Review Serie A: Gervinho show, crisi Roma e tanto altro… 5ª giornata di Serie A infuocata: il grande gol di Gervinho, continua la crisi Roma, sorridono i fratelli Inzaghi, bene Napoli, Inter e Juve, spreca il Milan

0

Si è chiusa ieri la 5ª giornata di Serie A. Inizia già a delinearsi un quadro più definito, anche se siamo ancora lontani dal traguardo. Andiamo a vedere cosa è successo in questa giornata, iniziata Venerdì con Sassuolo-Empoli e terminata ieri con Frosinone-Juventus.

SASSUOLO – EMPOLI (3-1)

Al Mapei Stadium di Reggio Emilia scendono in campo forse le due squadre rivelazione di questa Serie A, insieme alla SPAL. Partita divertente che si sblocca dopo 18 secondi, con Caputo che segna il gol più veloce nella storia dell’Empoli. Da lì in poi è dominio neroverde: gli uomini di De Zerbi rimontano e si impongono per 3-1. In gol il solito Boateng, Ferrari e Di Francesco. Da segnalare, nell’Empoli, l’espulsione di Zajc al 71′ per doppia ammonizione.

PARMA – CAGLIARI (2-0)

Il Parma trova la sua prima vittoria casalinga in questa Serie A. I gialloblù di D’Aversa si impongono per 2-0 su un Cagliari spento rispetto all’ultima uscita contro il Milan alla Sardegna Arena. Per il Parma in gol Inglese e Gervinho con l’ivoriano che si inventa un coast-to-coast clamoroso e firma uno dei gol più belli del nostro campionato, fino ad ora. Da segnalare, nel Cagliari, l’assenza di Pavoletti. Per il centravanti sardo un problema alla schiena a poche ore dall’inizio del match.

FIORENTINA – SPAL (3-0)

La SPAL si presenta all’Artemio Franchi con la miglior difesa d’Europa, primato che viene puntualmente infranto dalla Fiorentina. Per gli uomini di Pioli in gol Pjaca (primo gol in assoluto in Serie A), Milenkovic e Chiesa. La Fiorentina torna a vincere dopo la sconfitta contro il Napoli e il pareggio nel recupero di mercoledì contro la Sampdoria. Per la SPAL seconda sconfitta in campionato dopo quella contro il Torino nella 3ª giornata.

SAMPDORIA – INTER (0-1)

L’Inter sbanca Marassi e porta a casa 3 punti importantissimi per il morale e, soprattutto, per la classifica. Per gli uomini di Spalletti la vittoria arriva in ”zona Tottenham” con Brozovic che regala la vittoria ai nerazzurri al 95′. La partita è rocambolesca, il VAR annulla due gol all’Inter, prima a Nainggolan e poi ad Asamoah e Spalletti viene allontanato dal campo a fine partita. L’Inter si porta a 7 punti in classifica e raggiunge proprio la Samp. Per i blucerchiati arriva la seconda sconfitta stagionale dopo quella contro l’Udinese alla 2ª giornata.

Brozovic e compagni esultano per il gol vittoria al 92′ (PHOTO CREDITS: Il Messaggero)

TORINO – NAPOLI (1-3)

Il Napoli di Ancelotti batte per 3-1 un Torino spento. Per gli azzurri doppietta di un Insigne in un periodo di forma eccezionale e primo gol di Verdi in Serie A, con il Napoli. Nel Torino ci prova Belotti a riaprire la gara con il gol segnato su calcio di rigore, ma niente da fare. Troppo Napoli per i granata di Mazzarri che, per la prima volta in stagione, sono sembrati stanchi e compassati. Napoli che consolida il secondo posto in classifica.

BOLOGNA – ROMA (2-0)

Continua la crisi Roma. La squadra di Di Francesco perde al Dall’Ara e rimane a 5 punti in classifica dopo 5 gare (1 vittoria, 2 pareggi, 2 sconfitte). Il Bologna gioca una partita di cuore e mette a tappeto una Roma spenta, quasi svogliata. Per i rossoblu a segno Mattiello e Santander che regalano i primi due gol e la prima vittoria in questo campionato a Filippo Inzaghi

Mattiello esulta alla CR7 dopo il gol (PHOTO CREDITS: SportFair)

LAZIO – GENOA (4-1)

La Lazio di Simone Inzaghi a valanga sul Genoa. Per i biancocelesti è la 4ª vittoria consecutiva tra Serie Aªª ed Europa League. Nella Lazio a segno Immobile con una doppietta, Milinkovic Savic e Caicedo. Per il Genoa di Ballardini in gol il solito Piatek, al quinto gol in 4 presenze assolute in Serie A, l’ultimo a riuscirci era stato Andriy Shevchenko

CHIEVO – UDINESE (0-2)

Il Chievo di D’Anna non riesce a dare continuità dopo la grande prestazione contro la Roma e perde in casa contro l’Udinese, rimanendo a -1, all’ultimo posto in classifica. La squadra di Velàzquez gioca una grande partita e si impone per 2-0 al Bentegodi. Nell’Udinese in gol De Paul e Lasagna

MILAN – ATALANTA (2-2)

Il Milan si fa rimontare per due volte da una Atalanta che non muore mai. Un ping-pong di emozioni che si conclude con un pareggio agguantato in extremis da Rigoni al 91′. Gli altri gol della gara sono di Higuaìn (gol più veloce della storia del Milan in Serie A, dopo 1’33”), Zapata e Bonaventura. I rossoneri di Gattuso vanno ad impattare gli uomini di Gasperini a 5 punti in classifica. 

FROSINONE – JUVENTUS (0-2)

La Juventus vince, con un po’ di fatica, al Benito Stirpe per 2-0. Gli uomini di Allegri riescono a sbloccare il risultato, contro un Frosinone in modalità catenaccio, solamente negli ultimi minuti grazie ai gol di Ronaldo e Bernardeschi. Per i ragazzi di Longo ancora nessun gol in questa Serie A. La Juventus fa 5 su 5 in campionato e consolida il primo posto in classifica.

Bernardeschi e Ronaldo esultano per il 2-0 (PHOTO CREDITS: Eurosport)

 

EDOARDO DI NUZZO

 

Share.

Lascia un commento