Dual Core nel 2018, com’è andata?

0

Buon salve(?) a tutti! Perdonate la nostra assenza ma chi per un motivo o per un altro siamo stati impegnati e quindi non abbiamo potuto scrivere e testare nulla, però qualche giorno fa siamo riusciti a “riesumare” un vecchio PC dal magazzino e ci siamo detti “Come andrà mai in gaming questa bestiaccia?” (Francesismo top level).

Quindi oggi vi proponiamo un vero PC da spazzatura, ovviamente più sotto del low budget, e l’abbiamo spinto allo stremo (con tutta la nostra ignoranza); come sarà andata??

Passiamo subito ai dettagli dei componenti:

CPU: Intel Core 2 Duo E6420. Questo processore magari ai suoi tempi era un discreto componente, ma utilizzato per il gaming ai tempi d’oggi è buono solo a cucinare le uova; si sa che per il gaming è oramai consigliabile utilizzare ALMENO un Quad-core, noi comunque gli abbiamo dato fiducia e ci siamo voluti male. Oggettivamente non è stato così malvagio, presenta ovviamente degli impuntamenti notevoli ed alcune volte non riesce a digerire processi complessi;

GPU: Ati Radeon HD 6450 da 1Gb. Questa scheda, come per la CPU di prima, ai suoi tempi era una discreta scheda ma, ora come ora, si può giocare ai titoli moderni (quelli Free To Play) ma con molti compromessi, come per esempio la risoluzione ridotta (a 720p arriva a stento a 45fps) e la qualità tutta al minimo. Ovviamente noi non consigliamo questa scheda per giocare, ma se l’avete tra le mani magari da qualche PC vecchio si può ricavare qualcosa;

RAM: Come ram abbiamo “raccattato” dalla nostra spazzatura soltanto 3 tristi Gb che a stento tengono in piedi l’intero sistema operativo.

Come si comporta in Gaming: Abbiamo provato Fortnite che, settato a 720p tutto al minimo, arriva a stento a 40fps non stabili, mentre a 1080p è crashato il mondo; come secondo gioco abbiamo provato South Park Scontri di-retti e, sorpresa, gira a 720p a 50fps, quindi altamente giocabile se vi va bene il fatto che ci mette 20 minuti a caricare il gioco.

Abbiamo voluto recensire questa configurazione perché siamo voluti partire proprio dal basso e vedere se questo tipo di configurazione era utilizzabile al giorno d’oggi.

Quindi tirando le somme con poco più di 100€ all inclusive (monitor incluso LOL) si può avere un PC per un uso d’ufficio e non da gaming. Per poter giocare bisogna almeno passare alla serie Q se si vuole mantenere questi processori e affiancarli a qualche GPU poco più moderna, come la GTX 960 anche se può andare comunque col freno a mano per la CPU.

Come al solito se avete delle domande da fare per possibili configurazioni e consigli noi siamo a completa disposizione e fateci sapere se l’articolo vi è piaciuto commentando qui sotto e condividetelo sui vari social.

Alla prossima dai MakeAByte!

 

 

 

 

 

 

 

 

Share.

Lascia un commento