Giovest: la situazione in Russia ed Ucraina il fine settimana dell' Est

0

A GiovEst tocca questa volta partire dalla fine. Tocca parlare dell triste morte di Alexey Lomakin, giovane trequartista dell’ Under-21 della Lokomotiv Mosca.

Alexey Lomakin (fonte: fclm.ru)

La morte del ragazzo non può che farci riflettere sul mondo del calcio, quel mondo che a volte ci appare distante dalla nostra quotidianità, in realtà presenta tutte le caratteristiche (buone e brutte) del mondo comune.

Partiamo ora con il resoconto del fine settimana in Russia:

la Lokomotiv, in uno dei tanti derby di Mosca, esce sconfitta dallo scontro con lo Spartak (2-1) mostrando comunque una discreta crescita. Lo Spartak  invece, con questa vittoria, aggancia proprio i concittadini al quarto posto con 25 punti.

Le altre compagini della capitale non vanno oltre il pareggio. Il CSKA finisce la partita a reti bianche contro il Rostov, mentre la Dinamo raggiunge nel finale di partita il pareggio contro il Rubin Kazan (1-1).

La sorpresa è stata senza dubbio la sconfitta della capolista Zenit nella glaciale casa dell’ Arsenal Tula. Una partita intensa, ma zeppa (come spesso accade da queste parti) di errori grossolani che hanno condizionato il risultato.

Istantanea del match di Tula (foto dal web)

Il primo è stato un errore del portiere dello Zenit Lunev all’inizio del match che si trascina in porta una palla che aveva saldamente tra le mani, il secondo è stato uno stop indecoroso di Mevjla che ha permesso il 3° gol del Tula al 74′.

Ne approfitta il sorprendente Krasnodar che con la vittoria 2 a 0 contro l’ Ural si porta a meno 2 dalla vetta.

La classifica vede lo Zenit sempre in testa a 34 punti, si avvicina il Krasnodar a 32, seguono le 3 squadre di Mosca: CSKA 27 punti, Spartak e Lokomotiv a 25. In zona retrocessione servirebbe un miracolo al Enisej a 10 punti,sovrastato dal Krylya a 14 (e con una partita in meno), Anzhi e Ufa a 15.

In Ucraina:

nel derby di Donetsk (giocato a Charkiv) la capolista Shakhtar acciuffa il pareggio nel recupero contro l’ Olimpik con un colpo di testa di Moraes.

La Dinamo Kiev ha bisogno di due rigori, uno per tempo, per sconfiggere il Chernomorets Odessa che ora se la vede male in classifica.

Il centrocampista Cyhankov (fonte: fcdynamo.kiev.ua)

La sorpresa rimane l’Oleksandrija, che batte in trasferta il Vorskla con un gol in apertura di match di Kovalec.

la classifica non penalizza lo Shakhtar che mantiene la testa della classifica con 42 punti, sei più dell’ Oleksandrija (36), terza la Dinamo Kiev a 35.

 

Buon GiovEst a tutti!

A cura di Eugenio Golovko

 

Share.

Lascia un commento