Formula E | Punto di metà stagione: mondiale piloti

0

La season four si sta rivelando all’altezza delle aspettative. La prima parte di stagione è stata molto avvincente e ricca di colpi di scena. La prossima stagione è sempre più protagonista, ma dovrà attendere: la lotta per il titolo della season four è tutt’altro che decisa.

I migliori

Jean-Eric Vergne

Non poteva che essere così. L’ex-pilota della Toro Rosso ha stupito tutti con un inizio di stagione incredibile. Il pilota Techeetah ha cominciato la stagione confermando quanto di buono visto nella seconda parte della scorsa stagione. Fino ad ora, il pilota francese ha conquistato la bellezza di 109 punti concludendo tutte le gare nella top-5.

Jean-Eric Vergne – Photo Credit: JEV Twitter Profile

La freddezza e la tenacia che gli hanno permesso di conquistare le sue due vittorie in Cile e Uruguay è fenomenale. Resistere a piloti come Lotterer e ad un redivivo Lucas di Grassi non è certo facile, ma il francese non ha mai mollato un centimetro. La sua prima posizione nel mondiale piloti è più che meritata. Vergne ha saputo sfruttare al meglio i momenti migliori e corso ben in difesa quando non era al 100%. La costanza è la chiave del successo. 

Mitch Evans

Il maestro delle rimonte. Il pilota neozelandese ha costruito la sua sesta posizione in classifica iridata grazie a gare spettacolari, in rimonta. Molte volte non è riuscito a partire nelle prime posizioni per degli errori in qualifica o per delle penalità. Tuttavia, Evans è stato autore di grandi prestazioni e di grandi sorpassi (ultimo il sorpasso al limite su Turvey a Punta del Este). Potrà giocare il ruolo di outsider nella lotta per il mondiale piloti?

Felix Rosenqvist

Calmo fuori e scatenato appena abbassa la visiera. Felix Rosenqvist è sempre stato molto veloce in quasi tutti i weekend di gara, anche se un po’ sottotono a Punta del Este. La sua stagione conta fino ad ora due vittorie, conquistate a Hong Kong – race 2 – ed a Marrakesh. Se non avesse avuto problemi di affidabilità, avrebbe quasi certamente vinto anche in Messico guadagnando in classifica iridata su Vergne. Il più serio contendente di Vergne al titolo è certamente lui. Trovata l’affidabilità perduta, sarà certamente un grande protagonista di questa seconda parte di stagione.

Felix Rosenqvist – Photo Credit: fiaformulae.com

I peggiori

Nico Prost

Lo abbiamo evidenziato anche ieri parlando delle difficoltà di Renault e.dams nel mondiale costruttori. Nico Prost è forse uno dei piloti più deludenti di questo inizio di stagione. Malgrado abbia una delle migliori monoposto del lotto, non è mai riuscito a dimostrarsi competitivo nella prima parte di stagione. Il suo contributo lo scorso anno è risultato fondamentale in classifica costruttori per Renault. Sarà in grado di riprendersi?

Nico Prost – Photo Credit: fiaformulae.com

André Lotterer

Il suo arrivo nella categoria è stato sorprendente. Il pilota tedesco tre volte vincitore della 24h di Le Mans ha avuto un rendimento al di sotto delle attese. Non è ancora riuscito a trovare costanza nelle prestazioni, compiendo molti errori banali e non all’altezza del suo talento. I lampi di talento non sono mancati: il duello mozzafiato e, se vogliamo, folle con Vergne in Cile dimostra quanto possa contribuire alla causa Techeetah. Riuscirà ad essere costante?

Luca Filippi

Il talento c’è. Lo spirito combattivo c’è. La voglia di lottare c’è. I risultati no. La prima parte di stagione di Luca Filippi può essere sintetizzata così: 1-32. Il divario dal suo compagno di squadra è troppo elevato e, forse, non rispecchia a pieno la situazione. Il pilota italiano è all’esordio della categoria e sembra non aver ancora trovato la chiave di volta per poter essere veloce. Nell’ultimo ePrix ha dimostrato di avere un buon passo nella seconda parte di gara, ma la zona punti era oramai irraggiungibile.

Luca Filippi – Photo Credit: fiaformulae.com

L’inesperienza nella categoria non lo sta agevolando, ma sarà solo questione di tempo? L’ePrix di Roma rappresenterà un momento fondamentale per la sua stagione. La possibilità di poter correre nel proprio Paese gli darà moltissimi stimoli: è l’occasione giusta per il suo riscatto. Tutti i tifosi italiani saranno lì a tifare per lui. Arriverà il guizzo del campione?

 

Share.

About Author

Appassionato di motori con uno sguardo attento all'innovazione tecnologica. Scrivo per passione e per condividere le mie idee sul motorsport. Ospite del NIO Formula E Team all'ePrix di Parigi 2018. Per Metropolitan Magazine Italia mi occupo di Formula E.

Lascia un commento