L’Inter passa a Frosinone: 3-1 e Champions più vicina

0

L’Inter stende il Frosinone al Benito Stirpe sotto i colpi di Nainggolan, Perisic e Vecino; ai ciociari non basta il goal di Cassata. Per i nerazzurri si tratta di un altro importante passo per il terzo posto, allontanando ancora il Milan. I ragazzi di Baroni si allontanano ulteriormente dall’Empoli terzultimo, complicando la lotta salvezza.

L’Inter vince anche contro il Frosinone e continua la striscia positiva in chiave Champions: al Benito Stirpe, Nainggolan, Perisic e Vecino portano i nerazzurri al successo. Buona prova dei ciociari, che però pagano la troppa disattenzione in fase difensiva, in particolare sulla rete del vantaggio di Nainggolan. Il goal di Cassata non basta per la squadra di Baroni, che si allontana dalla salvezza, scivolando momentaneamente a cinque punti di distanza dall’Empoli terzultimo.

Primo tempo di dominio Inter

L’Inter di Spalletti scende al Benito Stirpe per confermare il terzo posto e consolidare la distanza dalle inseguitrici con Icardi al centro dell’attacco, preferito a Lautaro. I nerazzurri partono aggressivi contro un Frosinone che ha sempre dimostrato di poter mettere in difficoltà anche le big di questo campionato. Gli ospiti tengono il pallino del gioco e fanno girare il pallone in cerca di qualche spazio.

La prima occasione diventa decisiva per i nerazzurri al 19′: D’Ambrosio scambia con Politano sulla destra, e con un traversone serve Nainggolan per il vantaggio nerazzurro. Il Frosinone è chiamato subito a reagire in una gara che si presenta subito in salita, e ci prova con Paganini al 23′, con un colpo di testa, che però termina alto sopra la traversa. I ragazzi di Spalletti continuano a mantenere il possesso di palla e ci riprovano sempre con Nainggolan, che converge ma non centra la porta.

Radja Nainggolan, al quarto goal in campionato (Credits: Getty Images)

Al 37′ l’Inter riesce a trovare il raddoppio contro un Frosinone in grande difficoltà: Chibsah abbatte in area Skriniar e regala il calcio di rigore ai nerazzurri. Sul dischetto Icardi lascia la massima punizione a Perisic, che spiazza Sportiello e firma il 2-0: per il croato è il sesto goal in campionato. La squdra di Spalletti ha l’occasione per chiudere il match al 42′ con un’accelerazione di Politano servito da Icardi, che sbaglia a tu per tu con il portiere ciociaro.

Ivan Perisic, per la seconda volta a segno dal dischetto (Credits: Libero)

Il Frosinone reagisce, ma non riesce nello sprint finale

Si ritorna in campo sul risultato di 2-0, con l’Inter che al 47′ subito crea un’occasione con Nainggolan su contropiede: il belga, servito di testa da Politano, spreca una buona palla goal per chiudere la partita. La gara prosegue senza squilli, fino al 61′ quando sugli sviluppi di una rimessa laterale, Cassata con un destro da fuori accorcia le distanze, complice una disattenzione di Handanovic.

Francesco Cassata, 21 anni (Credits: SportMediaset)

Il Frosinone prova a riprendere la partita e a pareggiare i conti in una sfida tanto complicata quanto imprevedibile. Al 69′ è Ciano ad avvicinarsi al pareggio con una punizione magistrale, che però si spegne sul fondo. L’Inter decide quindi di coprirsi e ripartire in contropiede: Spalletti inserisce infatti Gagliardini e Keita al posto di Borja Valero e Perisic.

I nerazzurri provano a chiudere la partita, ma sprecano due grandi occasioni nel giro cinque minuti: all’82′ Vecino sugli sviluppi di un calcio d’angolo spedisce il pallone sopra la traversa e al minuto 87 Icardi spreca un assist di Keita con un colpo di testa impreciso. Sarà però proprio l’uruguagio a chiudere la partita al 93′, ricevendo palla da Icardi su contropiede e infilando in rete.

Matias Vecino, sempre decisivo in zona Cesarini (Credits: Daniele Mascolo/PhotoViews)

La sfida termina 1-3 per i nerazzurri, che trovano tre punti pesantissimi in chiave Champions e tornano a cinque punti di vantaggio sul Milan e virtualmente sull’Atalanta.

TABELLINO

FORMAZIONI
FROSINONE
(3-5-2): Sportiello; Goldaniga, Ariaudo, Capuano; Paganini, Cassata (64′ Ciano), Chibsah, Valzania (82′ Maiello), Beghetto; Ciofani, Pinamonti (88′ Dionisi).
All. Baroni

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, de Vrij, Skriniar, Asamoah; Vecino, Borja Valero (74′ Gagliardini); Politano (89′ Joao Mario), Nainggolan, Perisic (70′ Keita Balde); Icardi.
All. Spalletti

MARCATORI: 19′ Nainggolan (Inter), 37′ Perisic (Inter), 61′ Cassata (Frosinone), 93′ Vecino (Inter)

Share.

Lascia un commento