Pirati dei Caraibi 6: confermato il film, ma la Disney vuole tagliare Johnny Depp

0

Se vi dico “Pirati dei Caraibi”, quale immagine viene immediatamente proiettata nella vostra mente? 

Ovviamente quella del mitico Jack Sparrow
Lo spregiudicato pirata (come tutti quelli della sua categoria del resto), ma con in fondo (molto, molto in fondo) un cuore tenero. 
Ironico fino allo sfinimento, comicamente sfigato, ubriacone da far schifo, è il classico tipo che riesce a cavarsela in qualsiasi situazione, anche la più disperata.
Ma sarà così per il suo altrettanto eclettico interprete, Johnny Depp

In effetti, è proprio lui che ha dato al personaggio di Sparrow quell’unicità che lo contraddistingue.
Jack non esisterebbe senza Johnny, e Johnny… non sarebbe lo stesso attore, se non avesse mai interpretato questo ruolo. Le due personalità si sono fuse a tal punto che si può benissimo affermare che l’una è l’alter ego dell’altra.
Eppure, “nubi di tempesta” si addensano minacciose per il prossimo film della saga.

La Disney ha confermato che il sesto film si farà: Joachim Rønning, che si era già occupato del meno fortunato La vendetta di Salazar, dirigerà anche il nuovo capitolo; tuttavia la sua produzione non comincerà prima del 2020, in quanto il regista è ancora impegnato con le riprese del sequel di Maleficent.
La brutta notizia, però, sta nel fatto che la Disney sembra seriamente intenzionata a tagliare Johnny Depp dal film sostituendo il mitico Jack Sparrow o rimuovendo il suo personaggio.

La causa di questa scelta (non ancora confermata) è data dai numerosi problemi dell’attore, che stanno seriamente danneggiando la sua carriera e la sua immagine.
Qualche anno fa, la moglie Amber Heard chiese il divorzio da Depp, accusandolo di violenze fisiche.
Circa un mese fa, è venuta fuori una storia risalente all’aprile 2017: un location manager, Gregg “Rocky” Brooks, accusa Depp di averlo aggredito verbalmente e fisicamente sul set del film “City of Lies”
Per tale motivo, il film è stato ritirato dalle sale e congelato dalla casa di distribuzione, la Global Road Entertainment.

Come se non bastasse, più volte Johnny Depp è stato sulla bocca dei tabloid per i suoi eccessi con alcool e droghe e la sua dipendenza l’ha portato sull’orlo della bancarotta.
Di recente, l’attore stesso, ha dichiarato di spendere più di 30 mila dollari al mese in vino. 

Quindi, la Disney, che da sempre tiene molto all’immagine dei suoi collaboratori (ricordate lo scandalo delle foto con poppe al vento di Vanessa Hudgens, che ha rischiato la scomunica dalla Disney?) sta valutando la possibilità di tagliare l’attore dal prossimo “Pirati dei Caraibi”.

Una scelta che potrebbe compromettere definitivamente il già traballante equilibrio della saga. 
Ricordiamo che il precedente capitolo, ha causato una consistente perdita di guadagni alla Disney, visto lo scarso successo. Per cui, rimuovere definitivamente l’unico perno che tiene ancora in piedi la produzione, potrebbe essere un sensazionale autogol.

Voi che ne pensate? Sarebbe meglio non fare affatto il film, piuttosto che non avere Johnny Depp, o pensate che ciò potrebbe dare nuova vita alla saga?

Fatecelo sapere nei commenti!

 

EMANUELA DI ROSA

Share.

Lascia un commento