Serie A: vince solo la Samp nel pomeriggio dei derby

0

Pomeriggio di derby nella 32a giornata di Serie A. Genova ha vissuto la sfida fra le sue due anime affrontarsi al Marassi, mentre al Franchi è andato in scena il derby dell’Appennino tra Fiorentina e Bologna e infine il derby emiliano tra Sassuolo e Parma al Mapei.

Sampdoria – Genoa

Pronti via e la Sampdoria ha trovato immediatamente il gol del vantaggio. Un calcio d’angolo al secondo minuto ha messo in apprensione la difesa rossoblu e, nella confusione, a piazzare la zampata giusta ci ha pensato Defrel, su assist di Quagliarella. 1 a 0. Il Genoa ha provato a reagire ma l’occasione più importante ce l’hanno avuta di nuovo i blucerchiati con il capocannoniere della Serie A Quagliarella, fermato sulla riga di porta da un miracoloso intervento di Romero.

L’esultanza di Defrel per il gol del vantaggio durante la 32a giornata di Serie A. (Ph: ANSA/SIMONE ARVEDA)

Pronti via e all’inizio della seconda metà di partita la Sampdoria ha trovato anche il gol del raddoppio. Mano in area di Biraschi, cartellino rosso e calcio di rigore. Quagliarella dal dischetto e 2 a 0. Attaccante napoletano che ha così staccato anche Piatek dalla testa della classifica marcatori della Serie A. Il Genoa anche in 10 ha provato a dare tutto, conquistando molti calcio d’angolo sui quali non sono per riusciti ad incidere.

La Samp ha conquistato così 3 punti importanti per la corsa europea, mentre la squadra di Prandelli dovrà continuare a guardarsi alle spalle per la lotta alla permanenza in Serie A.

Fiorentina – Bologna

La nuova Fiorentina targata Vincenzo Montella ha iniziato il match con piglio frizzante nonostante lo sciopero dei primi 45′ della curva Fiesole. Il Bologna in salute alla ricerca di punti che possano voler dire permanenza in Serie A, non si è mai mostrato passivo, difendendosi in maniera ordinata e proponendo giocate sulla trequarti avversaria. I viola del primo tempo hanno costruito gioco e diverse situazioni offensive, senza però trovare pericoli seri (così come il Bologna).

Vincenzo Montella alla sua seconda esperienza a Firenze in Serie A (ph. ANSA/LANNINO)

Ma il derby dell’Appennino è rimasto vivace anche nella ripresa. Due volte Chiesa e due volte Muriel (una con cui ha colpito il palo con un cross) hanno tentato la fortuna, ma soprattutto il colombiano ha sciupato una ottima chance a tu per tu con Skorupski. Il Bologna è rimasto in partita ed è riuscito a soffrire come collettivo, nonostante i viola abbiano conquistato il campo durante il secondo tempo. Finale thrilling con un errore di Lafont che ha rischiato di regalare i 3 punti al 90′ agli emiliani.

Un punto a testa nel derby dell’Appennino, che sorride più ai ragazzi di Mihajlovic che a Montella, anche se i viola hanno fatto intravvedere cose lodevoli.

Sassuolo – Parma

Al 3′ la partita è sembrata essersi subito messa in discesa per la squadra di De Zerbi, che ha trovato il vantaggio con Matri. Ma dopo il consulto col VAR, l’arbitro ha annullato la rete per posizione di fuorigioco.

Il Sassuolo ha fatto la partita, tenendo il possesso palla senza trovare sbocchi interessanti fino al palo di Boga alla mezz’ora. Ma al 35′ è arrivata la possibile svolta del match: intervento goffo di Bourabia che ha steso Barillà in area, regalando il rigore al Parma (dopo un nuovo consulto col VAR). Consigli è riuscito però a ipnotizzare Ceravolo, parando il rigore e mantenendo il risultato sullo 0 a 0.

Nei secondi 45′ il Sassuolo ha preso possesso del match, andando vicino al gol del vantaggio con Peluso, Berardi (gran parata di Sepe) e soprattutto con un colpo di testa di Ferrari. Ci ha provato alla fine anche il giovane talento Sensi, sfiorando il palo con un tiro da fuori. Un punto a testa anche nel derby emiliano senza reti.


Share.

About Author

Lascia un commento