Colpaccio Milan: 3-0 e quarto posto in classifica

0

Il Milan batte i rossoblù con un risultato tondo, portandosi a +1 da Lazio Roma ed Atalanta

Dopo aver visto le proprie concorrenti vincere(tranne la Samp che ha perso contro il Frosinone) il Milan di Gattuso risponde con un sonoro 3-0 in casa contro un Cagliari che ha messo tutto, non riuscendo a segnare neanche un gol.

PRIMO TEMPO AGEVOLE PER IL MILAN

Il primo tempo del Milan fa notare una grande maturità della squadra rossonera,che con poche occasioni riesce a buttare due palloni in rete. Al 13′ dopo il tiro di suso è ceppitelli a farsi un autogol sfortunato che porta in vantaggio la squadra di Gattuso. Al 22′, invece, è la prima rete di Lucas Paquetà in Italia a portare il Milan sul 2-0,dopo un bel cross di Calabria il brasiliano si inserisce e la butta dentro. Il Cagliari però non si arrende,sfiora il 2-1 sventato da un grande Donnarumma e mette in difficoltà la difesa capitanata da romagnoli svariate volte. Anche Piatek ha l’occasione di fare il 3-0,ma Cragno riesce a neutralizzare la conclusione con una bella uscita. Il primo tempo finisce dunque 2-0.

Lucas Paquetà, autore del 2-0

3-0 DI PIATEK E LA PARTITA E’ CHIUSA

Il secondo tempo è molto simile al primo, con il Cagliari che cerca timidamente di recuperare la partita, ma un grande Gigio Donnarumma neutralizza il tiro di Joao Pedro  , che dopo davanti la porta spedisce il pallone sulla traversa. La partita però si chiude al 62′, il Cagliari perde palla, Calhanoglu tira addosso a Cragno, ma il solito Piatek segna con un gol da opportunista con il portiere fuori dai pali. I rossoneri controllano la partita, anche Cutrone e soprattutto Suso hanno avuto la possibilità di timbrare il cartellino, ma in entrambe le occasioni la palla va fuori. Il Milan dunque vince 3-0 ed è di nuovo quarto, con uno sguardo a Sabato, c’è l’Atalanta da affrontare a Bergamo…

Piatek, autore del 3-0

GIOVANNI LORENZANO

Per altri aggiornamenti sul Calcio : https://www.facebook.com/metropolitanmagazineitalia/

Share.

About Author

Studente di Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all'Università di Palermo.

Lascia un commento