Il Cittadella passa! Spezia battuto 2-1

1

In questo primo turno preliminare, il Cittadella batte 2-1 lo Spezia. Doppietta di Moncini per i veneti, rete di Maggiore per gli spezzini. La cronaca del match.

Ed ora parola al campo! Solo una squadra potrà raggiungere la vetta. Tutte hanno le stesse possibilità. Questa gara è forse la più equilibrata di questi due preliminari. Lo Spezia ha dalla sua il fattore campo, il Cittadella è una squadra fastidiosa da affrontare che è riuscita a mettere in difficoltà tutte le avversarie. I padroni di casa hanno due risultati utili su tre, se la gara finisse in parità anche dopo i supplementari andrebbero avanti i ragazzi di Marino. La novità di questi play off è decisamente l’inserimento del VAR. Chi vince affronterà il Benevento. I bianchi si schierano con un 4-3-3, Marino ritrova Okereke e Galabinov in attacco. Venturato risponde con un 4-3-1-2 super offensivo, Siega come mezz’ala, giocatore votato all’attacco e Panico sulla tre quarti dietro le due punte Finotto e Moncini. E’ la prima volta che le due squadre si affrontano nei play off, nessuna delle due ha mai calcato il famigerato palcoscenico della Serie A. Le formazioni si equivalgono, per capacità tecniche e per carisma., hanno in organico personalità importanti che conoscono bene il tipo di pressione che una gara secca, come questa, può portare.

Primo tempo

In questo inizio di match il Cittadella parte aggressivo, ma lo Spezia si muove con parsimonia disinnescando le fiammate venete. L’atteggiamento tattico dei padroni di casa sembra essere di attesa e di ripartenza all’occorrenza. All’8′ Okereke, la pedina che può far più male agli avversari, si gira e tira al volo un pallone che finisce alto. L’equilibrio tattico è palpabile, la sensazione è che il risultato possa sbloccarsi qualora il giro palla ed i dettami di gioco non seguano le direttive dei rispettivi allenatori. Al 18′ Moncini si divora il vantaggio, 15 secondi dopo, Okereke sul fronte opposto, ruba palla e serve un assist perfetto per Jasi che spreca. Al 22‘ però Moncini non sbaglia e segna l’1-0 per i suoi, passaggio di prima di Iori per Panico che spizza per l’attaccante. Cittadella avanti.

Lo Spezia sa di avere dalla sua il vantaggio di aver vinto tutti e due gli scontri diretti e cerca la rete del pari. Il capitano del Cittadella, ha una gran libertà di manovra, si lotta poco a centrocampo, la tendenza è per entrambe le compagini di passare da un fronte all’altro con lanci lunghi baipassando appunto il cerchio di centrocampo. Ammonito Siega al 28′ per trattenuta su Okereke. Al 32′ chance per lo Spezia, dopo una lunga azione nella metà campo avversaria Jasi non finalizza un rimpallo. Giallo per Panico per fallo su Mora. Al 38′ altra occasione per i ragazzi di Marino, l’asse Okereke- Jasi sta funzionando, manca solo il tapin ma i due hanno il piede caldo. Sullo scadere dei primi 45′ Branca si fa ammonire. Le squadre vanno al riposo dopo aver giocato un primo tempo di gran ritmo.

Secondo tempo

Inizio convinto delle aquile, che partono aggressive, il Cittadella non deve subire troppo il pressing asfissiante degli avversari se vuole mantenere il vantaggio. I bianchi sono rientrati in campo imponendo il proprio gioco, al 50′ Paleari salva il risultato per i suoi. Un minuto dopo, sempre la coppia Okereke – Jasi dialoga egregiamente servendo un pallone che Maggiore finalizza segnando la rete del pari. Al 52′ sempre Paleari abbassa la saracinesca, e mette fuori un tiro defilato di Okereke;il numero 1 veneto non a caso è stato premiato come miglior portiere di questa Serie B. Moncini segna la sua doppietta, è il 65‘ l’attaccante veneto è sempre al posto giusto nel momento giusto, e mette in rete un pallone ribattuto da capitan Iori, immortale.

Arrivano i primi cambi, uno per parte, è il 68’Diaw rileva Finotto, per dare maggiore velocità con i suoi strappi all’attacco del Cittadella, Bidaoui per Jasi, Okereke si sposta a destra lasciando la fascia sinistra al neo entrato. Venturato è costretto ad usufruire del secondo cambio, Frare si ferma per un problema muscolare al suo posto Drudi. Risponde Marino buttando dentro Da Cruz al posto di Maggiore al 71′, Spezia a trazione anteriore, si gioca il tutto per tutto. Al 73′ entra in gioco anche il VAR per la prima volta nella storia della Serie B, annullando e negando la tripletta al solito Moncini che si è fatto trovare pronto sull’assist di Benedetti. Lo Spezia può ancora sperare, e Venturato sfrutta l’ultimo cambio, Cancellotti per Benedetti quando mancano 10 minuti al 90‘.

Galabinov sfiora il pari con una rovesciata plasitca da figurine Panini, Paleari risponde un secco no e mette la pezza. Bartolomei, ex di questa gara, entra la posto di Ricci, quando mancano 5 min più recupero. Gli ultimi minuti sono elettrici, il direttore di gara assegna 6′ di recupero che non servono allo però allo Spezia.

Vince il Cittadella, vince la squadra che ha avuto più convinzione, più consapevolezza dei propri mezzi e che ha dosato maggiormente le forze, sfruttando una condizione atletica impressionante, certo non da fine campionato.

Profilo Twitter Lega B
Share.

1 commento

Lascia un commento