Formula E | Vergne vince la battaglia con di Grassi in Uruguay

0

Jean-Eric Vergne vince l’ePrix di Punta del Este davanti a Lucas di Grassi dopo una lunga resistenza. Sam Bird riesce a conquistare il gradino più basso del podio in rimonta. Ritiri pesanti per Buemi e Piquet Jr.

Il leader della classifica iridata è riuscito a vincere nello stesso tracciato dove, nel 2014, aveva conquistato la sua prima pole position in Formula E. La vittoria del francese è stata in discussione fino all’ultima curva, grazie ad un Lucas di Grassi in grandissima forma a Punta del Este. Rimonta eccezionale di Felix Rosenqvist che riesce a conquistare la quinta posizione finale.

La griglia di partenza è sconvolta da un grande numero di penalità. Lucas di Grassi, Alex Lynn ed Oliver Turvey arretrano in seconda, terza e quarta posizione per aver tagliato una curva nel giro della superpole. Mitch Evans è scattato dalla sedicesima casella per delle irregolarità sulla propria monoposto. Penalità di tre posizioni sulla griglia anche per Luca Filippi. Jean-Eric Vergne parte dalla pole position.

Gara: Risultati

Partenza perfetta quella di Jean-Eric Vergne che riesce subito a prendere qualche metro su Lucas di Grassi. Il pilota brasiliano è bravo a difendersi da Alex Lynn alla prima curva. Partenza regolare senza particolari contatti nel primo giro. Grande attenzione dei piloti nei primi giri nelle chicane per evitare di danneggiare la propria monoposto e di incombere in penalità.

Il più scatenato al via è Sam Bird che prova immediatamente a risalire la classifica per limitare i danni in classifica iridata. Il pilota DS Virgin ingaggia subito un bel duello con Lotterer. Al termine del secondo giro la prima bandiera gialla: Nick Heidfeld si è dovuto fermare per un problema tecnico alla sua monoposto. Brutto colpo per Mahindra.

I primi passaggi vedono sempre i piloti spingere al massimo e Buemi non è da meno. Il pilota svizzero ex Toro Rosso riesce a sopravanzare Bird alla curva 8. Sorpasso magistrale del pilota Renault. Poche curve dopo, entra la Safety Car in pista per spostare la vettura ferma di Heidfeld. La Safety Car rientra nel giro successivo.

Sebastien Buemi – Photo Credit: fiaformulae.com

Dopo un paio di giri di lotta, Sam Bird riesce a sopravanzare Lotterer lanciandosi all’inseguimento dei piloti di testa. Dietro a Vergne e Lucas di Grassi si crea un trenino composto da Lynn, Turvey, Abt, Buemi e Bird. Il colpo di scena arriva all’11 esimo passaggio. Buemi comincia a perdere molte posizioni. Nel giro precedente all’esterno della curva 13 ha toccato il muro rompendo l’asse posteriore. Gara definitivamente compromessa per lo svizzero.

La corsa prosegue regolarmente con di Grassi che costantemente prova ad insidiare Vergne senza riuscire a sopravanzarlo. Felix Rosenqvist riesce a risalire in settima posizione dopo un’incredibile rimonta nelle prime fasi di gara. Il duello di testa si trasferisce ai box al 18 esimo passaggio, ma Vergne è abile a mantenere la posizione sul pilota brasiliano. Grande rischio per DS Virgin: Sam Bird e Alex Lynn rischiano di entrare in contatto in pitlane. Bird riesce a conquistare la posizione sul compagno.

Al rientro in pista Lucas di Grassi cerca di sorprendere Vergne in staccata all’esterno, ma non riesce a sopravanzare il leader del mondiale. Grande rischio per Lucas di Grassi. Colpo di scena in casa Audi: Daniel Abt è costretto a rientrare ai box per sistemare le cinture di sicurezza. Gara rovinata per il vincitore dell’ultimo ePrix in Messico.

La corsa continua con Vergne che riesce a difendersi magistralmente dagli attacchi sempre più decisi di Lucas di Grassi. Molti sono stati i contatti tra i due piloti di testa. Al 35 esimo passaggio il pilota brasiliano prova a sfruttare al meglio un’ottima uscita dall’ultima curva ed ingaggia un duello corpo a corpo con Vergne. Il francese riesce ancora una volta ad avere la meglio. L’avvincente duello fa perdere tempo al duo di testa e Sam Bird riaggancia i fuggitivi nel finale.

La lotta è serrata fino al traguardo anche per la top-5. Mitch Evans riesce ad avere la meglio sia su Felix Rosenqvist che su Alex Lynn. Gara incredibile quella condotta dal pilota Jaguar partendo dalla sedicesima posizione. In difficoltà Lynn nel finale che non riesce a difendersi dagli attacchi di Rosenqvist. 

Analisi

Jean-Eric Vergne vince una gara incredibile davanti a Lucas di Grassi. Il pilota francese allunga in classifica iridata su Felix Rosenqvist portando il suo vantaggio a 30 punti. Lucas di Grassi dimostra di essere in grande forma dopo un periodo difficile nella prima parte della stagione. Sam Bird completa il podio davanti a Evans e Rosenqvist.

Il pilota inglese DS Virgin prova a limitare i danni con una corsa in rimonta, ma non riesce a trovare lo spunto per passare l’Audi e.tron di Lucas di Grassi. Mitch Evans conquista altri punti importanti per il campionato avvicinandosi a Piquet Jr in classifica. Il pilota svedese Mahindra ha provato a limitare i danni partendo dalle retrovie, ma il campionato comincia a farsi più lontano.

Vergne e Di Grassi – Photo Credit: fiaformulae.com

Weekend positivo anche per Oliver Turvey che riesce a concludere in settima posizione davanti alle due Dragon di Lopez e D’Ambrosio. Il pilota argentino ex WTCC ha ottenuto anche il punto per il giro più veloce della corsa. La top-10 è completata da Maro Engel che torna in zona punti dopo Hong Kong. Ennesima gara difficile per Luca Filippi che chiude 13 esimo, ma non lontano dalla zona punti.

Il campionato è sempre più delineato. I piloti che probabilmente si giocheranno il titolo iridato sono tre: Vergne (109), Rosenqvist (79) e Sam Bird (76). Pesantissimo lo zero in casella per Sebastien Buemi che, dopo aver conquistato tre podi consecutivi, sperava di cogliere una vittoria. Un errore nelle prime fasi di gara lo hanno estromesso dalla lotta.

Ecco gli highlights dell’ePrix!

Share.

About Author

Appassionato di motori con uno sguardo attento all'innovazione tecnologica. Scrivo per passione e per condividere le mie idee sul motorsport. Ospite del NIO Formula E Team all'ePrix di Parigi 2018. Per Metropolitan Magazine Italia mi occupo di Formula E.

Lascia un commento