Formula E | Cosa ci hanno detto i test di Valencia?

0

Venerdì scorso si sono conclusi i primi test pre-stagionali di Formula E in vista della prossima stagione. I test di Valencia hanno rappresentato il primo banco di prova per tutti: dai nuovi piloti alle nuove vetture. Come sono andati? Quali sono i primi spunti di riflessione?

La tre giorni di test di Valencia si è conclusa venerdì scorso. Così come la scorsa stagione, i piloti hanno cominciato la nuova stagione sul circuito Ricardo Tormo di Valencia, riadattato per la Formula E. Molti i volti nuovi nel corso dei tre giorni a partire dal HWA Racelab con Gary Paffett e Stoffel Vandoorne fino a Pascal Wehrlein con Mahindra. Vediamo come sono andati!  

Le indicazioni dai test di Valencia

Antonio Felix Da Costa ha siglato la migliore prestazione complessiva durante la sessione di test. Il pilota portoghese è stato l’unico a scendere sotto il muro dell’1:17 sul tracciato valenciano, siglando la migliore prestazione in 1:16.977. Il pilota di casa BMW è stato seguito dall’attuale campione del mondo Jean-Eric Vergne su DS E-TENSE FE19 e da Alexander Sims su BMW iFE.18. Qui potrete trovare la tabella di tutti i tempi.

Antonio Felix Da Costa BMW iFE.18

Antonio Felix Da Costa salta nell’abitacolo della propria BMW iFE.18 – Photo Credit: Enrica Pagani – GREENGYNE

Guardando la tabella dei tempi, è parsa in grande forma BWM Andretti con Antonio Felix Da Costa ed Alexander Sims. Il team tedesco è alla ricerca di un grande riscatto dopo aver concluso la scorsa stagione nelle retrovie. L’impegno ufficiale e diretto di BMW potrebbe rappresentare quell’elemento aggiuntivo che mancava la scorsa stagione.

Quando si parla di test prestazionali, la cautela non è mai abbastanza. L’exploit di BMW Andretti e la conferma ai vertici di DS Techeetah hanno una relativa importanza. Come sottolineato da Lucas di Grassi “qui non era importante essere veloci, ma verificare che tutto andasse bene. Il tracciato è molto diverso da quelli dove corriamo abitualmente, per cui cercare il tempo era inutile”.

HWA Racelab

La Gen2 del team HWA Racelab – Photo Credit: Enrica Pagani – GREENGYNE

Particolari problemi sono stati accusati da HWA Racelab. Il team tedesco non ha potuto completare il programma previsto con Stoffel Vandoorne, a causa di numerosi inconvenienti tecnici sulla vettura. Stessa sorte è capitata a Dragon Racing con la vettura condivisa tra Maximilian Gunther ed Antonio Fuoco. Un vero peccato sia per l’attuale pilota McLaren che per Gunther e Fuoco.

Le novità sul fronte piloti

Ai nastri di partenza dei test di Valencia la maggior parte delle scuderie si è presentata con la lineup che competerà nella prossima stagione. Solamente Dragon Racing non aveva ancora nominato il pilota che affiancherà José-Maria Lopez: Antonio Fuoco e Maximilian Gunther hanno avuto l’opportunità di provare a convincere Jay Penske. Tuttavia, qualcosa è cambiato in casa Nissan.

Sebastien Buemi test di Valencia

Sebastien Buemi – Photo Credit: Angelo Balzaretti – GREENGYNE

Dopo sole poche settimane dalla nomina di Alexander Albon al fianco di Sebastien Buemi, il team giapponese si trova in difficoltà. Il pilota thailandese non si è presentato al Ricardo Tormo di Valencia se non nel primo giorno di test, senza scendere in pista. L’improvvisa possibilità di correre in Formula 1 con la Scuderia Toro Rosso al fianco di Daniil Kvyat ha mescolato le carte in tavola.

“Non avete idea di quanti piloti ci abbiano contattato negli ultimi giorni. Si, stiamo cercando un sostituto. Abbiamo ricevuto telefonate, email. Se vi dicessi i nomi non ci credereste, è incredibile. Credo siano almeno quindici o venti. Teniamo in considerazione Oliver, dato che in ogni caso era una delle opzioni per il ruolo di terzo pilota. Lo conosciamo bene perché ha corso in Formula 2 lo stesso anno che Leclerc ha gareggiato lì. Ha ben figurato, con tre vittorie e alcune pole. Inoltre, lo conosciamo anche per la stagione in Formula Renault 3.5 ” – Jean-Paul Driot

L’assenza di Alexander Albon ha costretto Sebastien Buemi ad un doppio lavoro, guidando entrambe le monoposto del team giapponese nelle prime due giornate. Nella terza giornata, invece, è sceso in pista Oliver Rowland al fianco dello svizzero. Proprio Rowland sembra essere il principale candidato al sedile Nissan che, stando a quanto dichiarato da Jean-Paul Driot, sembra molto ambito.

In attesa della nuova stagione, godetevi questa photogallery interamente realizzata da Enrica Pagani ed Angelo Balzaretti di GREENGYNE! Qual è il vostro scatto preferito? Scrivetelo nei commenti!

Tutte le news sul mondo dei motori
Canale Instagram: https://www.instagram.com/motors.mmi/

Canale Telegram: https://t.me/MMImotorsport

Share.

About Author

Appassionato di motori con uno sguardo attento all'innovazione tecnologica. Scrivo per passione e per condividere le mie idee sul motorsport. Ospite del NIO Formula E Team all'ePrix di Parigi 2018. Per Metropolitan Magazine Italia mi occupo di Formula E.

Lascia un commento