Serie B, il racconto della 7ª giornata: è un grande Pescara La squadra abruzzese si prende la testa della classifica: la cronaca della giornata completa.

0

Nel weekend si è disputata la settima giornata di Serie B: c’è una nuova capolista, è il Pescara, che batte il Benevento e approfitta della sconfitta dell’Hellas Verona contro il sorprendente Lecce. Vittorie importanti anche per Palermo e Spezia, che si portano in piena zona play-off; tre punti conquistati anche da Perugia, Brescia e Foggia, che si è messo alle spalle la penalizzazione. Turno di riposo per il Cittadella.

La giornata si è aperta venerdì, con l’anticipo tra Hellas Verona e Lecce: al “Bentegodi”, i salentini vincono sorprendentemente per 0-2. La partita si sblocca nel recupero del primo tempo con il gol di La Mantia, che devia in rete una conclusione di Mancosu. Al 68′ della ripresa è lo stesso Mancosu che mette a segno la rete del definitivo 0-2, con un gran sinistro che non lascia scampo a Silvestri. L’Hellas Verona di Grosso incappa così nella seconda sconfitta consecutiva, rimane fermo a 13 punti e perde la testa della classifica; il Lecce di Liverani sale a 12 punti, ad una sola lunghezza dai veneti, al terzo posto.

(PHOTO CREDITS: gazzetta.it)

Nella giornata di sabato, la partita più attesa era quella dell’“Adriatico” tra Pescara e Benevento: gli abruzzesi non smettono di stupire, e portano a casa i tre punti. Apre le marcature al 37′ Mancuso, che raccoglie il cross di Memushaj e di testa batte Puggioni. Al 51′ del secondo tempo, Nicolas Viola, con una grande esecuzione su calcio di punizione, ristabilisce la parità. La gioia per gli ospiti dura poco però: appena due minuti dopo, Machin riporta avanti i padroni di casa, con un bel diagonale mancino. Il Pescara di Pillon mantiene il vantaggio fino alla fine, e conquista una vittoria che lo proietta al primo posto in classifica con 15 punti. Secondo stop di fila per il Benevento di Bucchi, che rimane a 10 punti.

(PHOTO CREDITS: gazzetta.it)

Continua la sua corsa il Foggia, che allo “Zaccheria” supera l’Ascoli al termine di una partita emozionante. Gli ospiti passano in vantaggio al 5′ con Brosco, che con un colpo di testa infila Bizzarri. Grande reazione dei pugliesi, che dal 10′ al 14′ ribaltano il risultato: Deli pareggia i conti con un destro dal limite dell’area, Galano insacca a porta vuota la rete del 2-1. Al 29′ i marchigiani ritrovano la via della rete con Ganz, molto bravo a deviare in rete una conclusione di Cavion. Nella seconda frazione di gioco, al 72′, i padroni di casa trovano il gol vittoria con Gerbo, che ribadisce in rete la respinta di Perrucchini sul colpo di testa di Mazzeo. Il Foggia infila così la terza vittoria consecutiva, che consente agli uomini di Grassadonia di salire a 4 punti. L’Ascoli di Vivarini, nonostante una buona prova, rimane a 6 punti. Torna a vincere il Perugia, che al “Curi” supera di misura il Venezia: decisivo il gol al 53′ di Federico Melchiorri, che sfrutta un errore di Andelkovic e con un potente destro dal limite realizza la rete che vale i tre punti. Nel finale, gli ospiti chiudono il match in 10 uomini per l’espulsione per doppia ammonizione rimediata da Andelkovic. Il Perugia di Nesta sale così a 8 punti in classifica. Il Venezia di Vecchi, senza vittorie dalla prima giornata, rimane a 4.

(PHOTO CREDITS: tuttosport.com)

Finisce in parità il match del “Cabassi” tra Carpi e Cosenza: al gol iniziale di Pasciuti, arrivato ad inizio ripresa, risponde Baez, che con un tiro cross sorprende Colombi. Beffa per il Carpi, che aveva assaporato la vittoria: con questo punto, gli uomini di Castori salgono a 5 punti in classifica. Il Cosenza conquista invece il quarto punto del suo campionato. Termina a reti bianche CremoneseSalernitana, con le due squadre che rimangono separate da una lunghezza in classifica: i lombardi allenati da Mandorlini salgono 11 punti, i campani di Colantuono raggiungono quota 10.

Nella giornata di domenica, il Brescia vince in rimonta contro il Padova per 4-1. Al “Rigamonti” sono gli ospiti a passare in vantaggi al 16′ con Cappelletti, che trova la via della rete con una sforbiciata sugli sviluppi di un calcio di punizione. Dopo aver sfiorato il gol con Ndoj, i padroni di casa pareggiano all’ora di gioco con Tremolada, che insacca da pochi metri con il sinistro il gol dell’1-1. Dal 72′ si scatena Alfredo Donnarumma: prima mette a segno la rete del 2-1 con un bel colpo di testa sul cross di Tonali; all’86′ realizza un calcio di rigore conquistato dallo stesso Tonali, e tre minuti dopo cala il tris personale infilando Merelli con il sinistro. Tre punti importanti per il Brescia, che consentono alla squadra di Corini di salire a 10 punti, al nono posto in classifica; brutta sconfitta per il Padova di Bisoli, che rimane a quota 6.

(PHOTO CREDITS: tuttosport.com)

Situazione sempre più critica per il Livorno, che cade in casa contro lo Spezia. Succede tutto nella prima frazione di gioco: all’11′ gli ospiti sono già avanti di due lunghezze, grazie ai gol di Crimi, che con il sinistro supera Mazzoni, e di Okereke, che con un colpo di testa realizza lo 0-2. I toscani rientrano in partita al 19′ con Giannetti, che raccoglie l’assist di Valiani e di testa accorcia le distanze. Passano altri 5 minuti e lo Spezia realizza la terza rete con Bartolomei: veementi proteste dell’allenatore del Livorno Lucarelli, che verrà allontanato, per un possibile fallo su Valiani all’inizio dell’azione che ha dato il via al terzo gol. I padroni di casa provano a rendersi pericolosi, ma la partita non subisce ulteriori scossoni: nel recupero, tra le fila del Livorno, viene espulso Murilo. La squadra di Lucarelli rimane a soli 2 punti in classifica, mentre quella di Marino sale a 12 punti, al quarto posto in classifica. Nel posticipo serale, importantissima vittoria del Palermo, che al “Renzo Barbera” supera per 1-0 il Crotone: decisivo un gol di Nestorovski all’86′. I tre punti permettono alla squadra di Stellone di salire a 11 punti in classifica. Continua il periodo negativo del Crotone di Stroppa, che non vince dalla terza giornata.

(PHOTO CREDITS: calciomercato.com)

Risultati

Hellas Verona – Lecce 0-2 (45′ La Mantia, 68′ Mancosu)

Pescara – Benevento 2-1 (37′ Mancuso, 53′ Machin; 51′ Viola)

Foggia – Ascoli 3-2 (10′ Deli, 14′ Galano, 72′ Gerbo; 5′ Brosco, 29′ Ganz)

Perugia – Venezia 1-0 (53′ Melchiorri)

Carpi – Cosenza 1-1 (47′ Pasciuti; 89′ Baez)

Cremonese – Salernitana 0-0

Brescia – Padova 4-1 (61′ Tremolada, 72′, 86′ rig., 89′ Donnarumma; 16′ Cappelletti) 

Livorno – Spezia 1-3 (19′ Giannetti; 5′ Crimi, 11′ Okereke, 24′ Bartolomei)

Palermo – Crotone 1-0 (86′ Nestorovski)

Riposo: Cittadella

Classifica

1) Pescara 15

2) Hellas Verona 13

3) Lecce 12

4) Spezia 12

5) Palermo 11

6) Cremonese 11

7) Cittadella 10

8) Benevento 10

9) Brescia 10

10) Salernitana 10

11) Perugia 8

12) Crotone 7

13) Ascoli 6

14) Padova 6

15) Carpi 5

16) Venezia 4

17) Foggia 4

18) Cosenza 4

19) Livorno 2

Prossimo turno

Venerdì 19 ottobre, ore 21:00

Spezia – Pescara

Sabato 20 ottobre, ore 15:00

Cittadella – Brescia

Cosenza – Foggia

Ascoli – Carpi

Ore 18:00

Crotone – Padova

Domenica 21 ottobre, ore 15:00

Venezia – Hellas Verona

Salernitana – Perugia

Ore 21:00

Lecce – Palermo

Lunedì 22 ottobre, ore 21:00

Benevento – Livorno

Riposa: Cremonese

Appuntamento a dopo la sosta per le nazionali, con un turno più emozionante che mai!

Paolo Trotta 

Share.

About Author

Lascia un commento