Formula E | Preview ePrix Punta del Este

0

Archiviato l’ePirx messicano, la Formula E torna in pista in Uruguay. L’ePrix di Punta del Este torna nel calendario di Formula E dopo un anno di assenza. Mahindra sotto la lente di ingrandimento dopo il doppio ritiro nell’ePrix di Città del Messico.

La Formula E è sbarcata per la prima volta in Uruguay nella stagione inaugurale con il primo ePrix corso il 13 dicembre 2014. Le due edizioni di questo ePrix sono state entrambe conquistate da Sebastien Buemi che detiene sia il record in qualifica che in gara. Il pilota svizzero spera di calare il tris, ma dovrà fare i conti con una concorrenza più che mai agguerrita.

Il tracciato

Il tracciato utilizzato per il mondiale di Formula E è stato ricavato dal tracciato utilizzato per il campionato argentino di turismo TC2000. Lungo 2,785 km, il tracciato è composto da un totale complessivo di 20 curve: quattordici a sinistra e sei a destra. La prima parte del tracciato è caratterizzata da doppie curve molto veloci, specialmente la serie 3-4. Il tracciato è stato definito come il più tortuoso di tutto il calendario grazie alla presenza di numerose chicane lungo tutto il tracciato.

Punta del Este track – Photo Credit: fiaformulae.com

La prima sezione del tracciato vedrà certamente numerosi tentativi di sorpasso, sia alla difficile frenata della prima curva che alla staccata della curva 3. Per i piloti sarà importantissimo ottenere una buona accelerazione in uscita della curva 16 per poter sferrare un attacco decisivo, specialmente nelle fasi iniziali e finali della corsa.

Situazione mondiale

Così come in Messico, Jean Eric Vergne si presenta all’appuntamento di Punta del Este in vetta alla classifica iridata davanti a Felix Rosenqvist. Il pilota Techeetah è stato abile a sfruttare il ritiro dello svedese nella prima parte di gara per allungare in classifica sul pilota Mahindra. Rosenqvist si presenta a Punta del Este in cerca di riscatto così come il suo compagno di box Heidfeld.

Sebastien Buemi è alla ricerca della prima vittoria stagionale e, dopo tre podi consecutivi, potrebbe essere la corsa giusta. Lo svizzero è l’unico pilota ad aver vinto in Uruguay. In cerca di conferme anche Piquet Jr, autore di un’ottima prestazione in Messico, così come Lucas di Grassi ed Edoardo Mortara. Daniel Abt proverà a confermarsi nelle prime posizioni dopo l’exploit messicano.

Sam Bird – Photo Credit: fiaformulae.com

Sam Bird è atteso al varco: la casella vuota dell’ultimo ePrix pesa molto in ottica mondiale. Il distacco da Vergne è di 20 punti, non certo un distacco impossibile da recuperare. Il pilota DS Virgin avrà bisogno di una grande prestazione in Uruguay per mantenere vive le speranze mondiali.

Dove vederla

L’ePrix di Punta del Este sarà trasmesso sia da Italia 2 (con replica su Italia 1) e su Eurosport Player. Le qualifiche prenderanno il via alle 16.00 italiane mentre la gara scatterà alle 20.00. I rispettivi collegamenti cominceranno alle 15.55 su Italia 2 mentre su Eursport saranno trasmesse in differita alle 19.00. Italia 2 ed Eurosport cominceranno il collegamento per la gara alle 19.30. La replica su Italia 1 sarà trasmessa nella notte italiana attorno all’1.00.

Ecco a voi l’onboard camera dell’edizione disputata nel 2015, con Jerome D’Ambrosio

Share.

About Author

Appassionato di motori con uno sguardo attento all'innovazione tecnologica. Scrivo per passione e per condividere le mie idee sul motorsport. Ospite del NIO Formula E Team all'ePrix di Parigi 2018. Per Metropolitan Magazine Italia mi occupo di Formula E.

Lascia un commento