Francia: campagna contro l’abbandono di animali

0

La Francia, nazione che vanta il poco invidiabile primato di essere quella con il più alto numero di abbandoni di animali, ha attuato una campagna-choc nel tentativo di contrastare questo deprecabile fenomeno.

Non è la prima volta che la nazione transalpina si rende protagonista di campagne di comunicazione di questo tipo, ma dal momento che quelle degli scorsi anni non sembrano aver sortito i risultati sperati, si stima infatti che i francesi abbandonino ogni anno ben 100.000 animali, in quest’occasione si è voluto lanciare un messaggio più crudo, finalizzato a toccare nel profondo le persone che commettono questi pessimi gesti.

È cosa nota il fatto che l’estate sia uno dei periodi più critici da questo punto di vista, dal momento che molte persone, in corrispondenza delle vacanze, non si fanno scrupoli nell’abbandonare i loro animali domestici; il fatto che tale campagna sia stata lanciata proprio in questo periodo dell’anno, dunque, non è casuale.

Il filmato in questione dura circa due minuti nella sua versione ridotta e la sua colonna è l’iconica “We are the champions” dei Queen: la Fondation 30 Milions D’Amis, la quale ha appunto curato questa campagna di sensibilizzazione, ha peraltro rivolto un grazie ai Queen che hanno consentito di poter utilizzare il pezzo al cospetto di un pagamento assolutamente simbolico.

È stato determinante, da questo punto di vista, il fatto che il chitarrista Brian May sia un fervente difensore degli animali, senza trascurare il fatto che anche l’indimenticato Freddy Mercury amava la compagnia dei piccoli amici, avendo ben 8 gatti.

Nel video in questione si notano una serie di persone che cantano la splendida canzone dei Queen nel mentre non si fanno scrupoli di abbandonare i loro piccoli amici per strada, in campagna o posandoli in un bidone della spazzatura, quasi a vantare, appunto, il pessimo primato di essere i “campioni” per numero di abbandoni.

Il filmato si conclude con dei sarcastici festeggiamenti con dei fumogeni con i colori francesi, i quali celebrano ironicamente, appunto, il fatto che questa nazione sia la più crudele in assoluto per quel che riguarda tale pratica.

Come si diceva il filmato in questione è piuttosto crudo, ma chi commette questi reati meriterebbe probabilmente una fermezza ancor maggiore.

Reha Hutin, presidente di Fondation 30 Milions D’Amis, ha dichiarato infatti che la sua fondazione si batte da decenni nei confronti di questa causa, ma che le risposte da parte della popolazione francese non sono mai state adeguate: è arrivato, a suo dire, il momento di “battere i pugni sul tavolo”.

Ovviamente il messaggio che viene comunicato in questo filmato non si rivolge esclusivamente ai francesi, bensì dovrebbe toccare la sensibilità di chiunque, nel mondo, non si fa scrupoli nell’abbandonare degli animali domestici.

La situazione italiana, purtroppo, non è distante da quella francese, e nell’estate appena iniziata si sono già registrati diversi episodi di abbandono che lasciano temere per le prossime settimane, quando la bella stagione entrerà nel vivo.

Bisogna assolutamente smetterla di abbandonare gli animali e di condannarli ad una morte certa, non di rado dolorosa, ciò significa che nel momento in cui si adotta un animale domestico bisogna essere profondamente consapevoli di tutte le responsabilità che ne derivano.

In Italia sono tantissime le realtà che condannano in modo unanime questi comportamenti ed e-commerce del settore quali PetIngros, noto per il fatto di trattare prodotti molto ricercati quali le crocchette Royal Canin, invitano nei loro blog ad adottare i cani che vivono nei canili, esemplari che spesso, purtroppo, sono proprio reduci da abbandoni.

Share.

About Author

Atipico consumatore di cinema commerciale, adora tutto quello che odora di pop-corn appena saltati e provoca ardore emotivo. Ha pianto durante il finale di Endgame e questo è quanto basta.

Lascia un commento