Larèt | Release video “Quello che volevo” il 10 al Marmo!

0

Larèt, release video QUELLO CHE VOLEVO, Domenica 10 marzo al Marmo – Spaghetti Unplugged

Larèt presenterà  il suo primo singolo il 10 marzo al Marmo, in occasione dell’appuntamento domenicale con Spaghetti Unplugged, fortunatissimo format della capitale, che ospita sul suo palco artisti emergenti e volti noti della scena musicale, lasciando spazio anche all’improvvisazione. Tra i protagonisti della serata insieme a Larèt, ci saranno Galoni, Gnut & Sollo + URLO Records, Tita, Penthotal e Gabriele Esposito. Assisteremo anche alla release del video di Quello Che Volevo , che da mezzanotte sarà online sul canale Youtube di Larèt

Larèt in studio per Quello Che Volevo 
Ph Giusy Chiumenti
Larèt in studio per Quello Che Volevo Ph Giusy Chiumenti

Larèt parteciperà stasera 8 marzo alla serata It’s Up To You, contest musicale che si terrà al Largo Venue insieme a K_Mono, Claire Audrin, Rosa White ed Adelasia. Una serata tutta al femminile dove il pubblico giuria del contest, voterà la vincitrice. Special guest: Mèsa

Quello che volevo è il  titolo del singolo di debutto di Larèt, giovane cantautrice romana alle prese con la lavorazione del suo primo ep in uscita alla fine del 2019.

Un brano che non nasconde contaminazioni soul ed atmosfere rarefatte, che richiamano nei contenuti e nelle scelte stilistiche la Amy Winehouse di Back to Black.

Larèt in studio per Quello Che Volevo  Ph Giusy Chiumenti

Larèt in studio per Quello Che Volevo Ph Giusy Chiumenti

Un lavoro attento ed intenso per l’artista, vincitrice del contest musicale organizzato da Metropolitan Magazine Italia.Valentina Rettaroli, in arte Larèt , è una novità interessante all’interno del panorama musicale romano e nazionale, e può vantare esperienze passate di arte di strada e concerti in Europa, che hanno contribuito ad ampliare ed arricchire il suo bagaglio artistico, affinandone ed indirizzando è i gusti musicali.

È infatti indubbio che il primo singolo dell’artista attinga chiare influenze dalla scena musicale britannica degli anni 2000, spaziando tra il pop ed un soul decisamente moderno.

Anche il testo risulta d’impatto nella sua semplicità, e lei stessa lo descrive in questi termini: “il mio brano parla di cose che non si vedono. Non si vedono i fili che ti avvolgono le mani e il cuore e ti legano a chi alimenta le tue paure.

Non si vede, ma si sente, il coraggio con cui spezzi certi legami, e volti pagina.”

Per la realizzazione del brano, Larèt si è affidata allo studio di produzione Pyramid, a Roma.

Larèt sui social: facebook instagram YouTube

Ufficio Stampa

Metropolitan Magazine Italia

ufficiostampa@metropolitanmagazine.it

Management & Booking

Management Russo

management.russo@gmail.com


Share.

Lascia un commento