I sondaggi programmati

0

Ieri, lunedì sera 9 luglio è andato in onda su La7 il consueto appuntamento con la trasmissione di Enrico Mentana. Vediamo come certi sondaggi appaiono però programmati.

Il giornalista ha proposto, come al solito, il sondaggio sul momento politico, ma è parso che, la dimensione politica proposta fosse a dir poco programmata.

La sottile polemica

Come dicevo, i sondaggi programmati sono una caratteristica dell’attuale periodo politico. Vi è, ovunque, una sottile polemica, una nascosta propaganda, un’elegante quanto seriosa opposizione mascherata da statistica.

Numeri attendibili?

Il conduttore ha presentato una sequela di numeri statistici, apparentemente intoccabili.

Ecco allora che vediamo la Lega che perde mezzo punto percentuale passando dal 38 % al 37,5, il PD che sale al 26,7 con Forza Italia e Movimento 5 stelle fermi sulle loro posizioni.

Numeri reali

Eppure dai sondaggi diffusi da tutte le fonti piu attendibili dicono ben altro.

I sondaggi di Noto e de “Il Giorno ” danno un responso tanto diverso da essere, si noti l’arcano, esattamente all’opposto.

La Lega, secondo i più, avrebbe guadagnato 4 punti percentuali dalle Europee ad oggi. Inoltre, la questione delle ONG e di Carola Rackete avrebbe garantito un punto intero a vantaggio del partito del Ministro degli Interni soltanto nell’ultima settimana quando invece, per Mentana, era proprio stata la questione della Sea Watch a far leggermente scendere nei sondaggi Salvini.

L’ideologia

Insomma dove si pone il problema? Vi è un qualche obiettivo ideologico?

Da parte di alcuni rispettabili giornali, conduttori o programmi vi sono, dietro le quinte, dei fornitori privati ed esclusivi quanto poco affidabili riguardo ai sondaggi in materia politica? Oppure vi è un obiettivo interessato che fornisce tendenze, lievemente infiorettate da un’arbitrarietà mal celata per raggiungere obiettivi politici strategici. Magari a breve termine. Magari come discredito e delegittimazione. Magari semplicemente per portare dalla propria parte quale disinformato.

Nicolò Rovere

Share.

About Author

Lascia un commento