Lite Spataro-Salvini per un tweet del leghista Il capo della procura torinese Armando Spataro ammonisce il ministro dell’Interno Matteo Salvini di aver rischiato di guastare gli esiti di un’indagine su spaccio di droga e prostituzione gestita dalla mafia nigeriana.

0

Lite tra il procuratore capo di Torino, Armando Spataro, e il ministro degli Interni, Matteo Salvini.

Lite a causa di un tweet con cui il leader leghista ha annunciato un’operazione della polizia contro un’organizzazione per delinquere di stampo mafioso, composta da 15 mafiosi nigeriani che sono stati arrestati a Torino.

Il tweet di Salvini

Le nostre forze dell’ordine sono tra le migliori al mondo, e queste operazioni non fanno altro che confermarlo” ha scritto Salvini sui social.

Il tweet di Salvini (Photo Credits: www.lastampa.it)

Inoltre, il ministro ha diffuso anche la notizia di una serie di arresti: a Palermo nei confronti di esponenti della nuova cupola di “Cosa nostra”, e a Bolzano riguardo alcuni spacciatori.

L’ira del pm Spataro

Il procuratore capo Armando Spataro, in un comunicato, attacca immediatamente Matteo Salvini. “Il tweet ha fatto sorgere rischi di danni al buon esito dell’operazione che è tutt’ora in corso. Ci si augura che per il futuro il ministro dell’Interno eviti comunicazioni simili o quantomeno voglia informarsi sulla tempistica al fine di evitare rischi di danni alle indagini in corso“.

Il procuratore di Torino, Armando Spataro (Photo Credits: ilmanifesto.it)

Inoltre, Spataro accusa Salvini di aver diffuso quasi esclusivamente notizie false. Il comunicato dice che gli arrestati non sono 15, che gli arrestati non sono tutti accusati di associazione mafiosa e inoltre sottolinea che, essendo l’operazione ancora in corso al momento del tweet, non era possibile fornire ulteriori informazioni. 

Il comunicato della procura torinese (Photo Credits: torino.corriere.it)

La controreplica di Matteo Salvini 

Ma non si fa attendere la replica del responsabile del Viminale: “Inaccettabile dire che il ministro dell’Interno possa danneggiare indagini. Qualcuno farebbe meglio a pensare prima di aprire bocca. Se il procuratore capo a Torino è stanco, si ritiri dal lavoro. A Spataro auguro un futuro serenissimo da pensionato. Se il capo della polizia mi scrive alle 7:22 informandomi di operazioni contro mafia e criminalità organizzata, un minuto dopo mi sento libero di fare i complimenti alle forze dell’ordine“.

Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini (Photo Credits: gds.it)

La polemica tra il ministro e il magistrato arriva a ridosso proprio del pensionamento del pm. Spataro andrà, infatti, in pensione il 17 dicembre prossimo, giorno dopo il suo settantesimo compleanno, età massima per la permanenza in magistratura. 

Patrizia Cicconi

Share.

About Author

Lascia un commento