Black Clover Recensione 2X10: Il Mondo Promesso Un inatteso lieto fine per i nostri protagonisti!

0

Lo scontro nella foresta continua in Black Clover e un’inatteso colpo di scena fa volgere tutto a favore dei protagonisti.

Riprendiamo dall’episodio precedente

Fanzell e Mars uniscono le forze contro Ladros che si mostra piuttosto ostico da affrontare, così Fanzell decide di farsi aiutare da Asta per metterlo fuori gioco, ma il ragazzo è impegnato sull’altro fronte a combattere Fana.

Riunita la banda, Asta mette fuori gioco Ladros e poi insieme si uniscono contro Fana, lasciando inoltre Asta con enorme stupore nel vedere Mars combattere insieme a loro.

Ma è Mars quello più scosso di tutti, in quanto vede la sua migliore amica ancora viva davanti ai suoi occhi, nonostante lui è certo di averla vista morire durante le selezioni degli allievi del regno di Diamond.

Mars Impazzisce alla vista e cerca in tutti i modi di avvicinarsi a Fana, che sembra tuttavia non ricordare il suo caro amico,  ma Asta lo ferma poichè è troppo pericoloso e decidono di avanzare verso Fana nel tentativo di fermarla dal lanciare l’incantesimo di autodistruzione.

Durante l’avanzata l’improbabile duo si riconoscono a vicenda il loro valore e risoluti avanzano verso l’obiettivo, mentre tutti gli altri nelle retrovie sostengono i due ragazzi, rifiutandosi di mettersi al riparo con loro che rischiano la vita.

Quando sembrava che fossero quasi al limite, Mars riesce ad avvicinarsi a Fana e Asta annulla l’incantesimo, cancellando l’orrendo terzo occhio dalla fronte di Fana.

In questo momento Mars giura di proteggere Fana, promettendole che avrebbero visto il mondo insieme e lei, ormai privata del controllo del terzo occhio, ricorda perfettamente il suo amico e in lacrime accetta la proposta.

Dal finale toccante, questo episodio conclude la battaglia nella foresta delle streghe, almeno apparentemente, ma cosa accadrà poi in futuro? Fana si unirà ai protagonisti? E Ladros è definitivamente sconfitto? Lo scopriremo nel prossimo episodio!

Antonio Guercio

Share.

Lascia un commento