Swing: cosa non si fa per migliorarlo

0

Swing perfetto: una battuta di caccia per una preda che forse neanche esiste, sia per i dilettanti sia per i professionisti. Un nascondino lungo una carriera, il proprio swing.

Alla ricerca della perfezione

Il sogno ed obiettivo di un ragazzino negli anni di crescita golfistica sarà quello di riuscire ad eseguire lo swing come i migliori giocatori al mondo. Arrivare a swingare in modo efficace senza maestro? Impossibile, esattamente come raggiungere lo “Swing perfetto”.
Per tutti i ragazzini che vorranno arrivare sui tour professionistici sarebbe opportuno per loro essere seguiti da maestri che, grazie alla loro esperienza ed ai loro studi, potranno aiutarli a raggiungere i propri obiettivi. La strada è piena di nuovi errori, palesatisi senza un perchè, ma raggiungere una teorica “perfezione” di swing non è sufficiente, esistono anche gli altri giocatori. Non sarà quindi sufficiente/necessario avere uno movimento perfetto per “esplodere” nel mondo dei professionisti…Jim Furyk insegna.

Edoardo Molinari che pratica approcci (Credit: blog.trackmangolf.com)

Migliorare lo swing per divertirsi di più

Per quanto riguarda il mondo dei dilettanti, swingare in modo migliore può portare a più potenza e precisione, quindi a più divertimento per alcuni e più pavoneggiamenti per altri. Per riuscire a farlo si potrebbero prendere delle semplici lezioni da maestri che “aggiusteranno” il vostro swing. Un altro modo, sottovalutato nei circoli, è quello di fare della sana palestra. Esercizi per la mobilità, coordinazione, equilibrio e forza aiuteranno parecchio qualsiasi dilettante a migliorare lo swing ed anche la propria forma fisica.

Errori cercando di migliorare lo swing

Molte volte ci si ritrova dopo una lunga pratica a tirare la palla peggio di come si aveva iniziato. Questo può succedere quando non si segue la strada giusta e si prova ad eseguire i colpi “Per sentito dire”. Prendere dei consigli da una rivista o dai video su YouTube non è un buon modo per migliorare lo swing: saranno dei buoni spunti ma adatti a giocatori con diverse “problematiche”…perchè tutti facciamo slice, ma per motivi diversi. Per questa ragione per poter migliorare è necessario avere dei feedback da maestri qualificati con esperienza.

Delle “piramidi” di palline in campo pratica (Credit: theleftrough.com)

Considerando che quasi ogni golfista vuole a tutti i costi migliorare il proprio swing, sarebbe opportuno seguire i consigli dei maestri e usufruire della palestra. Ricordando a noi stessi che, alla fine, anche Jordan Spieth ha in sacca un bel socket.

Share.

About Author

Lascia un commento