F1: Hamilton domina il GP di Singapore. Vettel solo 3°

0

Lewis Hamilton domina il Gran Premio di Singapore e ottiene la settima vittoria in stagione. Grazie a questo risultato allunga a 40 i punti di vantaggio su Vettel, terzo, dietro a un ottimo Verstappen.

Uno stellare Lewis Hamilton conquista la sua personale 4 vittoria sul tracciato singaporiano, la seconda consecutiva e la quinta nelle ultime sei gare. Una leadership mai messa in discussione, tranne che nelle delicate prime fasi di doppiaggio, dove la lotta tra Grosjean e Sirotkin, ha consentito a Verstappen di poter infastidire l’inglese.

Ma la Mercedes con Hamilton ha mostrato un passo insostenibile per tutti nonostante una partenza al fulmicotone di Vettel che ha scavalcato subito Verstappen.

Il tedesco della Ferrari sembrava poter impensierire il #44 visto che la Ferrari ha deciso di provare l’undercut sull’inglese. Una scelta rivelatasi sbagliata, anche nel tempismo, visto che ha montato gomme Ultrasoft troppo presto, e nel rientrare in pista ha perso moltissimo tempo dietro a Sergio Pèrez.

Ciò ha causato anche un problema di surriscaldamento all’impianto frenante della sua SF71H che gli ha rallentato notevolmente il ritmo. Nella prima sosta Verstappen ha avuto vita facile a uscire davanti alla Ferrari #5.

Da li la gara è stata avara di emozioni con le auto che hanno cercato di controllare gomme, benzina e power unit, visto anche la difficoltà dei piloti nell’avvicinarsi agli avversari davanti.

Fuori dal podio troviamo il trenino formato da Bottas, Raikkonen e Ricciardo, con i tre che hanno provato fino alla fine a giocarsi la quarta posizione.

Primo degli altri, uno straordinario Fernando Alonso, che a bordo della sua MCL33 regala punti preziosi alla McLaren. Ancora una volta una prestazione superba da parte dello spagnolo che ha messo decisamente in ombra il suo compagno di squadra Vandoorne.

Buona la gara di entrambe le Renault, con le RS18 che chiudono in zona punti, dando respiro alla casa francese nella lotta per la quarta posizione nel mondiale costruttori contro le Haas, quest’oggi fuori dai primi dieci.

Ottima la prova di Charles Leclerc che porta la sua Alfa Romeo-Sauber in nona posizione e aggiunge altri due punti iridati al carniere. Il monegasco fresco di contratto da titolare con la Ferrari per il 2019 riesce a tornare in zona punti dopo 5 Gran Premi avari di buoni risultati.

Una menzione a parte la merita Sergio Pérez. Il messicano è stato autore di una gara controversa con episodi che hanno messo in mostra il suo carattere aggressivo. Alla partenza si è reso protagonista di un contatto con Ocon che hanno messo fine alla sua gara. Pérez via radio ha comunicato di non averlo visto ma l’intenzione di stringere verso il muro il suo compagno di squadra è stata evidente.

Così come è stata evidente la ruotata ai danni di Sirotkin. Un gesto di frustrazione, in quanto il russo fino al giro 34 è stato protagonista di una buona gara e di buone manovre di difesa ai danni del messicano. I commissari lo hanno punito con un drive through.

La classifica del GP di Singapore. Graphic by F1 on Facebook

Seguite la nostra pagina INSTAGRAM ufficiale con foto e news sul Motorsport.
Siamo anche su TELEGRAM.

Share.

About Author

Lorenzo Pellegrini, 27 anni Roma. Appassionato fin dalla nascita di qualsiasi cosa abbia un motore e 4 ruote. Ferrarista obiettivo. Amo la musica e nel tempo libero suono prevalentemente la chitarra.

Lascia un commento