Incursione di Salvini allo stadio Flaminio, mossa politica contro il M5S

0

Allo stadio Flaminio nuova visita da parte dell’ex ministro Matteo Salvini, per provocare i suoi rivali del M5S

L’ex ministro dell’Interno e leader della Lega, Matteo Salvini fa ancora parlare di sé. L’ennesimo blitz romano, dopo quello a Fonte Laurentina tra i roghi tossici il 4 Ottobre. Il parlamentare leghista ha organizzato un sopralluogo nello stadio Flaminio, struttura sportiva abbandonata del II Municipio romano. Salvini ne ha approfittato con una delle sue ”solite” dirette Facebook, sottolineando il degrado di Roma come mossa politica contro il sindaco Virginia Raggi, del M5S, suo nuovo nemico.

Le frasi di Salvini sul degrado, ennesima strategia politica?

”Facciamo due passi con gli abitanti del quartiere tra monnezza, camperisti e quant’altro. Per gli appassionati di sport il Flaminio significa qualcosa..”, così commenta Salvini riguardo al Flaminio, con altri esponenti della Lega nel territorio oramai abbandonato. Poi si schiera contro la sindaca Raggi, prima cittadina del comune da più di tre anni e sopratutto esponente del Movimento 5 Stelle, partito al quale Salvini era legato durante il governo Conte I, ma ora suo acerrimo nemico.

Cambiamenti per lo stadio? Le ”proposte”

Della ristrutturazione del Flaminio se ne parla da molto tempo ormai. Nel 2018, l’assessore allo sport Daniele Frongia, annunciò operazioni di bonifica, pulizia e rimozione dei rifiuti per poter creare la ”Casa del Rugby”. Ma non c’è stata storia, non per l’ex ministro dell’Interno, che puntualmente si mostra critico verso l’amministrazione del M5S.

Seguici su FB

Metropolitan Magazine Italia

Share.

About Author

Giulio Romano Carlo, nasce a Roma il 28 Aprile del 1999. Studente di Scienze dell'Amministrazione, collaboratore giornalistico e scrittore per hobby è autore del romanzo "Fight Combatti il tuo Destino" (Il Filo Editore,2019) e dell'antologia "Storie di Metafantasia"(Edizioni Progetto Cultura,2019).

Lascia un commento