Formula E | Direzione gara ed organizzazione sotto investigazione

0

Direzione Gara ed Organizzazione: è giusto che si continui in questo modo o la Formula E deve ufficialmente cambiare per diventare davvero una categoria di importanza mondiale?

Formula E Direzione gara ed organizzazione – Nelle prime cinque gare della stagione 5 vi sono state numerose polemiche, per alcuni episodi non gestiti perfettamente dalla direzione gara, la quale viene messa sotto investigazione anche dai stessi piloti.

Formula E Direzione gara ed organizzazione – I drive through di Riyadh

Ovviamente si parlerà solo delle varie penalità avvenute nel corso della gara, escludendo quelle in qualifica. Si parte dal primo ePrix della stagione, ovvero Riyadh, dove in gara, le due Techeetah di Vergne e Lotterer, la Venturi di Massa ed altri piloti vengono penalizzati con un drive through per violazione del regolamento tecnico.

Formula E direzione gara ed organizzazione drive through
La gara di Riyadh è stata ricca di drive through – Photo Credit: einhell.de

Alcuni i piloti, come l’ex pilota Ferrari, non capirono inizialmente il motivo, ma successivamente si scopri che la penalità era dovuta per irregolarità tecnica. Essendo un Drive through, la penalità è stata applicata nel corso della gara, quindi velocemente dalla direzione gara.

Formula E Direzione gara ed organizzazione – Marrakesh benino, Santiago nuovi problemi

Il secondo ePrix della stagione, ovvero Marrakesh, ha visto degli episodi. Il primo riguarda il testacoda di Vergne alla prima curva, dove il francese si gira per cercare un sorpasso impossibile su Bird, ma la colpa è solamente del francese. Il secondo episodio riguarda il disastro BMW, con Sims che colpisce Da Costa, e ne causa il ritiro del portoghese.

Il disastro dei due piloti BMW a Marrakesh

In questo incidente si poteva dare la penalità a Sims, ma la direzione gara ha visto che il pilota inglese di BMW nell’incidente ha comunque perso del tempo e posizioni. L’errore riguarda la direzione gara, che fa rimanere troppo dentro la Safety Car, fino a quando mancheranno gli ultimi secondi più un giro dal termine.

La carambola di Santiago che ha visto Vergne protagonista incolpevole

Si arriva cosi alla terza gara, ovvero Santiago, dove Vergne per mezzo di una carambola, iniziata da Lotterer e Sims, finisce incolpevole in testacoda. Anche Massa ha dovuto da recriminare, perchè la sua gara si è conclusa anzitempo, a causa di un contatto con Rowland, che lo ha accompagnato a muro ed una precdente spinta subita da Gunther. In questo caso, in nessuno dei due episodi è stata applicata una penalità.

Formula E Direzione gara ed organizzazione – I gravi errori di Città del Messico

Le ultime gare svolte sono state le più ricche di polemiche. Nella gara messicana il primo riguarda l’incidente Piquet-Vergne, con il francese che eccede di difesa e chiude troppo la porta al brasiliano, autore di un brutto volo, che coinvolge anche Sims. Nessuna penalità, ma nel frattempo succede un’altra cosa.

L’incidente di Città del Messico tra Piquet e Vergne

C’è bandiera rossa, ma il tempo continua a scorrere e c’è il rischio di fare una gara di pochi minuti, ma dopo si decide di riniziare a 40:20 più un giro. Il secondo episodio riguarda il contatto Evans-Vergne, con il campione del mondo in testacoda e con tre vetture che superano JEV in regime di FCY. Il francese a fine gara non ci stà e afferma che queste cose in F1 non sarebbero e accadute e che la Formula E deve lavorare molto in questo campo.

Il finale di gara di Città del Messico con il taglio di chicane all’ultimo giro di Wehrlein

Terzo episodio riguarda il finale di gara, dove Wehrlein subisce una penalità 5 secondi per aver tagliato la chicane all’ultimo giro. Sanzione eccessiva per il fatto che il pilota Mahindra viene spinto da Di Grassi ed è costretto ad usare la scorciatoia. L’unica buona notizia della direzione gara è di essere riuscita applicare la penalità subito dopo fine gara.

Formula E Direzione gara ed organizzazione – Il disastro di Hong Kong

La ciliegina sulla torta arriva proprio nell’ultima gara. Il ritiro di Vandoorne causa l’ingresso della Safety Car, la quale rimane più del previsto e rischia di rovinare il finale gara. L’errore principale arriva però nel finale, dove Bird sbaglia e tempona Lotterer, tagliandolo fuori dalla lotta della vittoria e al conseguente 0 punti. Bird vince al traguardo, ma la direzione gara lo penalizzerà dopo ben tre ore con 5 secondi di penalità.

Il finale di gara di Hong Kong tra Bird e Lotterer

Graziato Bird, se si pensa che l’inglese e Wehrlein hanno avuto la stessa penalità di 5 secondi. Direzione Gara che deve assolutamente migliorare, perchè bisogna avere una situazione più chiara e più equa nel corso della gare. L’esempio potrebbe essere, come disse Vergne polemico, prendere esempio dalla F1, oppure di altri campionati mondiali del motorsport.

SEGUICI SU:

CANALE INSTAGRAM: https://www.instagram.com/motors.mmi/
CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCigTTOEc6pPf3YtJMj9ensw
PAGINA TWITTERhttps://twitter.com/MmiMotorsport
CANALE TELEGRAM: https://t.me/MMImotorsport
NEWS MOTORI: https://www.metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/

Share.

About Author

Grande appassionato delle due e delle quattro ruote. Mi occupo di SBK e Formula E.

Lascia un commento