Fiorentina-Atalanta: tutto quello che c’è da sapere

0

Domenica 22 settembre alle ore 18 la Fiorentina incontrerà l’Atalanta allo stadio Ennio Tardini di Parma.

Due squadre un grande incontro

I viola della Fiorentina scenderanno in campo forti dell’ultimo risultato, pronti a non subire, devono riscattare un inizio campionato grigio, con un solo punto in classifica.

Gli orobici scenderanno in campo forti della vittoria sul Genoa al quinto posto della classifica, ma con la brutta sconfitta per 4-0 subita in Champions contro la Dinamo Zagabria.

Le probabili formazioni delle squadre

fiorentina-atalanta
Un momento della partita del 27/02/2019 – Photo credit: comingsoon.it

Come scenderanno in campo Fiorentina e Atalanta?

Per la Fiorentina Montella, soddisfatto della prova dei suoi contro la Juve, potrebbe confermare il 3-5-2 con l’esclusione iniziale sia di Boateng che di Vlahovic a vantaggio di Caceres.

Da non escludere, però, che a farne le spese possa essere Lirola, nel caso Chiesa retrocederebbe sulla destra di centrocampo e potrebbe trovare posto Boateng (più di Vlahovic) in attacco al fianco di Ribery.

Monitorati gli acciaccati Pezzella e Benassi: l’argentino dovrebbe stringere i denti dopo un lieve affaticamento accusato sabato scorso, il centrocampista al massimo in panchina contro la Dea.

Nelle file dell’Atalanta, dopo il sospiro di sollievo per le condizioni di Muriel, una leggera distorsione al ginocchio contro il Genoa, ora il colombiano appare recuperabile per domenica, anche se il tecnico si riserva di valutarne l’impiego.

In attacco dovrebbe esserci ancora Zapata con Ilicic mentre rischia Gomez sul pressing di Malinovskyi. Il turnover potrebbe coinvolgere anche Hateboer, Gosens e Freuler, pronti rispettivamente Castagne, Arana e Pasalic.

La terna arbitrale

L’AIA ha reso noti i nominativi degli arbitri impegnati nelle gare valide per la quarta giornata di andata del campionato di Serie A 2019/20. Per quanto riguarda AtalantaFiorentina, in programma domenica alle ore 18, è stato designato il signor Daniele Orsato.

Orsato uno degli arbitri più “all’inglese” del campionato italiano. Il suo modo di arbitrare è contraddistinto dal lasciar correre l’azione anche in presenza di contatti ruvidi, ma non per questo risulta meno inflessibile sui falli gravi e passibili di cartellino, giallo o rosso che sia. Il debutto in serie A è datato 17 dicembre 2006 in Siena-Atalanta (1-1).

Da qui in poi un’escalation continua che lo porterà a diventare arbitro internazionale nel 2009 fischiando in successione nelle Qualificazioni Uefa, Europa League e Champions League. Agli ultimi Mondiali in Russia è stato addetto al Var. Il suo status di “élite” potrebbe portarlo alla convocazione ai prossimi Europei e Mondiali in Qatar nel 2022.

Il fischietto di Schio sarà coadiuvato dagli assistenti Manganelli e Bottegoni, mentre il quarto uomo sarà Serra. La squadra VAR sarà composta da Aureliano e Tegoni.

ribery-fiorentina
(Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Fiorentina: rinnovare lo stadio

Il 22 settembre la Fiorentina incontrerà l’Atalanta allo stadio Ennio Tardini di Parma, una partita lontano da Bergamo poiché l’Atalanta sta rinnovando lo stadio.

Anche la Fiorentina ha un grande progetto: il restyling del Franchi dell’architetto Marco Casamonti.

Il vecchio impianto ha parti vincolate dalle Belle Arti, ma dall’incontro tra il Comune e i viola con il soprintendente Andrea Pessina già ci sono state aperture.

L’operazione Franchi sembra prendere quota.

Le parti del Franchi vincolate sono scale elicoidali, pensilina di Nervi, tribune. 

Si procederebbe quindi alla demolizione delle curve per costruire una struttura rettangolare capace di sorreggere la copertura integrale dello stadio. Un intervento che modificherà la forma a “D” del Franchi, trasformando Fiesole e Ferrovia da curve a gradinate come negli stadi di ultima generazione.

Il costo del restyling è stimato in 150 milioni di euro e la durata dei lavori in tre anni, durante i quali la Fiorentina non dovrà giocare altrove perché si procederà per gradi: si partirà dalla demolizione e dal rifacimento della Ferrovia per poi passare alla Fiesole.

Il 18 settembre su La Nazione il Sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi parla di una possibile trattativa per il nuovo stadio della Fiorentina nel comune da lui amministrato.

Il luogo di cui si parla dista soltanto 15,9 chilometri da Piazza Duomo e non si tratterebbe certamente di un grande viaggio arrivarci tanto più che la zona ha una ottima viabilità che verrebbe incrementata con la costruzione dello stadio e della Cittadella Viola.

Dopo questa intervista nascono ora tante polemiche e i sondaggi sono già sul web come dimostra il sito violanews.com con i primi risultati a poche ore dalla pubblicazione dell’articolo:

Sì, se c’è spazio andrebbe bene (82%, 3.529 Voti)

No, lo stadio deve essere a Firenze (11%, 480 Voti)

No, lo stadio deve rimanere il Franchi (6%, 278 Voti)

Vedremo, dunque, quale saranno le prossime decisioni di Commisso, presidente che è riuscito a farsi amare immediatamente da tutto il popolo viola.

SEGUICI SU:

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter Ufficiale Metropolitan Magazine Italia

LEGGI ALTRI ARTICOLI SULLA FIORENTINA QUI

Share.

Lascia un commento