Serie B, il racconto della 14ª giornata: il Lecce vede il primo posto Il Lecce vince a Carpi, e avvicina il Palermo primo, ora lontano un solo punto

0

Nel weekend si è disputata la quattordicesima giornata del campionato cadetto (clicca QUI per la cronaca del turno precedente): il Palermo non va oltre il pareggio contro il Benevento, e viene avvicinato dal Lecce, vittorioso sul campo del Carpi e ora a una lunghezza dai siciliani primi. Vince anche il Cittadella, che agguanta al terzo posto il Pescara, che cade a Perugia. Tre punti anche per Brescia, Ascoli, Cremonese e Cosenza, che supera il Padova. Pareggio tra Foggia e Venezia; riposa l’Hellas Verona.

La Cronaca

La giornata si è aperta venerdì, con l’anticipo tra Palermo e Benevento: al “Renzo Barbera”, il match termina a reti bianche. Per gli ospiti il più pericoloso è sempre Coda, ma i numerosi tentativi dell’attaccante non si tramutano in rete. I padroni di casa, nel finale, sfiorano il gol del vantaggio prima con Trajkovski, che calcia alto da buonissima posizione, poi con Nestorovski, che non trova la via della rete sull’ottimo cross di Aleesami. Il pareggio permette comunque al Palermo di Stellone di rimanere in testa alla classifica con 26 punti; il Benevento di Bucchi sale a 21 punti, e viene agganciato dal Brescia.

(PHOTO CREDITS: corrieredellosport.it)

Nella giornata di sabato, importante vittoria del Cittadella, che al “Tombolato” supera la Salernitana per 3-1. Apre le marcature al 34′ Strizzolo, che raccoglie il cross dalla sinistra di Branca, e di testa infila Micai. Ad inizio ripresa, gli ospiti pareggiano i conti con Rosina, bravo a sfruttare un errore in fase difensiva del Cittadella, e a battere Paleari con il suo sinistro. Quattro minuti dopo, i padroni di casa tornano in vantaggio con Schenetti, che si avventa sulla respinta di Micai su colpo di testa di Panico, e con il destro insacca il 2-1. Al 61′ la squadra veneta cala il tris ancora con Strizzolo, che riceve una grande palla in area di rigore da Panico, e con il sinistro trafigge Micai, anche con l’aiuto della traversa: doppietta personale per lui, e 3-1 Cittadella. I tre punti consentono alla squadra di Venturato di salire al terzo posto in classifica, a quota 23 punti. La Salernitana di Colantuono rimane a 20 punti, al sesto posto.

(PHOTO CREDITS: picenotime.it)

Vittoria anche per la Cremonese, che allo “Zini” supera di misura il Crotone. Decisiva la rete al 73′ di Boultam, giovane talento dell’Ajax, entrato appena dieci secondi prima: il destro del trequartista non lascia scampo a Cordaz. Crotone anche sfortunato: nella prima frazione di gioco, prima con un colpo di testa di Budimir, sul quale Ravaglia si salva d’istinto, poi con Sampirisi, che con un gran destro da fuori area centra in pieno la traversa. Calabresi costretti a giocare anche per più di metà gara in inferiorità numerica, per l’espulsione per doppia ammonizione rimediata da Aristoteles al 43′. La vittoria consente alla Cremonese di Rastelli di salire a 18 punti, mentre il Crotone di Oddo rimane a 12 punti, nella parte bassa della classifica. Tre punti fondamentali anche per il Cosenza, che tra le mura amiche si aggiudica all’ultimo respiro lo scontro salvezza contro il Padova. Sono gli ospiti a passare in vantaggio al 27′ con Bonazzoli, che realizza un calcio di rigore conquistato da Cappelletti. Al 56′ della ripresa cambia il match: Mazzocco atterra davanti alla porta Baez, e viene espulso. Dal dischetto Baclet non sbaglia, e riporta il risultato in parità. I padroni di casa, forti della superiorità numerica, insistono alla ricerca del gol vittoria: nel recupero, su un cross di Baez da calcio d’angolo, Garritano di testa regala i tre punti alla squadra di Braglia, che sale così a 14 punti. Il Padova di Foscarini rimane a 11 punti.

serie b lecce palermo cosenza

(PHOTO CREDITS: picenotime.it)

L’Ascoli batte lo Spezia 3-1, e supera proprio i liguri in classifica. Pronti via, e i padroni di casa sono già in vantaggio grazie alla rete di Ardemagni, che intercetta una conclusione di Ninkovic, si gira e con il destro batte Lamanna. Al 25′ è lo stesso autore del gol che ha l’opportunità per il 2-0, l’estremo difensore ospite però chiude bene lo specchio della porta. Il secondo tempo inizia come era iniziato il primo, con un gol dell’Ascoli: questa volta è Cavion a trovare la via della rete, con uno spettacolare destro a giro da fuori area. Tre minuti dopo però la squadra marchigiana rimane in dieci uomini per l’espulsione di Ninkovic, che rimedia due cartellini gialli nel giro di un minuto. Al 55′ lo Spezia accorcia le distanze con Okereke che, servito in profondità da Mora, supera con un tocco morbido Lanni. Al 68′, nelle file degli ospiti, viene espulso Bidaoui per un fallo di reazione su Troiano, che comunque accentua la caduta: ristabilita la parità numerica. Lo Spezia non accusa il colpo, e un minuto dopo sfiora il pareggio con il solito Okereke, che davanti alla porta questa volta non è freddo, e calcia fuori. Nel recupero Padella, al termine di un’azione solitaria iniziata da un rimpallo vinto a centrocampo, salta in modo fortunoso Lamanna, e a porta sguarnita realizza il 3-1. Con questi tre punti l’Ascoli di Vivarini sale a 19 punti, mentre lo Spezia di Marino rimane a 17.

serie b lecce palermo ascoli spezia

(PHOTO CREDITS: ilrestodelcarlino.it)

Nella giornata di domenica, il Lecce espugna il “Cabassi” di Carpi per 0-1, grazie alla rete di La Mantia: l’attaccante si fa trovare pronto sulla palla alzata da Armellino, e con un sinistro al volo supera Colombi. Nella ripresa, la squadra di casa ha l’occasione per pareggiare la partita con Concas, che però da ottima posizione spara alto con il sinistro. La vittoria proietta il Lecce di Liverani al secondo posto in classifica con 25 punti, a una sola lunghezza dal Palermo primo. Il Carpi di Castori rimane a 10 punti, al terzultimo posto. Due gol di Ernesto Torregrossa stendono il Livorno: al “Rigamonti” il Brescia vince 2-0. I padroni di casa vanno vicini al vantaggio già all’11′ con Bisoli, che stampa la sua conclusione sulla traversa. Anche il Livorno si rende pericoloso con Raicevic, che raccoglie un cross di Valiani e in spaccata non trova la via della rete per pochi centimetri. Ci prova ance Murilo, che con un gran destro a giro impegna Alfonso. Al 35′ il Brescia passa in vantaggio grazie al gol di Torregrossa che, sulla punizione battuta da Tonali, insacca di testa il gol dell’1-0. Al 58′ della seconda frazione di gioco, le rondinelle raddoppiano ancora con Torregrossa, bravo ribadire in rete una respinta di Mazzoni al termine di un’azione insistita di Donnarumma. Nel finale, la squadra lombarda rimane in dieci uomini per l’espulsione di Curcio, che al 78′ rimedia la seconda ammonizione del match. Con questa vittoria il Brescia di Corini sale a 21 punti, al quinto posto in classifica. Il Livorno di Breda rimane a all’ultimo posto con 6 punti.

(PHOTO CREDITS: bresciacalcio.it)

Terza giornata senza vittoria per il Pescara, che cade al “Curi” di Perugia: i padroni di casa si impongono per 2-1. Il Perugia si rende pericoloso al 22′ con Vido, che con il destro centra il palo. Al 39′ è ancora Vido che va vicino al gol, Kastrati compie un grande intervento e si salva. L’estremo difensore ospite però, tre minuti dopo, si fa sorprendere da una conclusione non irresistibile di Verre, che porta in vantaggio i suoi. Ad inizio secondo tempo, il Pescara pareggia con Melegoni, che con un gran destro da fuori area realizza l’1-1. Al 64′, su un cross da calcio d’angolo di Bordin, Gyömbér si libera della marcatura e di testa insacca il 2-1 Perugia. Nel recupero, gli abruzzesi hanno una grande occasione con Monachello, che raccoglie un pallone vagante in area di rigore, e calcia in porta con il sinistro, trovando l’intervento salva risultato sulla linea di Dragomir. Il Perugia di Nesta sale così a 20 punti, mentre il Pescara di Pillon rimane a 23 punti, e viene superato da Lecce e Cittadella in classifica.

(PHOTO CREDITS: lanazione.it)

Nel Monday night, termina 1-1 il match dello “Zaccheria” tra Foggia e Venezia. I padroni di casa, al 16′, si guadagnano un calcio di rigore con Iemmello, trattenuto leggermente in area: dal dischetto si presenta lo stesso attaccante calabrese, che spiazza Vicario e realizza l’1-0. Al 43′, il Foggia sfiora il raddoppio ancora con Iemmello, che salta Domizzi e conclude con il destro, centrando in pieno il palo. Nel recupero del primo tempo, il Venezia trova il gol del pareggio con Vrioni, che raccoglie il cross dalla sinistra di Bruscagin, e con il sinistro sotto porta infila Bizzarri per l’1-1. Nella ripresa, lo stesso Vrioni va vicinissimo alla doppietta personale, ma la sua conclusione in girata con il sinistro sbatte sul palo. Poco dopo Suciu, imbeccato da Bentivoglio, con un colpo di testa da ottima posizione manda a lato, e spreca una grande occasione. La squadra veneta prova a vincere la partita con più insistenza, e nel finale di gara si rende ancora pericolosa prima con Di Mariano, che di testa non trova di poco lo specchio della porta, poi con Domizzi, che con il sinistro trova la respinta di Bizzarri. Il Foggia di Grassadonia sale a 9 punti, ma rimane sempre al penultimo posto in classifica; Venezia di Zenga che arriva a quota 16.

(PHOTO CREDITS: repubblica.it)

Risultati

Palermo – Benevento 0-0

Cittadella – Salernitana 3-1 (34′, 61′ Strizzolo, 53′ Schenetti; 49′ Rosina)

Cremonese – Crotone 1-0 (73′ Boultam)

Cosenza – Padova 2-1 (59′ rig. Baclet, 94′ Garritano; 27′ rig. Bonazzoli)

Ascoli – Spezia 3-1 (1′ Ardemagni, 46′ Cavion, 93′ Padella; 55′ Okereke)

Brescia – Livorno 2-0 (35′, 58′ Torregrossa)

Carpi – Lecce 0-1 (36′ La Mantia)

Perugia – Pescara 2-1 (42′ Verre, 64′ Gyomber; 52′ Melegoni)

Foggia – Venezia 1-1 (18′ rig. Iemmello; 45′ Vrioni)

Riposo: Hellas Verona

Classifica

1) Palermo 26

2) Lecce 25

3) Cittadella 23

4) Pescara 23

5) Brescia 21

6) Benevento 21

7) Salernitana 20

8) Perugia 20

9) Hellas Verona 19

10) Ascoli 19

11) Cremonese 18

12) Spezia 17

13) Venezia 16

14) Cosenza 14

15) Crotone 12

16) Padova 11

17) Carpi 10

18) Foggia 9

19) Livorno 6

Prossimo turno

Venerdì 7 dicembre, ore 21:00

Pescara – Carpi

Sabato 8 dicembre, ore 12:30

Padova – Palermo

Ore 15:00

Lecce – Perugia

Spezia – Cosenza

Venezia – Ascoli

Domenica 9 dicembre, ore 15:00

Cremonese – Cittadella

Livorno – Foggia

Ore 21:00

Benevento – Hellas Verona

Lunedì 10 dicembre, ore 21:00

Salernitana – Brescia

Riposa: Crotone

Paolo Trotta

Share.

About Author

Lascia un commento