#ROCK RE-MEMORIES#10: Led Zeppelin

0

” #Rockmemories è un modo di ricordare artisti di oggi e di ieri legati alla mia vita, una vita che ha una sola passione: quella per la musica ed il rock in particolare, strizzando un occhio ai vinili che fanno parte della mia collezione. 
Condividere periodicamente con voi i miei ricordi sarà come creare insieme una colonna sonora: ognuno di noi ha giorni felici e meno felici che la musica, come per magia, può riportare alla mente e suscitare #emozioni evocare #volti e farci #sognare “
Pasquale Colosimo

Stava arrivando il fine settimana.

La piazza davanti alla chiesa era piena: alcuni di noi erano seduti sulle “nostre” panchine; altri passeggiavano e altri andavano nel vicolo a fumare una sigaretta di nascosto; e c’era invece chi, più fortunato degli altri, faceva il romanticone nella panchina all’angolo, l’unica più nascosta e ottimale per le coppiette.

Era tardo pomeriggio e, come altre volte, stavamo facendo colletta per comprare “pitta e mortadella” al supermercato della piazza famoso, per l’appunto, per la mortadella fresca e molto buona. Di lì a poco avremmo fatto a turno nella cabina telefonica all’angolo per chiamare casa e dire: “mamma io resto fuori ho mangiato in piazza con tutti gli altri”.

Uno degli amici disse: “Ragazzi sabato ho casa libera a mare che dite andiamo a divertirci?

E noi, senza riflettere, come sempre, rispondemmo “Certo che si!

Arrivò quindi il tanto atteso fine settimana e in tanti scendemmo giù al mare sfruttando gli immancabili passaggi in autostop, lo facevamo sempre, insomma alla fine io e gli altri amici eravamo un bel po’…

La casetta era proprio vicinissimo al mare, c’era il giardino davanti casa e poi subito la sabbia della spiaggia, troppo bello!

Preparammo, anzi prepararono, la cena perché io sono stato sempre negato con i fornelli, in cambio però ero bravo, e lo sono ancora, ad aprire le bottiglie, cosi inizia ad aprire e arrivammo all’ora di cena che eravamo già piuttosto brilli se non ubriachi…

Di quella sera ricordo perfettamente la sensazione che provavamo tutti: eravamo liberi!

C’era chi sdraiato a terra guardava le stelle, chi pomiciava con la ragazza e chi continuava a bere. Fu una bellissima serata.

Lì parcheggiata c’era la mitica Fiat Panda 30 di uno dei genitori di un amico, decidemmo di accendere lo stereo e aprire gli sportelli in modo da poter ascoltare un po’ di musica. Nel cruscotto c’erano un bel po’ di musicassette e tante le avevo fatte io, perché tutti i miei amici avevano cassette fatte da me e mi piaceva farle miste in modo da ascoltare musica varia.

Avevamo fumato, bevuto ed eravamo tutti su di giri e così quando dissi “Ragazzi andiamo in spiaggia?” tutti mi seguirono anche perché, come ho scritto prima, dovemmo fare solo pochi metri e non perdemmo nessuno lungo il tragitto eheheh.

Così ci spostammo in spiaggia e subito qualcuno raccolse della legna per accendere un fuoco. Molti ebbero solo le energie per buttarsi lì sulla spiaggia, altri andarono a sentire quanto fosse fredda l’acqua e io, con altri tre, pensammo bene di spostare la macchina fin là per continuare ad ascoltare la musica. Non ricordo assolutamente come facemmo, ma portammo la panda lì sulla spiaggia, ma ricordo perfettamente che scelsi una cassetta:

LED ZEPPELIN IV

Per capirci l’album che contiene “Stairway to Heaven” Il quarto album in studio della band, pubblicato l’8 novembre 1971.  Ufficialmente senza titolo, è stato chiamato in vari modi: ZoSo, Four Symbols, Untitled, Sticks, Runes, The Fourth Album, The Hermit, Led Zeppelin IV, oppure, se volete, semplicemente IV.

La copertina: Una vecchia parete rovinatae una cornice con la fotografia diun vecchio contadinoche trasporta lunghe fascine di legname sulla schiena. L’uomo è in mezzo a un prato e si sorregge con un bastone. Questa immagine è un dipinto ad olio autentico, acquistato da Robert Plant. Autore e periodo sono sconosciuti. Album meraviglioso, oggi conservo il vinile, una prima stampa inglese. Si apre e dentro c’è la foto di un eremita, vestito di bianco in cima a un precipizio e ha una lanterna in mano, copertina molto discussa per tutti i  simboli e messaggi nascosti…

La cassetta suonava, uno fece un salto a casa per prendere un’altra bottiglia, qualcosa da fumare e qualche coperta per sdraiarci li sulla spiaggia a chiacchierare.

Inutile aggiungere che alla fine ci addormentammo.

Ci svegliarono i bagnanti verso le dieci del mattino: noi tutti sudati sotto le coperte, abbracciati alle bottiglie, e la gente che faceva il bagno. Alzai lo sguardo e un signore di una certa età, sotto l’ombrellone, mi guardò e mi disse:  “Grande bevuta ieri sera, eh?”

Io sorrisi…

Ricordo anche che uno dei genitori dovette andare in spiaggia con il trattore per tirar fuori il pandino rosso, mentre suonava “black dog”

….

Ragazzi vi auguro una BUONA PASQUA e ricordatevi di non guidare perché dovete bere!…

…ma questa è un’altra storia!

L’artista:

Led Zeppelin sono stati un gruppo musicale britannico formato nel 1968, considerato tra i grandi innovatori del rock e tra i principali pionieri dell’hard rock.

Robert Plant (voce, armonica), Jimmy Page (chitarre), John Paul Jones (basso, tastiere) e John Bonham (batteria, percussioni).

Gli album:

  • 1969 – Led Zeppelin
  • 1969 – Led Zeppelin II
  • 1970-Led Zeppelin III
  • 1971 –Led Zeppelin IV
  • 1973-Houses of the Holy
  • 1975 – Physical Graffiti
  • 1976 –Presence
  • 1979 – In Through the Out Door
  • 1982 –Coda
Share.

About Author

Mi chiamo Pasquale Colosimo e sono nato il 27 ottobre del 1976 a Sersale, un piccolo paesino della Calabria Ionica. Ho frequentato un corso di specializzazione fotografica presso l’Istituto Europeo di Design (I.E.D.) di Roma, citta’ dove ormai risiedo dal 2011. Amo Robert Smith e i suoi Cure, colleziono vinili e vado in giro a fotografare concerti.

Lascia un commento