Serie A: prewiew della prima giornata

0

Parma-Juventus

Saranno i campioni d’Italia in carica ad aprire il nuovo campionato di Serie A e lo faranno al Tardini contro il Parma. Sarà la prima gara ufficiale della gestione Sarri e c’è molta curiosità per vedere la nuova Juventus all’opera. Il cambio della gestione tecnica ha stravolto il modo di giocare dei bianconeri che sono pronti a conquistare il nono scudetto consecutivo esprimendo un gioco brillante e molto divertente in pieno stile Sarri. Ad aspettarli c’è il Parma che vorrà aprire la propria stagione rifilando una sorpresa ai campioni in carica tra le mura amiche. Probabili formazioni:

Parma (4-3-3): Sepe; Laurini, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Kucka, Hernani, Barillà; Karamoh, Inglese, Gervinho. 

Juventus (4-3-3): Szczesny; Danilo, de Ligt, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Rabiot; Dybala, Ronaldo, Bernardeschi.

Mario Mandzukic in goal nell’ultima sfida tra Parma e Juventus al “Tardini.” Photo credit: CalcioNews24

Fiorentina- Napoli

Nel primo Sabato sera di Serie A andrà in scena una sfida che in passato ci ha regalato molte emozioni. Al Franchi di Firenze, Fiorentina e Napoli apriranno il loro campionato. Sarà la prima uscita in Serie A della Fiorentina targata Rocco Commisso. La nuova presidenza ha l’obbiettivo di far tornare grande la “Viola”e la campagna acquisti ne è la prova. Gli arrivi di Boateng e Ribery hanno portato entusiasmo tra i tifosi. Il Napoli, che sarà guidato per il secondo anno consecutivo da Carlo Ancelotti, avrà l’arduo compito di tener testa alla Juventus per la vittoria del campionato. I nuovi innesti rappresentati soprattutto da Manolas e Lozano sono nomi importanti che dovranno far fare al Napoli il salto di qualità. Probabili formazioni:

Fiorentina (4-3-3): Dragowski; Lirola, Milenkovic, Pezzella, Biraghi; Pulgar, Badelj, Benassi; Chiesa, Boateng, Sottil.

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Ruiz; Callejon, Zielinski, Insigne; Mertens.

chiesa e koulibaly in contrasto in una sfida passata
Chiesa e Koulibaly in contrasto in una sfida passata. I due saranno protagonisti anche Sabato prossimo. Photo Credit: Gonfialarete.com

Udinese-Milan

Alla Dacia Arena, Domenica alle 18:00, si affronteranno Udinese e Milan. Sarà l’esordio di Marco Giampaolo in una gara ufficiale sulla panchina rossonera. Sicuramente una prova ostica per il Milan che dovrà applicare tutte le nozioni trasmesse dal suo nuovo Mister già dalla prima giornata. Ad aspettare la squadra capitanata da Alessio Romagnoli ci sarà una “Dacia Arena” tutta esaurita per l’occasione. L’Udinese è chiamata a svolgere una stagione che riporti entusiasmo alla piazza, trovando una salvezza tranquilla e proponendo un gioco che faccia divertire i tifosi. A Marco Giampaolo il compito di far tornare il Milan in Champions League. Probabili formazioni:

Udinese (3-4-2-1): Musso; Rodrigo Becao, Troost-Ekong, Samir; Ter Avest, Mandragora, Fofana, Stryger Larsen; Pussetto, De Paul; Lasagna.

Milan (4-3-1-2): Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Bennacer, Paquetà; Suso; Piatek, Leao.

Marco Giampaolo nuovo allenatore del Milan
Marco Giampaolo, il nuovo allenatore del Milan. Photo Credit: CalcioMercato.com

Cagliari-Brescia

Cagliari e Brescia inaugeranno la loro Serie A affrontandosi alla Sardegna Arena domenica sera alle ore 20:45. Una sfida che vede due compagini pronte e frenetiche di iniziare il proprio campionato. Da una parte il Cagliari che quest’estate ha portato in Sardegna giocatori del calibro di Nandez, Nainggolan e Rog. La partenza di Barella ha portato un tesoretto che è stato investito in giocatori di qualità ed esperienza. Il Brescia tornerà a calcare i campi della Serie A, cosa che non accadeva dalla stagione 2010-2011. Inoltre l’arrivo di Mario Balotelli ha scaldato notevolmente la tifoseria. Probabili formazioni:

Cagliari (4-3-1-2): Rafael; Cacciatore, Ceppitelli, Klavan, Lykogiannis; Ionita, Cigarini, Nandez; Nainggolan; Joao Pedro, Pavoletti

Brescia (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Magnani, Cistana, Martella; Bisoli, Tonali, Zmrhal; Spalek; Torregrossa, Donnarumma.

Radja Nainggolan e Mario Balotelli, i due grandi colpi di mercato di Cagliari e Brescia. Photo Credit: dal web.

Verona-Bologna

A tornare in Serie A è anche l‘Hellas Verona che debutterà in casa contro il Bologna. Il Verona sarà guidato da Ivan Juric, l’ex tecnico del Genoa, approdato sulla panchina veneta proprio al termine della passata stagione, si è dimostrato felice ed entusiasta per questa nuova avventura. Il Verona è ancora alle prese con varie trattative di mercato e la dirigenza si sta impegnando per fornire a Juric una rosa all’altezza della categoria. Il Bologna è una delle squadre che ha terminato nel modo migliore la scorsa stagione, infatti dopo un brutto inizio, i felsinei sono riusciti ad arrivare sino alla decima posizione. La tifoseria si aspetta un’altra stagione di alto livello. Probabili formazioni:

Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri; Gunter, Rahmani, Bocchetti; Faraoni, Henderson, Miguel Veloso, Lazovic; Zaccani, Verre; Pazzini.

Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Denswil, Dijks; Poli, Svanberg; Orsolini, Soriano, Sansone; Destro.

Verona- bologna nel loro ultimo confronto in Serie A.
Hellas Verona-Bologna, nel loro ultimo confronto al bentegodi, vinto dai rossoblu, nel 2017. Photo Credit:hellas1903.it

Roma-Genoa

Sarà la prima volta anche per Paulo Fonseca che siederà sulla panchina della Roma in Serie A, debuttando contro il Genoa. La Roma riparte dopo un anno deludente che non ha portato la qualificazione in Champions League e che ha visto l’addio di Totti come dirigente e quello di De Rossi da calciatore. Insomma un vero e proprio anno zero quello per la Roma e per i tifosi romanisti che si dovranno affidare al mister Fonseca e al nuovo direttore sportivo Gianluca Petrachi. Il Calciomercato ha portato giocatori vogliosi e con buona prospettiva ma ha visto partite anche dei “Big” come Manolas ed El Shaarawy. Il Genoa invece ripartirà dalla guida tecnica di un ex Roma, Aurelio Andreazzoli, che grazie al lavoro del direttore sportivo Capozucca, può contare su una rosa fatta di giovani ed esperti e con grande potenziale tecnico. Starà al tecnico far coesistere nel migliore dei modi le pedine a disposizione. Probabili formazioni:

Roma (4-2-3-1): Pau Lopez; Florenzi, Fazio, Juan Jesus, Kolarov; Cristante, Pellegrini; Under, Zaniolo, Perotti; Dzeko

Genoa (3-5-2): Radu; Biraschi, Romero, Zapata; Romulo, Schone, Radovanovic, Lerager, Criscito; Pinamonti, Kouamé

Bryan Cristante in goal nell’ultimo confronto tra Roma e Genoa allo stadio Olimpico. Terminato 3-2 per i giallorossi. Photo Credit: La Repubblica

Sampdoria-Lazio

Doppio incrocio Roma-Genoa nella prima giornata di campionato, se da una parte all’Olimpico si terrà in scena la sfida tra Roma e Genoa, a Marassi in contemporanea le altre due squadre delle rispettive città si affronteranno. Nella Sampdoria farà il suo debutto sulla panchina Eusebio Di Francesco che inizierà la sua avventura con una sorta di derby visto il suo passato romanista. Al tecnico abbruzzese è affidato il compito di far compiere il salto di qualità ai blucerchiati cercando di raggiungere l’Europa League, obbiettivo che nelle ultime stagioni è sempre svanito nella seconda parte di stagione. Anche la Lazio è alla ricerca del definitivo salto di qualità che porterebbe i biancocelesti ad entrare in Champions League, un traguardo che ormai da molte stagioni la Lazio non centra e che Inzaghi cercherà di sfatare. Questa è sicuramente una delle partite più interessanti della prima giornata di Serie A. Probabili formazioni:

Sampdoria (4-3-3): Audero; Bereszynski, Colley, Murillo, Murru; Linetty, Ekdal, Jankto; Gabbiadini, Quagliarella, Caprari.

Lazio (3-4-1-2): Strakosha; Vavro, Acerbi, Radu; Parolo, Lucas Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Luis Alberto; Correa, Immobile.

Serie A
Sampdoria-Lazio nel loro ultimo scontro a Marassi dello scorso campionato. Terminato 1-2.
Photo credit:Eurosport

Spal-Atalanta

Debutto anche per due compagini che negli ultimi anni stanno ottenendo risultati molto soddisfacenti. L’Atalanta, forte del terzo posto ottenuto lo scorso anno giocherà la prossima Champions League, ed è chiamata a compiere una stagione di alto livello. La società ha mantenuto la rosa dello scorso anno, cedendo tra i titolari solo Mancini e perfezionando la rosa con gli arrivi di Skrtel, Malinovskiy e Muriel. La Dea quindi, vorrà restare ai vertici del calcio italiano con Gasperini pronto a continuare a stupire, nonostante l’impegnativa quanto affascinante Champions League. La Spal è alla sua terza stagione in Serie A dopo il ritorno nella stagione 2017-2018, la squadra allenata da Leonardo Semplici in queste due stagioni ha raggiunto la salvezza, esprimendo anche un ottimo gioco tra l’entusiasmo dei tifosi. Nonostante un calciomercato non brillante, la Spal potrà contare sulla continuità del progetto tecnico e su uno stadio, il “Mazza“, sempre molto caldo negli impegni casalinghi per raggiungere ancora il traguardo della salvezza. Probabili formazioni:

Spal (3-5-2): Berisha; Cionek, Vicari, Felipe; D’Alessandro, Murgia, Missiroli, Kurtic, Di Francesco; Petagna, Floccari

Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Skrtel, Palomino; Hateboer, de Roon, Freuler, Gosens; Gomez; Muriel, Zapata

Serie A
I due mister, Semplici e Gasperini che Domenica si affronteranno per la prima giornata di Serie A. Photo Credit: dal web

Torino-Sassuolo

Il Torino ospiterà il Sassuolo nella prima giornata di campionato. Una sfida che si preannuncia molto divertente, difatti entrambe le squadre esprimono in modo diverso un gioco che sa regalare molti goal e spettacolo. Il Torino cercherà di consolidarsi come una delle squadre più ostiche e difficili da affrontare di tutto il campionato. Infatti Walter Mazzarri avrà a disposizione lo stesso blocco di titolari dello scorso anno per migliorare il piazzamento in classifica. Inoltre il Torino ha già giocato svariate partite ufficiali per via dell’impegni in Europa League, con il Wolverhampton i granata si giocano l’accesso ai gironi di Europa League, qualificazione che si è complicata notevolmente dopo la sconfitta casalinga per 2-3. D’altra parte il Sassuolo ha cambiato molto e il calciomercato ha visto molti uomini arrivare e molti partire. Ad esempio, per quanto riguarda l’attacco è arrivato Caputo mentre a centrocampo è partito Sensi. Considerando il gioco di De Zerbi e il fatto che questa sia la sua seconda stagione in neroverde ci si aspetta un calcio particolarmente spumeggiante. Probabili formazioni:

Torino (3-4-3): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Bremer; De Silvestri, Baselli, Rincon, Ansaldi; Berenguer; Belotti, Zaza

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Toljan, Marlon, Ferrari, Rogerio; Locatelli, Obiang, Traore; Djuricic, Caputo, Boga

Serie A
Il “gallo” Belotti in goal di rovesciata contro il Sassuolo. Photo credit: tienimiinformato.it

Inter-Lecce

Sarà un San Siro tutto esaurito quello che accoglierà il nuovo tecnico dell’Inter, Antonio Conte. I nerazzurri, dopo una campagna acquisti competitiva che ha visto gli arrivi di calciatori tra gli altri come Barella e Lukaku sono pronti a sognare in grande e l’arrivo del tecnico ex Juventus e Chelsea ha acceso la tifoseria che ora è molto più consapevole dei mezzi della propria squadra. Infatti la campagna abbonamenti ha totalizzato 40.000 tessere staccate. Anche per il Lecce l’entusiasmo non manca, il fatto che la società salentina faccia il proprio ritorno in Serie A dopo 7 anni di assenza, sta mobilitando la tifoseria. Considerando anche un calciomercato che ha e sta regalando colpi importanti, il Lecce può e deve puntare a mantenere la categoria. Probabili Formazioni:

Inter (3-5-2): Handanovic; D’Ambrosio, de Vrij, Skriniar; Candreva, Sensi, Brozovic, Barella, Asamoah; Lautaro, Lukaku

Lecce (4-3-1-2): Gabriel; Benzar, Rossettini, Dell’Orco, Calderoni; Petriccione, Tachtsidis, Shakhov; Mancosu; Farias, Lapadula

Serie A
Antonio Conte, il nuovo allenatore dell’Inter, impegnato in una gara di preseason. Photo credit: CalcioeFinanza

Cosa aspettarci dalla nuova Serie A?

Finalmente ci siamo, la Serie A sta per tornare. Il nostro campionato sta crescendo, il nostro movimento a piccoli passi può e deve tornare quello degli anni passati. Cosa aspettarci dal nuovo campionato? Sicuramente non sarà facile rompere l’egemonia della Juventus che è ancora troppo avanti a livello tecnico e di progetto. Similmente non sarà facile togliere il podio a Napoli e Inter. Ma attenzione, a dire il vero da questo campionato possiamo aspettarci di tutto, perchè ogni equilibrio è sempre pronto ad essere rovesciato e messo in discussione. Napoli ed Inter hanno notevolmente alzato il loro potenziale e sono squadre pronte e decisamente forti. Oltre a questo ci sono i nuovi corsi di Milan e Roma all’insegna del bel gioco. Per non parlare di Atalanta, Torino e Lazio che non hanno cambiato molto e sono ben collaudate. Particolare attenzione c’è anche sulla nuova Fiorentina targata USA e sul Cagliari che ha fatto il pieno di giocatori pronti per ambire a qualcosa di più della salvezza. In altre parole ci aspetta una stagione tutta da vivere che come sempre regalerà moltissime emozioni a tutti gli appassionati di calcio.

Seguici su:

Pagina Facebook

Account Instagram

Profilo dell’autore:

Pagina facebook

Share.

Lascia un commento