Napoli da Oscar: Liverpool battuto per 1-0 nel finale di gara

0

La Champions League è una competizione al quanto difficile. Le migliori d’Europa si affrontano per alzare la coppa dalle grandi orecchie. Gli azzurri questo lo sanno e lo devono dimostrare. Troppo superficiali le loro prestazioni negli ultimi anni in questa competizione. C’è chi dice che sia stata snobbata, c’è chi dice che il Napoli non sia mai stato all’altezza della sfida. Dopo un primo iniziale e sfortunato pareggio, la squadra di Ancelotti deve affrontare una squadra che si trova in un ottimo momento. Il Liverpool è una delle compagini che gioca il miglior calcio d’Europa, anche per questo è in testa alla Premier League. Vincere, per la squadra di Ancelotti, deve essere l’unico traguardo da raggiungere. Un eventuale pareggio o una sconfitta porterebbe il Napoli a perdere il secondo posto nel girone complicando di molto il passaggio del turno. Forte della vittoria sul PSG, la squadra inglese è ben determinata a consolidarsi prima del suo girone, per questo motivo ci si aspetta una partita giocata su alti ritmi.

STATISTICHE: Nonostante la sconfitta contro la Juventus, il Napoli gioca un buon calcio, rendendosi sempre pericolosa con tutti i suoi giocatori. Ancelotti ha modificato alcuni punti fondamentali del progetto portato avanti da Sarri. Il nuovo tecnico sta cercando di adattare tutti i suoi elementi al 4-4-2, ormai più che un’alternativa al 4-3-3 che ha portato tanti successi agli azzurri. La difesa del Napoli è attualmente il reparto meno affidabile. Contro la squadra di Allegri, gli azzurri hanno commesso alcuni errori evitabili di disattenzione. Ili Liverpool arriva a questa sfida come la favorita per la vittoria della Premier League e del match. Il tridente d’attacco della squadra di Klopp è uno dei più rapidi d’Europa, oltre ad avere un’alta media realizzativa.

FORMAZIONE NAPOLI 4-3-3: Ancelotti schiera Ospina in porta, in difesa Maksimovic, Koulibaly, Raul Albiol e Mario Rui, a centrocampo giocano AllanHamsik e Fabian Ruiz, mentre in attacco giocano CallejonMilik Insigne.

FORMAZIONE LIVERPOOL 4-3-3Klopp risponde con Alisson tra i pali, in difesa Robertson, van Dijk, GomezAlexander-Arnold, a centrocampo giocano Milner, Keita e Wijnaldum, mentre in attacco c’è il tridente ManéFirminoSalah.

CRONACA: Bellissima atmosfera al San Paolo con il popolo napoletano che incita senza sosta la propria squadra. Pressing alto di entrambe le squadre che impediscono di far giocare la palla con tranquillità alle difese. La prima occasione della partita è per il Napoli con Insigne che prova un bel diagonale rasoterra che sfiora il palo ma termina fuori al 10’. Al 15’ ancora Insigne, che scippa il pallone a Keita e calcia a giro ma il tiro esce di molto a lato della porta difesa da Alisson. Inizia a piovere a Napoli. Keita abbandona il campo per infortunio al suo posto entra Henderson al 19’. Momento positivo per il Napoli che trova diversi sbocchi nella difesa della squadra di Klopp. Il primo ammonito del match è Koulibaly. Il giallo arriva al 25’ dopo una bella progressione dello stesso difensore. Ancora Napoli questa volta con Milik che si gira in area di rigore avversaria lasciando partire un bel tiro, parato in due tempi dal portiere del Liverpool al 32’. Decisi quattro minuti di recupero. Giallo anche per Milner dopo una bruttissima entrata su Allan al 45’+2. Occasione per Milik che sfiora un bel pallone crossato da Insigne ma blocca Alisson al 45’+3. Il primo tempo termina 0-0. Fabian Ruiz impegna subito Alisson, questa volta però il portiere brasiliano non è perfetto al 47’. Ancora Fabian Ruiz che calcia in porta in maniera debole, ciò facilita la presa di Alisson al 50’. Il Napoli spinge, il Liverpool soffre. Continua a spingere il Napoli. Chiusura fondamentale di Alexander-Arnold su Milik che non riesce a calciare in porta davanti ad Alisson al 57’. Ci prova Salah con un bel tiro a giro sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma il tiro esce di poco al 67’. Entrano Mertens e Verdi ed escono Milik e Fabian Ruiz al 68’. Importante chiusura di Ospina che toglie a Mané la possibilità di calciare in porta al 71’. Salvataggio sulla linea di Gomez su un bel pallone colpito da Callejon al 73’. Al 76’ entra Fabinho per Milner. Esce Hamsik ed entra Zielinski all’81’. Traversa volante di Mertens su cross di Mario Rui all’82’. Super uscita di Ospina che blocca un’importante ripartenza di Salah all’86’. Entra Sturridge per Mané all’89’. Il Napoli la sblocca al 90’ con Insigne che raccoglie un bellissimo assist di Callejon e a porta vuota insacca il pallone, 1-0. Tre minuti di recupero. La partita termina 1-0.

di Luigi Giannelli

https://www.metropolitanmagazine.it/wp-admin/post.php?post=116116&action=edit

Share.

About Author

Lascia un commento