Serie B, il racconto della 13ª giornata: tra i pareggi spunta il Lecce

0

Nel weekend si è disputata la tredicesima giornata del campionato cadetto (leggi QUI la cronaca del turno precedente): moltissimi pareggi, compresi quelli del Palermo primo e del Pescara secondo. Ne approfittano Lecce e Benevento, che vincono rispettivamente contro Cremonese e Perugia e si avvicinano alla vetta. Tre punti fondamentali in ottica salvezza per Carpi e Cosenza, che espugnano i campi di Padova e Crotone. Riposo per la Salernitana.

La cronaca

La giornata si è aperta venerdì sera, con l’anticipo tra Hellas Verona e Palermo: in un “Bentegodi” deserto per via della contestazione a società e squadra dei tifosi di casa, il match termina 1-1. I padroni di casa passano in vantaggio al 31′ con Di Carmine, che riceve palla in area da Matos, e con il destro batte Brignoli. Nella seconda frazione di gioco, dopo aver sfiorato il raddoppio con un colpo di testa di Dawidowicz, la squadra veneta subisce il gol del pareggio: al 67′, sugli sviluppi di un corner battuto da Trajkovski, Raikovic realizza di testa l’1-1. I siciliani provano a portare a casa i tre punti, ma si devono accontentare del pareggio. L’Hellas Verona di Grosso sale così a 19 punti, e riscatta parzialmente la brutta sconfitta nel turno precedente contro il Brescia. Il Palermo di Stellone rimane in testa alla classifica con 25 punti.

serie b lecce palermo pescara

(PHOTO CREDITS: gazzetta.it)

Nella giornata di sabato, il Benevento vince all’ultimo respiro contro il Perugia, e conquista tre punti fondamentali per morale e classifica. I campani partono bene, e al 17′ sbloccano il match con il solito Coda, che raccoglie il bel cross di Improta e di testa porta in vantaggio i suoi. Al 35′, gli ospiti pareggiano i conti con Verre, autore di una grande conclusione con il destro da fuori area, che non lascia scampo a Montipò. Nella ripresa, per il Benevento si rendono pericolosi Asencio e Tello, mentre per il Perugia ci prova Boateng, senza trovare la via della rete. Al 75′, gli umbri rimangono in 10 uomini per l’espulsione di Falasco, autore di un brutto fallo su Asencio. Nonostante l’inferiorità numerica, gli ospiti vanno vicino al gol con Melchiorri, che con il sinistro sfiora il palo. Al 90′ Bandinelli, ex della partita, con un sinistro di controbalzo dal limite dell’area fa esplodere il “Vigorito”, realizzando la rete del definitivo 2-1. Con questa vittoria il Benevento di Bucchi sale a 20 punti in classifica, e interrompe la striscia di vittoria del Perugia di Nesta, che dopo tre successi di fila si ferma a quota 17 punti in classifica.

serie b lecce palermo pescara benevento

(PHOTO CREDITS: corrieredellosport.it)

Torna al successo il Venezia, che al “Penzo” supera 2-1 il Brescia. Al 14′ Di Mariano riceve palla da Vrioni, e davanti ad Alfonso non sbaglia. Otto minuti dopo, il Venezia rimane in 10 uomini per l’espulsione di Falzerano, reo di aver colpito con un pestone Tonali. La squadra di Zenga non si scompone, e al 37′ trova anche il gol del raddoppio ancora con Di Mariano, che raccoglie la sponda di Pinato, e di testa realizza il 2-0. I veneti amministrano il vantaggio quasi fino alla fine: nel recupero, Donnarumma prova a riaprire la partita, mettendo in rete un cross di Bisoli. Finisce così, con il Venezia che sale a 15 punti in classifica. Il Brescia di Corini, dopo nove risultati utili consecutivi, si ferma, e rimane a quota 18.

(PHOTO CREDITS: ilgiorno.it)

Il Carpi espugna l’ “Euganeo” di Padova, e conquista tre punti fondamentali in ottica salvezza: decisivo un gol al 35′ di Jelenič, che approfitta anche di un Perisan non perfetto. Nel finale i padroni di casa chiudono la partita in dieci uomini per il cartellino roso rimediato da Capello. Vittoria preziosa per il Carpi, che proietta la squadra di Castori a 10 punti in classifica, a una sola lunghezza proprio dal Padova di FoscariniPareggio a reti bianche tra Livorno e Cittadella: nel primo tempo i padroni di casa colpiscono una traversa con Valiani. Nel finale di partita, gli ospiti chiudono la partita in inferiorità numerica per l’espulsione diretta ai danni di Finotto, reo di aver spintonato Gasbarro. Un punto che consente al Cittadella di Venturato di salire a 20 punti in classifica. Il Livorno di Breda sale a 6 punti, ma rimane all’ultimo posto.

(PHOTO CREDITS: ilrestodelcarlino.it)

Nella giornata di domenica, il Pescara non va oltre l’1-1 in casa contro l’Ascoli, e non approfitta del pareggio del Palermo. Al 16′, i padroni di casa si conquistano un calcio di rigore per una trattenuta di Laverone su Mancuso: dal dischetto si presenta lo stesso Mancuso, che si fa respingere la conclusione da Lanni. Il Pescara si rende pericoloso anche con Perrotta e Memushaj, che trovano sulla loro strada ancora l’estremo difensore ospite. Ad inizio ripresa, gli abruzzesi passano in vantaggio con Brugman, che realizza l’1-0 con una conclusione rasoterra dal limite dell’area. L’Ascoli spinge alla ricerca del pareggio: al 60′ Cavion dalla distanza centra in pieno il palo. Cinque minuti dopo, Ardemagni, servito in profondità da Rosseti, supera Fiorillo con un tocco morbido e riporta il risultato in parità. Al 71′ viene espulso D’Elia per somma di ammonizioni: nonostante la superiorità numerica, il Pescara non riesce a trovare il gol vittoria, e sale a 23 punti in classifica, al secondo posto a due lunghezze dal Palermo primo. L’Ascoli di Vivarini sale a 16 punti.

(PHOTO CREDITS: corrieredellosport.it)

Termina 0-0 il match tra Spezia e Foggia: al “Picco”, gli ospiti vanno vicini al gol con Chiaretti, che a fine primo tempo stampa la sua conclusione sul palo, dopo la deviazione decisiva di Lamanna. Anche nella ripresa i pugliesi centrano un legno, questa volta con Mazzeo, che sul cross di Kragl colpisce la traversa. Con questo punto lo Spezia di Marino arriva a quota 17, mentre il Foggia di Grassadonia sale a 8 punti in classifica, sempre al penultimo posto.

Importante vittoria del Lecce, che supera al “Via del Mare” la Cremonese, e si avvicina alla vetta della classifica. Nel primo tempo gli ospiti hanno delle buone occasioni per sbloccare il match, ma prima Castrovilli, poi Brighenti, non trovano la via della rete. Nella ripresa il Lecce si rende più pericoloso, e al 64′ passa in vantaggio con Falco, che ribadisce in rete la respinta di Ravaglia sul precedente tiro dello stesso attaccante di casa. I pugliesi spingono alla ricerca del secondo gol, che arriva al 78′ con La Mantia, bravo a battere l’estremo difensore ospite con un colpo di testa sugli sviluppi di un corner. Questa vittoria consente al Lecce di Liverani di salire al terzo posto in classifica con 22 punti. La Cremonese di Rastelli invece rimane a 15 punti.

(PHOTO CREDITS: ilgiorno.it)

Nel Monday night, il Cosenza fa suo il derby con il Crotone: all’ “Ezio Scida” decide un gol di Idda al 75′, che ribadisce in rete una respinta di Cordaz su conclusione di Baclet. Da segnalare le espulsioni di Martella al 36′, e Maniero al 45′, che hanno costretto le due squadre a giocare in 10 uomini per più di metà gara. Nel recupero i padroni di casa sfiorano il pareggio con Cordaz, che nel disperato tentativo di raggiungere il pareggio si era spinto in avanti. Seconda sconfitta consecutiva per il Crotone di Oddo, che rimane a 12 punti in classifica, uno in più del Cosenza di Braglia, che con questa vittoria arriva a quota 11.

(PHOTO CREDITS: gazzetta.it)

Risultati

Hellas Verona – Palermo 1-1 (31′ Di Carmine; 67′ Rajkovic)

Livorno – Cittadella 0-0

Padova – Carpi 0-1 (35′ Jelenič)

Venezia – Benevento 2-1 (14′, 37′ Di Mariano; 92′ Donnarumma)

Benevento – Perugia 2-1 (17′ Coda, 90′ Bandinelli; 35′ Verre)

Pescara – Ascoli 1-1 (50′ Brugman; 65′ Ardemagni)

Spezia – Foggia 0-0

Lecce – Cremonese 2-0 (64′ Falco, 78′ La Mantia)

Crotone – Cosenza 0-1 (75′ Idda)

Riposo: Salernitana

Classifica

1) Palermo 25

2) Pescara 23

3) Lecce 22

4) Cittadella 20

5) Benevento 20

6) Salernitana 20

7) Hellas Verona 19

8) Brescia 18

9) Spezia 17

10) Perugia 17

11) Ascoli 16

12) Cremonese 15

13) Venezia 15

14) Crotone 12

15) Cosenza 11

16) Padova 11

17) Carpi 10

18) Foggia 8

19) Livorno 6

Prossimo turno

Venerdì 30 novembre ore 21:00

Palermo – Benevento

Sabato 1 dicembre ore 15:00

Cittadella – Salernitana

Cremonese – Crotone

Cosenza – Padova

Ore 18:00

Ascoli – Spezia

Domenica 2 dicembre ore 15:00

Brescia – Livorno

Carpi – Lecce

Ore 21:00

Perugia – Pescara

Lunedì 3 dicembre ore 21:00

Foggia – Venezia

Riposo: Hellas Verona

Paolo Trotta

Share.

About Author

Roma, 1998, studio scienze della comunicazione. Appassionato di sport, in particolare di calcio e tennis. Ammiro la Serie B per i colori delle sue piazze e per le emozioni di un calcio ancora legato al territorio.

Lascia un commento