Genoa ancora sconfitto! Decide un super Palacio

0

La settima giornata di Serie A si apre con lo scontro tra Udinese e Sampdoria e prosegue con lo scontro tra Genoa e Bologna. Una partita molto delicata, soprattutto per i padroni di casa. Molte polemiche hanno investito la squadra di Juric, colpevole di non aver ancora mai raggiunto la vittoria fino ad oggi. Una triste realtà che va, però, a incrociarsi con il bel gioco pimpante della squadra di Donadoni. Il Bologna è una delle squadre che fa girare meglio il pallone, rendendo la partita sempre piacevole da guardare. Spesso però questo stile di gioco non ha portato risultati, specialmente contro grandi squadre come Napoli e Fiorentina. Sarà una partita ricca di tempi e dove, chi avrà più fame si porterà a casa i tre punti.

STATISTICHE: Il Genoa deve trovare una vittoria scaccia crisi, ma pochi elementi hanno dimostrato di poter fare la differenza. La squadra si affida molto a Pellegri, giovanissimo attaccante della squadra di Juric. Già l’anno scorso questo interessantissimo giocatore spavento parecchio la Roma e i suoi tifosi nell’ultima giornata di campionato. Si parla, però, di un Genoa forte nei singoli, ma non nei numeri. Con soli cinque gol all’attivo, la squadra di casa deve far fronte ai dieci gol subiti, che evidenziano una scarsa attenzione in difesa. Un dato preoccupante per Juric e i suoi collaboratori che devono cercare di limare questo brutto dato. Nonostante il bel gioco mostrato, i numeri non assecondano le buone prestazioni della squadra di Donadoni. Sono sette gol subiti e cinque fatti. Il tecnico, però, può consolarsi con le giocate e le prestazioni incoraggianti di Verdi, sempre più leader di questa squadra.

FORMAZIONE GENOA 3-4-2-1: Juric schiera Perin in porta, Biraschi, Rossettini e Zukanovic in difesa, a centrocampo Rosi, Cofie, Veloso e Laxalt, in attacco invece giocano Ricci, Pellegri e Palladino.

FORMAZIONE BOLOGNA 4-3-3: Donadoni risponde con Mirante tra i pali, Helander, Gonzalez, Mbaye e Krafth in difesa, a centrocampo Poli, Pulgar Donsah  tutti dietro agli attaccanti PalacioVerdi e Petkovic.

CRONACA: L’arbitro Gianluca Rocchi dà il via alla partita. Nei primi minuti di gara le due squadre si studiano. Partita equilibrata. È il Genoa però che fa la partita. Pellegri molto nervoso commette un fallo inutile e viene ammonito al 6′. Il primo tiro del match lo fa Veloso. Colpisce con il destro al volo, ma Mirante para al 12′. Risponde Petkovic al 14′, salta secco il suo avversario e calcia a giro, ma Perin è super. Torna a spingere il Genoa, ma il Bologna è sempre pericoloso in contropiede. Palacio mette una bella palla dentro l’area avversaria, ma non c’è nessuno a raccogliere il suo assist al 25′. Ammonito anche Palladino per aver commesso un fallo nella ripartenza al 38′. Helander ammonito per un fallo al 39′. Rossettini prima del fischio finale viene ammonito al 44′. L’arbitro sancisce due minuti di recupero. Il primo tempo termina 0-0. Esce Pellegri ed entra Galabinov al 46′. Kraftj ammonito per un brutto fallo su Laxalt al 49′. Spinge il Genoa alla ricerca del vantaggio. Un fulmine di Verdi, che, con il mancino, impensierisce Perin, ma il portiere genoano è portentoso al 52′. Pressing alto del Bologna. Helander salva sulla linea, intercettando il tocco di Galabinov al 58′. Entra Destro ed esce Petkovic al 59′. Entra Lazovic al posto di Rosi al 61′. Prova con il mancino a giro Palacio, ma il suo tiro esce di molto al 63′. Ricci sbaglia un gol sottoporta clamoroso al 67′. Entra Torosidis ed entra Krafth al 70′. Miracolo di Mirante su Galabinov. La parata con la mano aperta salva il risultato. L’azione si capovolge e Palacio batte Perin in scivolata al 73′, 0-1. Il Genoa si riversa in attacco alla ricerca del pareggio. Entra Pandev ed esce Biraschi al 77′. Entra De Maio ed esce Poli all’80’. Veloso sfiora il pareggio con un bel tiro da fuori area all’84’ e viene ammonito per proteste. Prova Pandev con una bella girata, ma Mirante la blocca all’85’. Palladino ci prova da fuori, ma ancora Mirante blocca all’86’. Galabinov colpisce il palo di testa all’89’. Vengono sanciti quattro minuti di recupero. La partita termina 0-1. 

LUIGI GIANNELLI

https://www.metropolitanmagazine.it/wp-admin/post.php?post=68903&action=edit

Share.

About Author

Lascia un commento