della gara di sabato scorso Will Power, che hanno chiuso rispettivamente in 15esima e 19esima posizione, facendo segnare i loro tempi migliori nel turno inaugurale. 20° Danica Patrick al suo rientro con Ed Carpenter Racing.

Danica Patrick

Buono invece il primo impatto di Zachary Claman De Melo, capace di superare subito la Rookie Orientation, ma anche di staccare il 31esimo tempo, mettendosi alle spalle i due compagni della Dale Coyne Racing, Conor Daly e Pippa Mann.

Classifica FP2

Share.

Lascia un commento