Rugby | La prima volta della nazionale

0

Il 22 maggio del 1987 la nazionale italiana di rugby esordisce nella partita inaugurale della William Webb Ellis Cup contro gli All Blacks

Ci sono giornate importanti nella storia di uno sport e di un giocatore, una di quelle date che non scordi mai. Per alcuni quel giorno è datato 22 maggio 1987 quando i ragazzi della nazionale italiana rugby affrontarono i giganti All Blacks nella partita inaugurale della prima Coppa del Mondo di Rugby.

Così 32 anni fa nasceva il mito della Coppa del Mondo di Rugby.

La William Web Ellis Cup e l’invito

La prima competizione organizzata e ufficialmente riconosciuta dall’International Rugby Board fu proprio la William Webb Ellis Cup, dedicata all’omonimo che ha avuto il merito di inventare questo sport.

Siamo alla fine degli anni ottanta e il rugby è ancora lontano dal diventare uno sport professionistico ma le federazioni Australiana e Neozelandese decidono di organizzare un torneo a livello mondiale con le migliori nazionali del continente per dare maggior visibilità al movimento rugbystico internazionale.

Cosi i due paesi organizzatori nel 1987 in pochi mesi e con poche risorse economiche si presero l’onere e l’onore nell’impresa di organizzare la prima Coppa del Mondo di Rugby.

Le federazioni dei paesi organizzatori invitarono alcune delle rappresentative più meritevoli del tempo per partecipare all’evento. Tra queste anche L’Italia fu invitata a partecipare alla Coppa del Mondo.

Infatti parliamo di invito proprio perchè non ci furono match di qualificazione all’evento ma dei semplici inviti alle rappresentative nazionali che avrebbero voluto partecipare.

La nazionale e la prima partita

In soli 22 mesi Australia e Nuova Zelanda dovettero darsi da fare per ospitare la prima Coppa del Mondo che aveva come data inaugurale il 22 maggio 1987.

Quel giorno finalmente arriva ed è ora di fare festa e dare via alla prima competizione continentale di rugby dedicata alle migliori nazionali.

Spettò proprio agli italiani l’onore di affrontare gli All Blacks nella propria tana e dare il via finalmente al primo mondiale davanti ad uno stadio gremito come mai prima ed un pubblico pronto a fare festa.

Alle ore 15:00 sotto il sole di Auckland e tra i gabbiani che volavano da vicino porto fino al campo da gioco, anch’essi incuriositi dall’evento, gli All Blacks calciano il loro primo pallone e partono subito forti ma la nazionale italiana non vuole fare figuracce e regge le impressionanti azioni dei tutti neri. Comincia però il secondo tempo e la Nuova Zelanda si scioglie e diventa sempre più devastante, l’Italia è stanca e arriva con il fiatone alla gola. E’ una valanga nera.

Maglia della nazionale di Marzio Innocenti nella prima partita dell Coppa del Mondo
Maglia della nazionale di Marzio Innocenti nella prima partita dell Coppa del Mondo conservata presso il museo del rugby di Artena (RM)

La partita termina 70 a 6 per gli All Blacks, in tutto 12 mete ed un risultato finale di 70-6, su tutte però quella di John Kirwan, l’ex CT azzurro che dopo una corsa lunga 70 metri poggia rompendo 4 placcaggi riesce a superare ben 11 giocatori azzurri fino a poggiare la palla nella linea di meta. Un azione che ha fatto il giro del mondo e ancora oggi racconta un pezzo della storia di questo sport.

Qui il link per rivivere gli hilights della partita con la meta di Kirwan

Al di fuori del risultato, per noi italiani, quel giorno può essere segnato sul calendario da tifosi e amanti di questo, l’inizio di una nuova epoca per il rugby.

Nuova Zelanda-Italia: le formazioni

New Zealand: 15 J. Callagher, 14 C. Green, 13 W. Taylor, 12 J. Stanley, 11 J. Kirwan, 10 G. Fox, 9 D. Kirk, 8 A. Wetton, 7 W. Shelford, 6 M. Jones, 5 G. Wetton, 4 M. Pierce, 3 S. McDowell, 2 S. Fitzpatrick, 1 R. Loe

Italia: 15 S. Ghizzoni, 14 M. Cutitta, 13 F. Gaetaniello, 12 O.Collodo, 11 M. Mascioletti 10 R. Ambrosio, 9 F. Lorigiola, 8 M. Innocenti, 7 G. Artuso, 6 P, Farino, 5 M. Gardin, 4 F. Berni, 3 E. Lupini, 2 G. Morelli, 1 G. Rossi

Questi sono i nomi dei 30 giocatori che per la prima volta sono scesi in campo per una partita della Coppa del Mondo e che hanno emozionato il mondo.

Quest’anno da settembre si svolgerà la nona edizione della Rugby World Cup a Tokyo. Una manifestazione, seppur giovane, è cresciuta velocemente e raccoglie milioni di appassionati da ogni parte del pianeta.

Eppure tutto iniziò quel 22 maggio 1987. Trentadue anni da Nuova Zelanda e Italia. La partita che cambiò la storia del Rugby.

Share.

Lascia un commento