Preview Serie A: campionato al rush finale

0

Il campionato di Serie A è arrivato alla 36’ giornata, 270′ rimasti per dare gli ultimi verdetti.

La Juventus ha già festeggiato lo scudetto, mentre il Napoli ha consolidato il suo secondo posto. Lotta aperta dietro ai partenopei, con Inter, Atalanta, Roma, Milan, Torino a giocarsi gli altri due posti validi per la qualificazione alla prossima Champions League. Da decretare anche l’ultima retrocessa. Questo e molto altro da seguire nella prossima giornata di Serie A.

La corsa per la Champions League è ancora avvincente, quella per la salvezza sempre viva. A tre giornate dalla fine della Serie A 2018/2019 sono ancora alte le motivazioni delle squadre della Serie A. Molti dei posti che possono portare nelle prossime competizioni europee devono essere ancora assegnati e saranno decisivi i 270 minuti dalla chiusura di questa stagione.

Con il Frosinone che nell’ultima giornata si è aggiunto al Chievo nel ritorno ufficiale in Serie B, invece, nel prossimo turno di Serie A solamente l’Empoli potrà continuare a sperare nel sogno salvezza distante solamente 2 punti.

Atalanta-Genoa

La Dea vuole difendere il quarto posto dall’assalto di Roma e Milan, ma per farlo dovrà superare il Genoa. Momento di grande forma quello dei bergamaschi che in campionato non perdono addirittura dalla trasferta di Torino contro la squadra allenata da Walter Mazzarri del 23 febbraio. Le vittorie contro la Lazio e in trasferta hanno dato ancora più entusiasmo e sicurezza ai nerazzurri che adesso ci credono più che mai alla qualificazione. Milan e Roma sono staccati 3 punti in classifica, ciò a significare che il destino europeo dei bergamaschi dipende solo ed esclusivamente dai loro risultati. Gli inseguitori, sperando in qualche passo falso, dovranno farsi trovare pronti.

Il Genoa invece arriva alla sfida in con tutt’altro mood considerando visti i pochi punti raccolti nell’ultimo periodo. Nelle ultime 4 partite giocate sono solo 2 i punti portati a casa dalla formazione di Cesare Prandelli. Con una salvezza ancora da portare a casa diventa fondamentale cercare di fare punti per poi sperare in un passo falso dell’Empoli. Compito molto difficile visto lo strabordante momento di forma dell’Atalanta.

L’’Atalanta non ha vinto nelle due gare di questo campionato giocate senza Alejandro Gomez, un pareggio e una sconfitta. Il Papu è non sarà a disposizione di Gasperini per squalifica. (PHOTO CREDITS: CALCIO E FINANZA.IT)

Cagliari-Lazio

Il Cagliari, con 40 punti in classifica, non può dirsi ancora tranquillo e dovrà sicuramente continuare a lottare per portare a casa i punti che servono per assicurarsi la salvezza. I sardi vengono dall’impresa sfiorata al San Paolo contro il Napoli, sconfitti solo nel finale per colpa di un rigore che ha scatenato molte polemiche. Tra le mura amiche la squadra di Maran ha costruito molti dei suoi punti in classifica e viene da 5 vittorie nelle ultime 6 gare giocate. Alla Serdagna Arena è riuscita a imporsi solo la Juventus da metà febbraio ad oggi.

La Lazio di Simone Inzaghi si presenta a questa sfida col morale sotto i tacchi vista la sconfitta nello scontro diretto di settimana scorsa per accedere alla Champions. Avendo salutato probabilmente la qualificazione alla coppa dalle grandi orecchie ora dovrà difendere la qualificazione all’Europa League. Il principale obiettivo ora dei i biancocelesti è la finale di Coppa Italia proprio contro l’Atalanta. È molto probabile che Simone Inzaghi faccia riposare qualche giocatore chiave in vista della finale del 15 maggio all’Olimpico. Nell’ultima trasferta i biancocelesti hanno, invece, battuto la Sampdoria con un Caicedo in gran rispolvero, 4 gol e 1 assist nelle ultime quattro partite per l’attaccante ecuadoregno

Fiorentina-Milan

Una delle gare più importanti della 36’ giornata è quella del Franchi tra Fiorentina e Milan. Stagione priva di gioie per la Viola che si ritrova sorprendentemente immischiata nella lotta per non retrocedere. Rossoneri invece che lottano per un posto in Champions League, ma la concorrenza è agguerrita. La squadra di Gattuso ha il solo compito di vincere tutte le partite rimaste e sperare.

L’arrivo di Montella non ha giovato particolarmente ai viola. Pessimo score finora per l’allenatore ex Milan: 1 pareggio e 3 sconfitte, a cui si aggiunge anche l’eliminazione dalla Coppa Italia. Nell’ultimo turno la sconfitta contro l’Empoli ha fatto sprofondare la squadra a +8 sulla zona retrocessione, ors serve almeno un punto per conquistare la salvezza matematica.

Periodo molto complicato anche per il Milan. Dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia contro la Lazio, i rossoneri hanno perso male contro il Torino e poi vinto faticando a San Siro contro il Bologna. Senza contare il clima poco disteso nello spogliatoio dopo la questione Kessié-Biglia ed il botta e risposta con Acerbi, e ora anche la lite tra Gattuso e Bakayoko. La Champions è 3 lunghezze servirà la migliore versione di questo Milan per poter sperare nella qualificazione.

La Fiorentina non ha ancora vinto in casa in campionato nel 2019: sei pareggi e due sconfitte nel periodo per i viola, che non hanno nemmeno segnato nelle ultime tre gare interne. (PHOTO CREDITS: NOVANTESIMO)

Torino-Sassuolo

Il lunch match di Domenica sarà Torino-Sassuolo. La squadra di Walter Mazzarri è in piena corsa per un posto in Europa anche se il sogno Champions appare complicato. I neroverdi invece hanno poco da chiedere al loro campionato, avendo già centrato la salvezza, e puntano a non sfigurare in queste ultime uscite.

Il Torino sta attraversando un periodo di forma smagliante e viene dall’impresa mancata allo Juventus Stadium. Non perde da quasi due mesi fa quando il Bologna espugnò l’Olimpico per 3-2. Da allora solo risultati positivi per una squadra del presidente Urbano Cairo, una delle sorprese più belle di quest’ultimo campionato.

Anche il Sassuolo, nonostante il traguardo salvezza già in tasca, vive un buon periodo. Dopo il pareggio casalingo in rimonta col Frosinone di settimana scorsa i ragazzi di De Zerbi sono riusciti a battere la Fiorentina e a pareggiare contro la Lazio all’Olimpico nelle ultime uscite. A dimostrazione che la squadra emiliana venderà cara la pelle.

Frosinone-Udinese

La sfida tra Frosinone e Udinese mette di fronte due squadre con stati d’animo opposti. I padroni di casa, già retrocessi, non hanno più niente da chiedere alla classifica, mentre i friulani hanno assolutamente bisogno di punti per conquistare la salvezza.

La formazione di Baroni è reduce dal pareggio esterno contro il Sassuolo che ha sancito il ritorno in Serie B dopo appena un anno di permanenza nella massima serie. I ciociari proveranno ad onorare l’impegno e conquistare la seconda vittoria casalinga, dopo il successo per 3-2 contro il Parma di inizio aprile.

La squadra di Tudor deve difendere i soli due punti di vantaggio sull’Empoli. I friulani sono reduci da un importante pareggio casalingo contro l’Inter, ma nelle ultime tre trasferte contro Roma, Lazio e Atalanta non hanno mai trovato la via del gol. Al momento i 34 punti stagionali rappresentano il peggior bottino dei bianconeri in un campionato di Serie A a 20 squadre. I bianconeri dovranno tenere dunque alta l’attenzione per evitare di fare passi falsi.

Sampdoria-Empoli

La Sampdoria ha abbandonato il sogno Europa e si appresta ad affrontare gli ultimi impegni con serenità. Al Luigi Ferraris arriva l’Empoli che è invece ancora in piena lotta salvezza ed è alla disperata ricerca di punti. Match che promette spettacolo, con Quagliarella che andrà a caccia di gol per la classifica dei cannonieri. 

L’attaccante della Sampdoria Fabio Quagliarella è il primo giocatore nella storia della Serie A ad aver segnato il 25° gol stagionale all’età di 36 anni (36 anni e 94 giorni). (PHOTO CREDITS: GAZZETTA)

Sampdoria non sta passando proprio in un periodo brillante, nelle ultime cinque uscite sono state tre le sconfitte, un pareggio e una vittoria. I blucerchiati sembrano ormai aver tirato i remi in barca, ma l’obiettivo fissato è finire nella parte sinistra della classifica.

Anche L’Empoli non sta attraversando un momento particolarmente felice. Dopo due sconfitte consecutive i toscani sono infatti tornati a vincere solo nell’ultima giornata, nel derby contro la Fiorentina. L’obiettivo sarà ovviamente la vittoria, con la consapevolezza del grande rischio di scendere in Serie B

Spal-Napoli

La Spal ha appena conquistato la salvezza matematica. Campionato già finito anche per il Napoli, già certo di finire aritmicamente secondo. Sarà dunque un match senza da tensioni basato solo sullo spettacolo.

La Spal viene da un ottimo periodo. Dopo la sconfitta di Cagliari, i ferraresi non hanno più perso nelle successive 4 partite: 3  vittorie ed un pareggio. La classifica sorride infatti essendo a +10 sulla terzultima a 3 giornate dalla fine.

Il Napoli ha dimostrato di essere in calo da settimane. Dopo l’eliminazione dall’Europa League la squadra allenata da Ancelotti ha perso in casa con l’Atalanta e vinto con Frosinone e di misura e con molte polemiche contro il Cagliari.

Roma-Juventus

Vedrà di fronte Roma e Juventus il big match della 36’. Nulla da chiedere al campionato per i bianconeri, tantissimo ancora in ballo per i giallorossi. La Roma non è in un felicissimo momento, dopo aver sprecato nello scorso turno una ghiotta possibilità per rimanere attaccata all’Atalanta quarta, pareggiando a Marassi contro il Genoa, ora si trova a -3 dai bergamaschi e a pari punti con il Milan. Per i giallorossi ora è molto dura centrare l’obiettivo Champions, ma non sarà nemmeno facile riuscire ad andare in Europa League. Il Toro è infatti solo a -2 e, in caso i granata attuassero il sorpasso e la Lazio vincesse la Coppa Italia, gli uomini di Ranieri si ritroverebbero settimi e fuori da ogni competizione europea. Una vera catastrofe.

La Juventus è la squadra contro cui la Roma ha perso più partite (81) nella sua storia in Serie A, completano 49 pareggi e 39 successi giallorossi. (PHOTO CREDITS: FOX SPORT)

La Juve si presenta all’Olimpico senza pressioni, l’ottavo scudetto consecutivo è ormai già in bacheca. Dopo la matematica vittoria i bianconeri hanno rallentato venendo da due 1-1 consecutivi contro Inter e Torino. Una stagione piena di polemiche in casa Juve per il possibile addio di Allegri e la mancata vittoria in Champions e l’eliminazione in Coppa Italia.

Bologna-Parma

I rossoblu devono riprendersi dopo la sconfitta di misura a San Siro contro il Milan, arrivata nonostante una buona prestazione. I gialloblu invece vogliono proseguire nella loro striscia di risultati utili consecutivi per conquistare la salvezza matematica, e confermare quanto di buono fatto soprattutto ad inizio campionato. 

Il Bologna arriva al derby in un ottimo momento. I rossoblu vengono da tre vittorie, un pareggio e una sconfitta nelle ultime cinque giornate. La sconfitta contro il Milan nell’ultimo turno di Serie A pare essere solo un episodio per una squadra che, con Mihajlovic in panchina, ha avuto un cambio di marcia veramente notevole

Il Parma sta conquistando poco a poco la salvezza. I cinque pareggi conquistati nelle ultime cinque gare avvicinano i gialloblu alla certezza della permanenza in Serie A, a coronamento di un ottima stagione per i ducali considerando lo status di neo promossa e il percorso di crescita avvenuto dal fallimento della società nel 2015

Inter-Chievo

La 36’ giornata di Serie A si chiude con la sfida tra Inter e Chievo lunedì sera. I nerazzurri hanno perso di fatto il margine di sicurezza che avevano sulle avversarie, attualmente il terzo posto è in bilico con l’Atalanta che insegue a -1. I veneti invece sono già retrocessi in Serie B, la loro stagione è terminata da tempo.

Mauro Icardi ha segnato cinque reti nelle ultime sette sfide contro il Chievo in Serie A; l’attaccante dell’Inter non trova però il gol al Meazza in campionato dallo scorso 15 dicembre contro l’Udinese. (PHOTO CREDITS: INTER NEWS)

L’Inter non sta vivendo un momento positivo. Dopo la vittoria di Frosinone, sono arrivati 3 pareggi consecutivi con Juventus, Roma e Udinese

Il Chievo è comunque riuscito comunque a togliersi la soddisfazione di battere la Lazio all’Olimpico, poi il pareggio col Parma e la brutta sconfitta casalinga con la Spal, a dimostrazione che nonostante la retrocessione daranno tutto per onorare il finale di stagione.

Share.

Lascia un commento