Anastasio live | Roma 3.04.19 [Photogallery]

0

Anastasio, il vincitore dell’ultima edizione di X Factor, dopo una breve pausa lontano dai riflettori, ha iniziato lo scorso 22 marzo La Fine Del Mondo Tour che lo vede protagonista nei club. Ieri è stata la volta di Roma.

Al Largo Venue, si è registrato un sold out per Anastasio , rapper ventunenne che con La Fine Del Mondo ha ottenuto il disco d’oro. In setlist le cover che abbiamo sentito durante il percorso nel talent show di Sky dove è stato guidato da Mara Maionchi: apertura affidatata ad Another Brick In The Wall dei Pink Floyd sulla quale scorrono anche le sue sbarre. Troviamo anche Se Piovesse Il Tuo Nome di Elisa e Generale del principe De Gregori, con le quali ha conquistato il pubblico

Anastasio - Largo Venue_-3

Immagine 1 di 16

Setlist

  1. Another brick in the wall
  2. Intro
  3. Costellazione di kebab
  4. La fine del mondo
  5. Fuoco
  6. Rosso malpelo
  7. Se piovesse il tuo nome
  8. C’è tempo
  9. Correre
  10. Un adolescente
  11. Il giro di do
  12. Mio fratello è figlio unico
  13. Ho lasciato le chiavi
  14. T.S.O.
  15. La porta dello spavento supremo
  16. Autunno
  17. Clint Eastwood

encore

18. Generale

19. La fine del mondo

Il tour di Anastasio prosegue stasera ancora al Largo Venue con un altro sold out, per poi continuare nei club dello stivale:

11 aprile – Parma, Campus Industry

12 aprile – Nonantola (MO), Vox Club

13 aprile – Livorno, The Cage

17 aprile – Pozzuoli (NA), Duel

19 aprile – Modugno (BA), Demodé

23 aprile – Firenze, Viper Theatre

24 aprile – Senigallia (AN) Mamamia

26 aprile – Perugia, Afterlife

27 aprile – Padova, Hall

La nostra photogallery è a cura di © Giusy Chiumenti

Share.

About Author

Siciliana trapiantata a Roma. Abbandonati gli studi universitari, ho girato e giro in lungo e largo l'Italia per amore della musica e per passare qualche giorno in compagnia dei miei amici e di un buon bicchiere di vino. Ho collaborato con magazine musicali scrivendo live report su vari artisti italiani e stranieri e da gennaio 2017 ho occhi solo per Metropolitan Magazine

Lascia un commento