I Jalisse: grazie ad “Ora o mai più” ci hanno riscoperto

0

Una delle coppie più amate dagli italiani, seconda solo al duo Al Bano e Romina Power. I Jalisse, duo storico della musica italiana composto da Fabio Ricci e Alessandra Drussian, sono tornati e dopo le parentesi a “Ora o mai più”, “Tale e Quale show” (solo per Alessandra) si stanno preparando al nuovo progetto che lì rivedrà protagonisti nella musica italiana. Noi di MMI lì abbiamo intervistati, parlando di diverse cose, da “Fiumi di Parole” ai talent targati Rai, fino al nuovo ed imminente progetto discografico:

MMI: Da “Fiumi di Parole” ad “Ora” (Ultimo singolo presentato ad Ora o mai più 2018), come sono cambiati i Jalisse?

J: Noi non siamo cambiati tantissimo (Fabio ride ndr.) sono gli altri che sono cambiati. Perché chiaramente cambia il mondo e cambiano le persone. Basta pensare che nel 1997 partiva il web e stiamo parlando di più di vent’anni fa! Mi ricordo che c’era Bowie che in quel periodo iniziava a mettere le sue canzoni online. Noi in fondo siamo sempre quei due pazzi innamorati della musica, che però hanno fatto famiglia. Probabilmente, le uniche cose cambiate sono che nel 1999 ci siamo sposati, nel 2000 è nata Angelica e nel 2007 Aurora. Il nostro cambiamento radicale è che abbiamo fatto tribù!

MMI: Per i Jalisse, quanto è importante la famiglia?

J: Per quanto ci riguarda, la famiglia è fondamentale, è stato il pilastro di tutta la nostra vita. È la costruzione del nostro castello, è la nostra casa. Quando ci muoviamo dobbiamo ringraziare le nonne! Le ragazze o partono con noi o rimangono con loro, o con la mamma di Alessandra che sta su al nord o con mia mamma che sta vicino Roma. Per noi sono essenziali le nostre figlie come è stata fondamentale la nostra unione di coppia. La famiglia ci è servita per difenderci da quelli che sono gli attacchi che un artista, in quanto tale può ricevere. Per noi la famiglia è stata la nostra forza di confronto e di coesione.

Jalisse : Alessandra Drusian e Fabio Ricci _Credit Marco Piraccini
Alessandra Drusian e Fabio Ricci _Credit Marco Piraccini

MMI: Anche il vostro essere una coppia è stato utile per superare i momenti “bui” e le critiche che vi sono arrivate dal mondo musicale e giornalistico…

Beh, sì! Ovviamente parlo per la mia/nostra esperienza… comunque, come dicevo quando si è mediaticamente esposti è più facile essere attaccabili. Noi abbiamo sempre riso alle polemiche. È dal 1992 che stiamo insieme e si probabilmente questa nostra unione ci ha aiutato molto.

MMI: Su Ora o Mai più cosa ci potete dire?

J: Una bella esperienza anche se la prima stagione era registrata, non era in diretta come questa seconda. Quello con noi era un programma di prova, scritto da autori italiani e dal team di Carlo Conti. Quindi era un test di un programma scritto a tavolino. Un programma dove tutti noi eravamo intimiditi. Intimoriti in prima battuta dal nome “Ora o mai più”, un titolo molto forte, ma fortunatamente nel programma si è sempre parlato di musica e noi abbiamo avuto la fortuna di collaborare con un grande artista quale Michele Zarrillo.

Quest’anno invece è stato molto più polemizzante come programma, ci sono state più critiche, c’è stato molto più chiacchiericcio che ha messo in tensione i vari artisti in gara. Grazie ad “Ora o mai più” ci hanno riscoperto, specialmente in Italia, visto che prima ci conoscevano solo per “Fiumi di parole” …

MMI: Solo per Alessandra: che esperienze è stata invece Tale e quale show?

J: Totalmente diversa rispetto ad Ora o mai più, lì dovevo e dovevamo tirare fuori la nostra personalità, quello che eravamo e quello che siamo ancora oggi. Invece, con “Tale e quale show” ti devi immedesimare in quello che è un personaggio che non sei tu e quindi c’è questo travestimento non solo esteriore, ma anche interiore.

C’è uno studio totalmente diverso. Io passavo le nottate a studiare i video dei personaggi che andavo ad imitare, per capire un po’ il loro modo di fare, la loro personalità, i loro movimenti e i loro atteggiamenti. Questa esperienza mi ha sicuramente formato tantissimo, anche perché è saltata fuori la mia parte più attoriale e questa è una cosa che mi ha stimolato.

Videoclip ufficiale di Ora dei Jalisse

MMI: Solo per Fabio: faresti mai Tale e quale show?

J: Chissà magari! Alessandra è fantastica è poliedrica e ha dimostrato delle doti recitative importanti. Per quanto mi riguarda non so, bella domanda! Mi piacerebbe… perché no! Anche se nell’occasione dove Alessandra si è esibita a Tale e quale io sono stato più nel backstage, più nel dietro le quinte con attività più manageriali. Io comunque sono un folle buono, mi piace mi diverto. Ci sono molti personaggi come Bowie o altri artisti particolari che mi piacerebbe interpretare. Insomma, ci devo pensare bene. Mi hai acceso una curiosità interessante.

MMI: Tantissimi sono i progetti alla quale avete preso parte nelle scuole e nelle carceri, ma continuerete ancora con questi progetti?

J: Assolutamente sì! Perché si vive di progetti e “Cantautori nelle scuole” è il nostro figlio maschio. Questo è il progetto a cui teniamo maggiormente perché sviluppa la creatività all’interno delle scuole. L’ultimo progetto è stato fatto in una scuola media e inoltre, ci hanno chiamato anche da un’università di Bari per fare una masterclass.

Noi però non ci fermiamo solo alla scuola; ad esempio “E se torna la voce”, è un brano nato durante un progetto nel carcere di San Vittore, insieme a Maurizio Fabrizi.  Il progetto nel carcere di San Vittore è nato grazie a Niccolò Buongiorno che per esaudire il desiderio del padre, ci ha chiamato per realizzare una sala prove all’interno di questo carcere e lui ci ha chiesto di essere direttori artistici di questo progetto, dove per circa tre mesi abbiamo tenuto degli incontri con i detenuti del carcere.

MMI: So che partirete con due progetti paralleli. Cosa ci potete raccontare?

J: Intanto ti posso dire che stiamo lavorando al progetto album, sarà una bella sorpresa e ci sono belle notizie, perché presto uscirà il prossimo singolo. Non abbiamo ancora una data precisa. Inoltre, stiamo partendo con due tour live: uno dedicato ad Ora o mai più live, con una serie di eventi che vede protagonisti noi e gli artisti che hanno fatto parte del programma sia della passata stagione che probabilmente quelli di quest’anno e parallelamente partirà anche il tour live dei Jalisse con i nostri musicisti. Dove porteremo in giro la bella canzone, non solo quella italiana, ma anche la canzone straniera e i nostri brani che molta gente non conosce.

Poi Alessandra interpreterà alcune canzoni, cavalli di battaglia che ha interpretato a Tale e quale. Insomma, durante il concerto ci sarà da divertirci. Per quanto riguarda il percorso musicale da solista di Alessandra, possiamo dire che stiamo preparando un album e ci sono tante idee, ma al momento non possiamo dire altro.

Ci ho preso gusto a cantare da solista – dice Alessandra Drussian – mi resta difficile pensare di stare staccata da Fabio sul palco, ma nelle serate con i Jalisse staremo di nuovo insieme. Comunque, manca veramente poco, dobbiamo solo aspettare.

Jalisse: Alessandra Drussian e Fabio Ricci - credit Giuseppe Cadamuro
Jalisse – credit Giuseppe Cadamuro
Share.

Lascia un commento