Formula 1 | Williams, il tramonto di un mito

0

La Williams è una delle poche scuderie storiche in F1 che conta la propria presenza nella massima serie automobilistica, dall’ormai lontano 1977.

Williams il fallimento del mito – La storia della Williams è tra le più amate dagli appassionati della Formula 1. Una storia coronata da molteplici vittorie. Proprio per questo motivo, ad oggi, i tifosi e membri del team stentano a credere che la scuderia di Grove, si trovi in una situazione tanto catastrofica quanto inverosimile.

Williams FW11 Nigel Mansell 1986
La Williams FW11, guidata dal “leone d’Inghilterra” Nigel Mansell, nella stagione 1986 – Photo Credit: dal web

Williams – Il profilo di un vincente

Nel mondo delle competizioni a quattro ruote è praticamente impossibile non conoscere la Williams, scuderia di Groove, fondata nel 1977 da Sir Frank Williams e Sir Patrick Head.

I numeri potrebbero sicuramente parlare da soli ma, ancor più altisonanti, i nomi dei piloti portati a guidare per la scuderia: Alain Prost, Nelson Piquet, Ayrton Senna, Nigel Mansell e molti altri che, nel corso dei 42 anni di attività della scuderia inglese, hanno vinto oltre 110 Gran Premi e ben 16 titoli mondiali, tra piloti e costruttori.

L’ultima vittoria della Williams risale però all’ormai lontano 2012 quando, in Spagna, Pastor Maldonado si impose su piloti come Alonso, Raikkonen, Hamilton e Vettel.

Williams Felipe Massa Austria 2014
Felipe Massa festeggia la pole position appena conquistata in Austria nel 2014. Sarà l’ultima pole position della Williams – Photo Credit: dal web

Williams – L’era ibrida: dalle stelle alle stalle

Con il 2014 la Formula Uno entrà nell’era dei nuovi motori V6 ibridi, con Williams che azzecca il cambio di fornitore dei propulsori, passando da Renault a Mercedes. Questa risulterà, col passare delle gare, la scelta azzeccata, date le performance dei motori Mercedes, che porteranno la Scuderia di Grove a tornare terza forza dei mondiali 2014 e 2015. Il biennio successivo porta invece primi segni di un calo, dal quale la Williams non riuscirà più a riemergere: nonostante il quinto posto nel mondiale Costruttori, i podi ed i punti guadagnati diminuiscono e, mentre le altre scuderie avanzano, la Williams sembra rimanere ferma a guardare.

Williams FW42 Kubica
La nuova Williams FW42 guidata dal polacco Kubica nei test pre-stagionali in Spagna – Photo Credit: dal web

Williams – La Caduta

Si arriva quindi al 2018 con una line-up completamente stravolta che vede Lance Stroll e Sergej Sirotkin, alla guida di una Williams ormai relegata agli ultimi posti, con soli 7 punti guadagnati ed il 10°, ed ultimo, posto nel campionato costruttori. Sintomo dell’ormai definitiva caduta, anche la scissione dal Title Sponsor Martini e il divorzio con Rob Smedley, che a fine stagione lascia il ruolo di direttore degli ingegneri.

Il 2019 probabilmente è però iniziato ancora peggio: la Williams, a causa di ritardi nella produzione, si trova costretta a ritardare di due giorni l’inizio dei test in Spagna, che si concludono in anticipo a causa di una forte usura sulle componenti, rendendo inutilizzabili i dati; come se non bastassero i commenti poco gentili di Kubica, la FIA ha già ravvisato irregolarità a specchietti e sospensioni anteriori che potrebbero portare ad una squalifica dal GP d’Australia questa domenica, facendo così toccare, alla squadra inglese, il fondo di questo baratro dal quale non sembra esserci via d’uscita.

SEGUICI SU:

CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCigTTOEc6pPf3YtJMj9ensw
PROFILO INSTAGRAM:https://www.instagram.com/motors.mmi/
CANALE TELEGRAM: https://t.me/MMImotorsport
PAGINA TWITTER: https://twitter.com/MmiMotorsport
NEWS MOTORI: https://www.metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/

Share.

About Author

Lascia un commento