Amazon Echo: direttamente da Star Trek, Alexa

0

Con Amazon Echo vi do il ben venuto al secondo appuntamento settimanale con InfoTech. Da amante della fantascienza non posso non notare l’evidente ispirazione a Star Trek. Ma andiamo con calma ed esaminiamo innanzitutto cosa sia. È uno Smart Speaker, ovvero un altoparlante intelligente che utilizza un I.A., un software proprietario di Amazon: Alexa. Questo piccolo device se collegato al wifi di casa, permette di eseguire i comandi vocali che diamo: ovviamente in presenza di altri device del genere “casa intelligente”. Alexa è il cuore di Amazon echo: un software basato su cloud, che si aggiorna ogni giorno, basta che sia collegato al wifi di casa. Il tradizionale Amazon Echo (1° generazione), con il passare del tempo, si è evoluto per poter rispondere a diverse richieste. Inoltre alla fine del 2016 c’è stato un “restyling” della gamma:quello attualmente venduto in Italia è la seconda generazione, molto più accattivante. Accanto a questo troviamo una versione mini, soluzione ideale per chi non ha particolari esigenze in termini di audio o per chi vuole estendere i vari device per tutta casa. Dall’altro lato, invece troviamo Amazon echo spot soluzione per chi si vuol pregiare di uno smart display. Infine, Amazon Echo Plus, lo smart speaker con funzione domotica integrata .

Ma che cosa può fare Alexa? Può essere il nostro Wikipedia vocale per informazioni e curiosità generali. Inoltre, può fornire aggiornamenti sul traffico, condizioni meteo, notizie in tempo reale, risultati di partite. Alla stessa maniera, proprio come con in Star Trek, può aiutare nella gestione le nostre giornate e attività. Fissare appuntamenti e promemoria, aggiungere o eliminare cose dalla lista della spesa o dalla lista delle cose da fare.

Un ruolo fondamentale di Alexa è quello di maggiordomo. Grazie alla sua compatibilità con device di altre aziende, Amazon Echo ci permette di controllare diversi aspetti della nostra vita domestica. Quindi è facile capire che sarà sempre più collegata al concetto di domotica e casa smart. Grazie alle cosiddette skills, attraverso i comandi vocali, Amazon Echo interagirà con questi prodotti. Senza il minimo sforzo, ecco alcune delle cose che può fare: gestire streaming audio e video con servizi creati da Amazon (Amazon Music, Prime video, Fire Stick TV,) ma anche di servizi come Spotify e Netfilx. Interagire con messaggi e chiamate ad altri utenti e possessori di Amazon Echo e dell’app di Alexa.

Controllare l’accensione, lo spegnimento, il colore, l’intensità della tua illuminazione oltre che attivare a comando alcune scene luminose preimpostate. Può gestire ogni aspetto della climatizzazione casalinga e della sua illuminazione. Controllare l’accensione e lo spegnimento delle tue prese WiFi smart o interruttori smart. Oltre ad avere in mano la sicurezza di casa, si può gestire la pulizia e tanti altri elettrodomestici, quando saranno compatibili con Alexa.

Naturalmente essendo un prodotto Amazon si può  controllare un ordine fatto e tracciarlo.

Complessivamente,il giudizio si potrebbe tradurre con un eccellenza. Si presenta come un gadget accattivante, dal prezzo accessibile e con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Capacità uditiva ineccepibile ma comprensione discreta. Si tratta di un prodotto versatile e che vanta un ampissimo ventaglio di funzionalità e partnership. Un must have ed investimento nel lungo termine per la smart home. In continuo miglioramento ed aggiornamento (automatico grazie al cloud), vale la pena dargli una possibilità. Anche di più.

Voto: 8/10

Valeria Tresoldi

Share.

About Author

Sono un piccolo Pokémon fuoco geneticamente nerd. Per il resto degli umani, sono una ragazza.

Lascia un commento