MWC 2019: in Spagna per le meraviglie del mobile

0

Oggi parleremo dell’MWC 2019 a Barcellona. L’MWC è una fiera annuale che mostra il meglio delle case produttrici di Smartphone: e quest’anno si tiene a Barcellona. Ora andiamo ad esaminare le novità e chi sarà presente alla fiera.

Iniziamo con un ibrido: Cosmo comunicator. Successore di Gemini PDA, è una via di mezzo tra uno smartphone e un palmare. Anche questa volta, la Planet Computer si è affidata a Indiegogo, un sito di crowfunding, ottenendo un incasso superiore al milione di dollari. E’ un device molto più vicino alle caratteristiche di prodotto commerciale rispetto al precedente.

Sotto la scocca troviamo un precessore Helio P70 e una GPU Mali-G72 MP3, affiancato da 6GB di memoria RAM e 128GB di memoria interna espandibile. Il display interno è un’unità da quasi sei pollici con risoluzione HD, mentre all’esterno troviamo un piccolo schermo secondario AMOLED da 2 pollici con 570 x 300 pixel, attraverso il quale è possibile utilizzare alcune delle funzionalità del device senza doverlo aprire. Non manca anche una fotocamera principale da 24 MP e una interna da 5 MP, batteria da 4.200 mAh2 porte USB Type-C, jack da 3,5mm e il supporto Dual SIM tramite una eSIM secondaria. Inoltre l’OS presente è Android 9, offrendo il supporto a Linux Debian e Sailfish OS, trasformandosi in un vero e proprio palmare futuristico.

E’ ufficiale: la casa cinese si presenterà a Barcellona con un device pieghevole. Non è stato annunciato con precisione che device sarà, ma l’immagine non lascia dubbi. Si tratta di uno schermo pieghevole regolato da un sistema di cerniere a tenerlo insieme. Huawei è sicura, si lancerà in questo lato del mercato. XiaoMi e Samsung hanno già fornito delle anticipazioni al riguardo e Royole, con il suo FlexPai è già pronto per la vendita.

Huawei scalda i motori e da Pechino annuncia l’intenzione di presentare due delle soluzioni mobile più attese del momento in un solo colpo: a Barcellona vedremo il primo smartphone con chip Balong 5000 5G (sub 6GHZ) e corpo pieghevole. Un device premium per cambiare passo e sfidare la concorrenza sulle tecnologie appena progettate, seppur non siano state rilasciate le caratteristiche esatte. Sappiamo tuttavia che non verrà implementato al momento lo spettro millimiter Wave.
A dirlo lo stesso Richard Yu, CEO del Business Group, nel corso della fiera 5G appena conclusa nel distretto industriale di Pechino. Ha anche annunciato che il prezzo dei device pieghevoli sarà superiore a 1.000 euro, e che il 2020 sarà l’anno del conclamato 5G .

La stessa azienda statunitense lo ha confermato alcuni giorni fa ma, soltanto da poche ore, sono emerse ulteriori aggiunte in merito ai 6 nuovi device Android che andranno a comporre la nuova gamma di ULTIMATE.

Si parte con il top di gamma, U620S POP, device dotato di un processore Helio P70, 6GB di RAM ed una doppia fotocamera anteriore con lo slider. Il modello U630S POP, invece, ha un Helio P22 e 4GB di RAM. U650S ha invece il display con il notch a goccia, processore Helio P22 e sempre 4GB di RAM. A completare la gamma ci sono U620S ed U570S.

Tra i nuovi device che verranno mostrati all’MWC ci saranno anche uno smartphone pieghevole ed uno smartphone con una batteria da 18.000 mAh.

A prescindere da cosa sarà presentato, il ritorno di Microsoft al MWC è già una notizia. Con la crisi e il definitivo naufragio del progetto Windows Mobile, la società aveva avuto ruoli inesistenti sia due anni fa sia quello successivo. Il fatto che quest’anno ci sia un vero e proprio invito stampa lascia sperare che la società tornerà con un proprio padiglione.

Microsoft HoloLens 2 è in sviluppo da moltissimo tempo ormai. La prima generazione è stata resa disponibile all’inizio di 3 anni fa, e la stessa ha subito precisato di non aver fretta di far uscire un successore. I tempi sono ancora acerbi per il settore, quindi ci si possono permettere cicli più ampi per avere la tecnologia adatta disponibile.

Sono già emerse molte indiscrezioni su HoloLens 2: è probabile che avrà un campo visivo doppio e sensori più raffinati, incluso un Kinect di ultima generazione. Come processori si parla di due Snapdragon 850 già visto in alcuni PC portatili Windows 10. Ci sarà anche una nuova versione del chip custom HPU (Hologram Processing Unit).

E queste sono solo alcune delle novità.
Arrivederci al prossimo articolo!

Valeria Tresoldi

Share.

About Author

Sono un piccolo Pokémon fuoco geneticamente nerd. Per il resto degli umani, sono una ragazza.

Lascia un commento