Milan: Lazio fondamentale, Inter: vincere a Frosinone per la Champions

0

Entrambe le milanesi sono in corsa per un posto nell’Europa che conta, i nerazzurri sono in netto vantaggio, i rossoneri dovranno affrontare la Lazio a San Siro per mettere un timbro fondamentale.

LA CARICA DEL TUTTO ESAURITO

A San Siro , per Milan-Lazio ci sarà il tutto esaurito, ennesima conferma del supporto dei tifosi per questo Milan, voglioso di arrivare in Champions per continuare l’ascesa verso i vecchi fasti. Fin da inizio anno la Lazio è stata l’avversaria più accreditata per un posto in Champions insieme alle milanesi e alla Roma. Pur avendo avuto molte occasioni per agganciare il quarto posto, i biancocelesti sono sempre caduti sul più bello, perdendo punti importantissimi per l’accesso alla fase a gironi dell’ex Coppa dei Campioni.

Adesso non si può più sbagliare, mancano 7 giornate alla fine del campionato, chi acciuffa i tre punti farà un grande passo in avanti per l’obiettivo. Gattuso come affronterà la Lazio? Probabilmente la formazione sarà la stessa della grande prova a Torino contro la Juventus. Seppur alcuni elementi non abbiano brillato, il tecnico calabrese si fida dei suoi giocatori, continuando a dare fiducia agli stessi 11. Su tutti Suso e Calabria dovranno rifarsi: la catena di destra è stata sempre il punto di forza dei rossoneri, ma ultimamente i due esterni hanno deluso le aspettative, sbagliando molto, e convincendo poco.

Il terzino italiano ha causato il gol di Kean, con un brutto pallone regalato al centrocampo juventino, oltre alla fase offensiva decisamente deludente. Per l’esterno spagnolo il discorso è decisamente diverso: da un po’ di partite “il cardellino” non riesce ad incidere nella partita, denotando una forma fisica e pscologica decisamente sottotono. Confermato Borini sulla fascia sinistra, giocatore che riesce a dare equilibrio e che permette a Ricardo Rodriguez di spingere un po’ di più. Confermatissima dunque la difesa ed il centrocampo, che con il ritorno di Kessie è decisamente più solido.

Ovviamente niente dubbi su Piatek, oramai diventato un titolarissimo e amatissimo dai tifosi rossoneri. Indisponibile Donnarumma, in campo ritornerà Pepe Reina,già in campo con la Juventus. Toccherà a Gattuso riuscire ad interpretare bene la partita, per fare un passo decisivo per sentire la musica della Champions l’anno prossimo.

milan-inter
Kessie e Piatek, perni del Milan di quest’anno. (Fonte: calcio d’angolo)

A FROSINONE PER ALLUNGARE

Diversa la situazione dell’Inter di Spalletti: dopo la vittoria nel derby di diverse settimane fa, anche grazie ai punti persi dalle rivali, l’Inter è in netto vantaggio per un posto in Champions rispetto alle altre squadre. In ciociaria, i nerazzurri dovranno affrontare il Frosinone, in lotta per non retrocedere.

La partita non è sicuramente da sottovalutare, dato che la squadra di Baroni è riuscita a sbancare l’Artemio Franchi di Firenze la scorsa settimana. Oltre a tutto ciò, l’Inter dovrà fare a meno di Brozovic, perno del centrocampo indispensabile per la doppia fase di Icardi e compagni. Di positivo c’è sicuramente il ritorno da titolare di Nainggolan, trequartista nel 4-2-3-1 Spallettiano.

Il belga deve ritornare a fare la differenza, per portare i compagni a giocarsi per il secondo anno consecutivo i gironi della competizione più importante d’Europa. Spazio anche a Miranda in difesa, poiché l’olandese De Vrij è indisponibile. Al posto del croato Brozovic ci sarà Gagliardini, sempre pronto quando è stato chiamato in causa. In attacco Icardi, con Perisic e Politano sugli esterni, chiamati a fare una prestazione superiore rispetto alla partita contro l’Atalanta della domenica scorsa. I tre punti sono dunque fondamentali, per poter confermare il terzo posto.

milan-inter
Ivan Perisic, esterno titolare dell’Inter. (fonte: tuttomercatoweb.com)
Share.

About Author

Studente di Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all'Università di Palermo.

Lascia un commento