Juventus, addio Champions: un grande Ajax passa 2-1

0

All’Allianz Stadium l’Ajax batte 2-1 la Juventus e accede alle semifinali di Champions League. I bianconeri aprono le marcature con Ronaldo, ma al portoghese rispondono van de Beek e de Ligt. Dopo un primo tempo di grande intensità, la squadra di Allegri si fa schiacciare nella seconda frazione.

Il sogno Champions per la Juventus si ferma ai quarti di finale: l’Ajax passa 2-1 e sconfigge un’altra big, dopo il Real Madrid, accedendo alle semifinali. Ronaldo apre nel primo tempo, con un gran colpo di testa che porta in vantaggio i bianconeri; al portoghese rispondono van de Beek e de Ligt. La squadra di Allegri impone gioco e intensità nel primo tempo, ma soffrono la rapidità di gioco degli olandesi nella seconda frazione di gioco. Ronaldo e compagni si arrendono contro un grande avversario e dicono addio al tanto agognato sogno Champions.

Primo tempo di grande intensità per la Juventus

Allegri schiera contro l’Ajax una Juventus molto diversa da quella dell’andata: De Sciglio sulla destra prende il posto di Cancelo e, dato il forfait di Douglas Costa e Mandzukic, Dybala torna titolare. I padroni di casa, a cui basterebbe un pareggio a reti inviolate per superare il turno, partono molto aggressivi, pressando alto e provando a verticalizzare. La prima occasione si presenta al 5′: Emre Can prova a ostacolare il rinvio di Onana, con la palla che però non centra la porta.

All’11‘ l’Ajax perde per infortunio il terzino sinistro Mazraoui, sceso in campo al posto dello squalificato Tagliafico e sostituito dal classe ’95 Sinkgraven. Dopo dieci minuti di grande intensità, l’Ajax riesce a creare un’interessante occasione con Tadic che inventa nello stretto un colpo di tacco, servendo Ziyech e poi van de Beek, che però spara alto. La Juventus reagisce e, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Dybala col sinistro da lontano prova a impensierire Onana, che blocca.

La squadra di Allegri insiste e trova il vantaggio al 28′ con il solito Cristiano Ronaldo: su calcio d’angolo il portoghese stacca indisturbato e firma l’1-0 Juve. L’arbitro si avvale del VAR per verificare un potenziale fallo in area di rigore su Veltman, spinto però clamorosamente dal suo compagno de Ligt: Turpin convalida. L’Ajax reagisce immediatamente e trova subito il pareggio con van de Beek, che sfrutta una palla sporca per spiazzare Szczesny: è 1-1.

Cristiano Ronaldo, a segno come all’andata (Credits: LaPresse/Marco Alpozzi)

L’Ajax sale in cattedra e schiaccia la Juventus

La Juventus torna in campo nel secondo tempo con un cambio obbligato nel reparto avanzato: Dybala, fermato da qualche problema fisico, lascia il posto a Kean. La partita è equilibrata, con l’Ajax che prova a dettare i suoi ritmi di gioco trovando però i padroni di casa ben schierati in campo. Gli olandesi provano quindi a sfruttare le ripartenze e trovano una grande occasione al 52′: su un contropiede van de Beek serve sulla destra Ziyech, a cui si oppone una parata straordinaria di Szczesny.

Il portiere polacco si supera ancora una volta qualche minuto dopo su un grande destro a giro di van de Beek. L’Ajax inizia a prendere campo e, come all’andata, nello stretto mette sempre in difficoltà i bianconeri. La squadra di Allegri prova a reagire con una buona ripartenza: Ronaldo si destreggia tra due avversari e apre a Kean, il cui tentativo termina sul fondo. La Juventus continua a soffrire e al 63′ si salva con Pjanic che intercetta un filtrante di Tadic durante una ripartenza, in modo decisivo.

Al 67′ ecco l’episodio decisivo: corner per l’Ajax e nella mischia stacca Matthijs de Ligt che porta in vantaggio gli olandesi. Per la Juventus la gara è tutta in salita: servono altre due reti per passare il turno. I bianconeri incassano e non riescono a reagire, con gli ospiti che sfiorano il terzo goal con Neres al minuto 74 a tu per tu con Szczesny. La squadra di Allegri attacca con coraggio e ha due buone occasioni, prima con Kean, poi con Ronaldo, senza trovare però la via del goal.

Mathijs de Ligt, 19 anni, difensore dell’Ajax (Credits: David Ramos/Getty Images)

All’80′ l’Ajax, approfittando di uno spazio sulla destra dopo un errore di Cancelo, trova il goal con Ziyech; Turpin però, su segnalazione del guardalinee e poi con silent check del VAR, annulla la rete per posizione di fuorigioco del marocchino. Al 90′ ecco un episodio da rivedere alla moviola: traversone di Bentancur intercettato da Blind, forse con un braccio. Il direttore di gara attraverso un silent check non assegna la massima punizione ai bianconeri, poichè il difensore olandese tocca il pallone con il braccio.

Il match termina 1-2 e gli olandesi accedono alle semifinali contro la vincente tra Manchester City e Tottenham. Per la Juventus si spegne il tanto agognato sogno Champions: per CR7 e compagni l’avventura si ferma ai quarti di finale.

TABELLINO

FORMAZIONI
JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; De Sciglio (65′ Cancelo), Rugani, Bonucci, Alex Sandro; Emre Can, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi (81′ Bentancur), Ronaldo, Dybala (45′ Kean).
All. Allegri

AJAX (4-2-3-1): Onana; Veltman, de Ligt, Blind, Mazraoui (11′ Sinkgraven, 81′ Magallòn); Schone, de Jong; Ziyech (88′ Huntelaar), van de Beek, Neres; Tadic.
All. ten Hag

MARCATORI: 29′ Cristiano Ronaldo (Juventus), 34′ van de Beek (Ajax), 67′ de Ligt (Ajax)

Share.

Lascia un commento