Il loro sangue dovrà esser versato : i Medici

0

(Immagine dal web)

Terzo appuntamento settimanale. Eccoci catapultati nella magica Firenze e nelle avventure di lorenzo il magnifico e della sua famiglia. Cosa sarà successo questa settimana? Siamo vicini alla fine…

“Legàmi”: La fortuna sembra sorridere ai Medici: Lorenzo e Clarice hanno appena avuto un bambino e l’amicizia con Francesco Pazzi garantisce la pace a Firenze. Ma quando Sisto IV obbliga Sforza a cedergli Imola, il fragile equilibrio creato con Venezia e Milano viene messo seriamente in pericolo. Per questo Lorenzo pensa di mandare Giuliano nella città emiliana, ma il fratello rifiuta per non lasciare sola Simonetta.

(Immagine dal web)

Allora Lorenzo propone la città a Francesco Pazzi , che accetta. Ma nel frattempo Jacopo Pazzi cerca di ricongiungere i rapporti con l’unico nipote parlando con Novella Foscari , mettendola in difficoltà.
Francesco comincerà ad avere i dubbi su chi sia la sua vera famiglia e come Lorenzo abbiamo architettato tutto.

Salviati , intanto, va dal duca di Milano imponendoli di cambiare i suoi piani ovvero lasciare Imola allo stato pontificio e distruggere così i rapporti con Firenze.
Francesco alla fine abbandonerà Lorenzo, rispendendo Novella a Venezia e tornando alla Banca con suo zio per occuparsi dei conti papali.

Vespucci invece dubiterà della relazione tra sua moglie Simonetta e il noto pittore Sandro Botticelli allontanandola dalla bottega.

Lorenzo bloccherà tutti i prestiti da parte delle altre banche di Firenze verso il papato per la conquista di Imola. Fuori resteranno solo i Pazzi, che andranno contro l’ordine di Lorenzo. La puntata si concluderà con la nascita dell’erede di Guglielmo e Bianca. Ma il Papa si terrà il conto dell’allume (lasciandolo ai Medici) dando il resto ai Pazzi.

(Immagine dal web)

“Alleanze”: Approfittando dei timori di Lorenzo per la tenuta dell’alleanza con Milano e Venezia, i Pazzi scatenano un tumulto nella vicina Città di Castello. Giuliano, distrutto dal rifiuto di Simonetta, decide così di partire per sedare la rivolta, mentre il Papa dichiara guerra al comune sedizioso.

Così, con i Medici impegnati su più fronti, Jacopo Pazzi può finalmente avanzare la sua candidatura a gonfaloniere di Firenze. Jacopo è convinto che la banca Medici sia debole dopo aver perso i conti papali ; prendendo il comando dei priori è intenzionato a distruggere la famiglia Medici una volta per tutte. Lorenzo dovrà verificare i voti: Giuliano andrà da Sir Vespucci e lui dal marito di Lucrezia Donati (Niccolò Ardinghelli).
Giuliano troverà come scusa la visita da Vespucci per rivedere Simonetta , che è gravemente malata e che rifiuterà per la seconda volta.

Intanto i Pazzi costringono Soderini a votare per loro offrendoli oro , che Soderini rifiuterà promettendoli comunque il suo voto.

La dama di Madonna Simonetta andrà a riferire ai Pazzi della relazione tra Simonetta e Giuliano così da mettere in difficoltà la famiglia Medici. Vespucci impazzirà e rinchiuderà la nostra povera Simonetta malata nelle segrete del palazzo.
Giuliano si reca a Milano dal Duca per dirgli che se non ci sarà nessun contratto Firenze cadrà nelle mani dei Pazzi e loro come Venezia non saranno più protetti.
Soderini alla fine rifiuterà di dare il suo voto a Jacopo Pazzi per riacquistare la fiducia di Lorenzo, ma verrà assassinato.

(Immagine dal web)

Lorenzo parte alla volta di Città di Castello per fermare il massacro e proporrà ai cittadini soldi dalla Banca Medici per diventare i vassalli del papa.
Giuliano scoprirà cosa Vespucci ha fatto a Simonetta e andrà in suo aiuto, ma purtroppo sarà troppo tardi per i giovani amanti.

(Immagine dal web)

Durante la riunione Lorenzo propone come tributo il figlio di Soderini, Bastiano, che accetterà il posto del padre come votante.
La puntata si conclude con l’omicidio del Duca Sforza. Cosa succederà nelle ultime due puntate della prossima settimana?

(Immagine dal web)

E voi cosa ne pensate? State seguendo i Medici? Lasciate un commento.

Melania Campobasso

Share.

Lascia un commento