Mammuth brutta partenza contro Trieste

0

I Mammuth cedono 3-10 contro il Trieste nella prima gara della seconda fase. Adesso si deve pensare solo a correggere gli errori ed ai prossimi impegni.

“Perdere è un modo di apprendere. E vincere, un modo di dimenticare quel che si è appreso.”

Perdere o vincere, due facce della stessa medaglie, quella della competizione. A volte il filo che le separa è molto sottile, labile e noi siamo in bilico su di esso. Carlos Drummond De Andrade, scrittore e poeta brasiliano, ribalta con questa sua frase il modo comune di vedere le cose. Siamo abituati a vivere la vittoria solo nei suoi aspetti positivi, di contro la sconfitta solo nei suoi aspetti negativi. Certo, quando si perde difficilmente si riesce a trarre un aspetto positivo, ma la differenza potrebbe essere proprio questa.

Mammuth KO con Trieste

Su questo aspetto sono d’accordo i Mammuth che sabato hanno rimediato una secca sconfitta dal Trieste nella prima gara della seconda fase di serie B. Si sapeva che la gara non sarebbe stata facile dato l’avversario ostico e sopratutto mai incontrato prima, ma dispiace per come sia avvenuta. Di fatto i giallorossi non sono mai riusciti a stare in partita nonostante la volontà di combattere e onorare l’incontro. Davanti i propri tifosi, sempre calorosi ed attaccati alla squadra, non si è riuscito a contenere un avversario quadrato e determinato che ha fatto capire come in questa fase il livello si sia alzato e che il margine di errore sia limitatissimo.

mammuth-hockey
Federico Pizzi e la tifoseria del Palamunicipio

Mammuth nelle acque dei Corsari

Ogni gara è importante, ognuna va affrontata in modo distinto, volta per volta, cercando di capire chi si ha davanti e cercando di dare il meglio. Tutto questo con la lucidità capacità di prendere insegnamento da tutto, che sia una vittoria, ma sopratutto da una sconfitta. Gli errori di oggi devono essere la base per le vittorie di domani.
Il gruppo ha accettato con grande maturità il risultato e ha fin da subito cercato di analizzare i problemi che hanno portato a questo. Certo il dispiacere c’è stato, ma nessuna faccia rassegnata, nessun commento negativo, solo tanta voglia di tornare in pista per lavorare.

Sabato ci sarà subito un altro appuntamento importante, contro i Corsari Riccione, e bisognerà farsi trovare pronti. Non esistono gare facili e non ci aspettiamo assolutamente che questa lo sia. Vogliamo apprendere dai nostri errori, ma prima ancora non vogliamo dimenticare ciò che ci hanno insegnato.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DI LORENZO PIERALLI

PAGINA FACEBOOK MAMMUTH HOCKEY ROMA

PAGINA FACEBOOK METROPOLITAN MAGAZINE ITALIA

Share.

Lascia un commento