Disastro Milan, il Torino vince e sogna l’Europa

0

I rossoneri cadono a Torino, contro i granata,che adesso sognano l’Europa. Mattatore del match Belotti.

FORMAZIONI:

Torino – Sirigu; Izzo, Nkoulou, Moretti; De Silvestri, Lukic, Rincon, Meité, Ansaldi; Berenguer, Belotti. A disp.: Ichazo, Rosati, Falque, Singo, Damascan, Parigini, Aina, Bremer, Millico All.: W. Mazzarri

Milan – Donnarumma; Conti, Romagnoli, Musacchio, Ricardo Rodeiguez; Bakayoko, Kessie, Paquetà; Suso, Cutrone, CalhanogluA disp.: Reina, Donnarumma A., Josè Mauri, Castillejo, Borini, Bertolacci, Zapata, Piatek, Abate, Biglia, Caldara, Laxalt All.: G. Gattuso

PRIMO TEMPO EQUILIBRATO

Pronti via ed il Torino fa vedere da subito un atteggiamento aggressivo e convinto, con il Milan che non riesce ad essere pericolo ed a giocare un bel calcio. Soltanto Paquetà fa vedere le sue qualità, con delle giocate di fino, mostrandosi il più bravo tecnicamente nella squadra di Gattuso. I punti deboli del Milan si notano da subito: Suso e Calhanoglu non riescono ad incedere, anzi, lo spagnolo si dimostra deleterio ed incapace di saltare l’uomo per dare un minimo di imprevedibilità. Seppur il Torino sia riuscito a mettere in forte difficoltà il Milan, sono proprio i rossoneri ad avere una bella occasione con il turco 10, che grazie ad un bell’assist di Cutrone riesce a tirare in porta. I granata invece si mostrano pericolosi soprattutto con i tagli di De Silvestri, che sfiora il vantaggio in diverse occasioni. Il Milan chiude il primo tempo in attacco, ma la differenza di voglia si nota, e si vedrà soprattutto nel secondo tempo.

Belotti, anima e cuore del Torino. (Fonte: lastampa.it)

SOLO TORO

Il Toro nel secondo tempo mostra ancora più voglia ed aggressività, riuscendo a mettere alle strette i rossoneri, senza voglia e senza coraggio. Anche il nervosismo è molto da parte dei giocatori di Gattuso, che difatti chiuderanno con 6 ammoniti ed un espulso. Il Torino continua a pressare, a creare gioco, finchè al 56′ Guida concede un rigore dubbio ai granata, con Kessie che spinge leggermente Izzo, ma anche per il VAR è penalty. Si presenta sul dischetto Belotti, che con una botta centrale batte Donnarumma: 1-0 Torino. Il Milan non ci sta e reagisce, entra Borini ed esce suso, anche spazio per Piatek per Paquetà: 4-4-2. L’occasione più ghiotta arriva al 67′, con Bakayoko che prende la traversa dopo un bel colpo di testa dopo la punizione battuta da Calhanoglu. Decisamente fortunato il Toro, ma come si sa, la fortuna aiuta gli audaci, difatti sul ribaltamente di fronte dopo una respinta su un cross, Berenguer segna un gol pazzesco, con un tiro al volo fantastico, decisamente il gol più bello della giornata. Oramai la squadra di Gattuso è in ginocchio, nervosa e disastrata: Romagnoli si fa espellere per una brutta reazione nei confronti dell’arbitro, così come Donnarumma che viene ammonito per condotta antisportiva. La partita dunque finisce 2-0, con il Toro che strappa meritatamente i tre punti e sogna l’Europa dei grandi.

Armando Izzo, tra i migliori in campo oggi. (Fonte: lagazzettadelsud)

Sogni forse finiti per i tifosi milanisti, che mestamente hanno visto una squadra senza identità tattica e bassa qualità tecnica, oltre che poco coraggio e voglia. Al contrario, i granata si sono mostrati all’altezza della partita, meritando il 2-0 e forse qualcosa in più.

Share.

About Author

Studente di Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all'Università di Palermo.

Lascia un commento