Aurora al Roma Summer Festival [Photogallery]

0

Aurora Aksnes ritorna sul palco capitolino a distanza di sei mesi, per la sua unica data italiana al Roma Summer Fest

Poco più che ventenne, la giovanissima cantante norvegese Aurora si sta facendo strada nel mondo della musica a ritmi di premi internazionali e tour tutti sold-out. Nel 2015 ha vinto il prestigioso premio Spellemannprisen, il corrispettivo del Grammy norvegese, come miglior esordio con l’EP “Running with the Wolves” e due anni dopo, a gennaio 2017, si aggiudica due Norwegian Grammy come Pop Solo Artist of the Year e Music Video of the Year con il brano “I Went Too Far”, tratto da “All My Demons Greeting Me As A Friend”, il disco di debutto pubblicato a marzo 2016.


Aurora si è esibita due volte in Nord America, con concerti ovunque esauriti, oltre alle apparizioni in importanti TV show tra cui “The Tonights Show Starring Jimmy Fallon”, “Conan” e “The Late Show with Steven Colbert”. Un debutto eccitante a cui si aggiungono i concerti da headliner in Inghilterra, Germania, Francia, Danimarca, Svezia, Olanda, Belgio, Norvegia ed il lungo tour che l’ha portata in Australia, Singapore e Nuova Zelanda. Aurora ha tutte le carte in regola per la via del successo, grazie alla sua voce armoniosa ed angelica ed al suo indiscutibile talento. 


L’ultimo album di studio, ‘Infections of a Different Kind – Step 1’ (pubblicato nel 2018)  è un ammaliante electro-dream-pop dalle atmosfere artiche e sognanti, che ben rappresentano il talento della giovane artista che, instancabile, ha pubblicato ad inizio anno il brano ‘Animal’. Prodotto con la collaborazione di Tim Bran, Roy Kerr (London Grammar, Primal Scream), Magnus Skylstad ed Aurora stessa, il brano rappresenta un nuovo capitolo nella carriera dell’artista, da cui potremmo presto aspettarci novità

Le immagini sono di © Andrea Melaranci

Share.

About Author

Siciliana trapiantata a Roma. Abbandonati gli studi universitari, ho girato e giro in lungo e largo l'Italia per amore della musica e per passare qualche giorno in compagnia dei miei amici e di un buon bicchiere di vino. Ho collaborato con magazine musicali scrivendo live report su vari artisti italiani e stranieri e da gennaio 2017 ho occhi solo per Metropolitan Magazine

Lascia un commento