MMI Today | La nascita del Consiglio d’Europa

1

Il 5 maggio è una data importante per la storia dell’Europa come la conosciamo oggi. In questo giorno, nel 1949, fu stipulato il Trattato di Londra con cui si sanciva la nascita del Consiglio d’Europa, la prima organizzazione internazionale europea del dopoguerra che ancora oggi si occupa di promuovere la democrazia e l’identità culturale europea e di risolvere i problemi sociali in Europa

Il 5 maggio, fino al 1985, si celebrava la Giornata dell’Europa per ricordare il giorno della fondazione del Consiglio d’Europa, festa spostata poi dalla CEE il 9 maggio. Oggi è anche la Giornata Internazionale delle Ostetriche voluta dalla Confederazione Internazionale delle Ostetriche con la conferenza internazionale di Amsterdam nel 1987 e festeggiata per la prima volta in tutto il mondo nel 1991

Il 5 maggio si celebra la nascita del Consiglio D'Europa
Il Consiglio D’Europa, immagine tratta da coe.int

Il 5 maggio nella storia d’Europa e non solo

La storia del 5 maggio comincia nel 1821. In quel giorno moriva in esilio a Sant’Elena, a causa di un tumore allo stomaco, Napoleone Bonaparte. Due mesi dopo, saputa la notizia della morte dell’imperatore dei francesi, Alessandro Manzoni gli dedica la famosa poesia Il 5 maggio. Restiamo nelle vicinanze della Francia, in particolare in Belgio dove il 5 maggio 1835 fu inaugurata la ferrovia Bruxelles-Malines, la prima dell’Europa continentale.  Il 5 maggio è una data importante anche per il Risorgimento italiano. In quel giorno del 1860 Garibaldi e i suoi Mille partirono da Quarto alla volta della Sicilia per conquistare il Regno delle Due Sicilie

Europa: Il 5 maggio si celebra la nascita del Consiglio D'Europa
Napoleone Bonaparte, immagine tratta vulcanostatale.it

Facciamo un salto nel tempo fino al 5 maggio 1912 quando esce in Russia il primo numero di Pravda, Verità, Il giornale del comunismo sovietico. 33 anni dopo, il 5 maggio 1945, gli americani entrano nel campo di concentramento di Mauthausen liberando i suoi 10000 sopravvissuti di cui 3000 moriranno nei mesi successivi per le cattive condizioni fisiche

Le terribili immagini del campo di concentramento di
MauthausenM

Ritorniamo ora in Italia dove il 5 maggio 1946 il giornalista Massimo Della Pergola lancia con la nascente Sisal, la prima schedina che nel 1948 prenderà il nome di Totocalcio. Un anno dopo, il 5 maggio del 1947, è il momento di un altro primato nel nostro paese. Quel giorno partì il primo volo aereo italiano di linea del dopo guerra sulla tratta Torino-Catania con scalo a Roma. Un anno dopo, il 5 maggio 1948, l’Italia repubblicana ha il suo simbolo

Europa. Il 5 maggio si celebra la nascita del Consiglio D'Europa
L’Emblema della Repubblica italiana, immagine tratta da medium.com

Dal 1971 il 5 maggio rappresenta una data triste per la storia del nostro paese. Quel giorno il procuratore capo di Palermo Pietro Scaglione veniva ucciso nella sua auto con il suo autista dal boss mafioso Luciano Liggio. Un anno dopo, sempre a Palermo, il 5 maggio 1972 precipitò il volo Alitalia 112 causando 115 morti. Il 5 maggio 1998 in Campania, tra le province di Avellino e Salerno, a seguito di violente piogge, si verificarono devastanti frane e smottamenti che causarono 160 morti. I paesi più colpiti furono Quindici e Sarno

L’alluvione di Sarno del 1998

Concludiamo il nostro excursus storico ricordando che il 5 maggio 2004, a seguito delle proteste per 24 morti dovute alle torture inflitte da militari statunitensi e inglesi a prigionieri iracheni e afgani, il presidente G.W.Bush parla alle tv arabe rilasciando alcune pesanti dichiarazioni

Europa: Il 5 maggio si celebra la nascita del Consiglio D'Europa
G.W.Bush, immagine tratta da northjersey.com

Nati oggi

Il 5 maggio 1818 è il giorno della nascita di Karl Marx, il filosofo anticapitalista autore del Il Capitale, la bibbia del partito comunista. Oggi era anche il compleanno di Elizabeth Jane Cochran, nata nel 1864 e nota come Nelly Bly, la prima giornalista investigativa di tutti i tempi, e di Henryk Sienkiewicz, nato nel 1846 e famoso per essere l’autore del grande romanzo storico Quo Vadis da cui fu tratto anche un leggendario film kolossal di cui vi regaliamo una scena

Quo Vadis

Facciamo anche gli auguri all’allenatore di calcio di Serse Cosmi che oggi compie 61 anni e al calciatore Emanuele Giaccherini che ne compie 34. Andiamo nel mondo della musica per ricordare che oggi è il compleanno di James LaBrie , il leader canadese dello storico gruppo rock dei Dream Theather, del re ell’UK Garage e two-step Craig David e infine della grande pop star britannica Adele di cui vi facciamo ascoltare la bellissima Skyfall, la colonna sonora dell’omonimo film della saga di 007

Adele, Skyfall

Morti oggi

il 5 maggio del 2000 si spegneva il grande ciclista e vincitore del Giro d’Italia Gino Bartali, protagonista di tante battaglie con l’altra leggenda del ciclismo italiano Fausto Coppi. 4 anni dopo, sempre il 5 maggio, veniva a mancare il grande telecronista sportivo Nardo Martellini che tutti ricorderanno per il suo storico urlo “Campioni del Mondo” alla fine della finale dei Mondiali 82’ vinti dall’Italia. Il 5 maggio è anche il giorno della morte di Bobby Sands, attivista politico dell’Ira che nel 1981 morì a causa di un lungo sciopero della fame iniziato per protestare contro le brutali condizioni di vita riservate ai detenuti repubblicani nord irlandesi nel famigerato carcere di Long Kesh. La storia della sua protesta è raccontata nel film Hunger , con Michael Fassbender, di cui vi mostriamo una scena

Hunger

Vi ricordiamo che il 5 maggio 1986 veniva trasmesso l’ultimo episodio della famosa serie tv, ambientata in una nave da crociera, Love Boat. Oggi si celebra inoltre la Giornata Nazionale dell’Epilessia con l’obbiettivo della sensibilizzazione su questa malattia e di spazzare via i pregiudizi a cui essa legata. Vi lasciamo infine con il singolo I’m Outta Love, pubblicato da Anastacia il 5 maggio 1999, uno dei più grandi brani pop di tutti i tempi

Anastacia, I’m Outta love
Share.

About Author

Stefano Delle Cave è scrittore, giornalista pubblicista e regista. Laureato magistrale in D.A.M.S. all’Università di Roma Tre. Gli articoli redatti da Stefano giornalista hanno per tema il cinema, la cultura e la società civile in genere.