Europa e Champions League, le battute finali

0

Ci siamo, ormai sono arrivate le battute finali delle coppe Europee, le quali fanno sognare tutte le genti del Vecchio Continente e non solo. Europa League e Champions sono alle semifinali. 4 contendenti alla gloria finale per trofeo, solo 2 pass per la finalissima, un solo vincitore. Tanti, troppi numeri, forse, ma si sa, quando si arriva fin qui ci sono pochi calcoli da fare e allora sale l’ansia delle grandi occasioni, ogni errore può essere fatale.

Ma andiamo a scorgere quali sono le 8 pretendenti rimaste per i due firmamenti stellati europei.

CHAMPIONS LEAGUE

REAL MADRID-BAYERN MONACO (2-1)

LIVERPOOL-ROMA (5-2)

Davvero una Champions League fuori da ogni canone quella di quest’anno. La prima coppia, quella tra i blancos e i bavaresi, è forse la più stellare e rotata. Gli uomini di Zidane hanno già imposto la loro superiorità all’Allianz Arena di Monaco battendo i rossoblu per 2 reti a 1. Gara veramente concitata, con i tedeschi che passano prima in vantaggio per poi sopperire nel finale. Ribery e i suoi hanno sprecato molto sotto porta, ma i madrileni hanno dato una grande prova di umiltà sapendo soffrire tutti insieme per poi pungere quando era possibile, dimostrando di sapersi comportare da vera squadra. Abbiamo visto tuttavia che il Real non fa della sua tana una certezza quando presero ben 3 goal dalla Juventus di Allegri ai quarti di finale in un match che fa ancora discutere le compagini bianconere.

La seconda coppia vede fronteggiarsi le due vere outsiders di questa Champions League. Da una parte i reds di un super Salah, che ha stupito tutti eliminando i campioni di Inghilterra del Manchester City contro ogni pronostico iniziale. Dall’altra parte vi è invece l’unica italiana che ancora milita in Europa per quest’anno, ovvero la Roma di Di Francesco. Arrivati fin qui andando contro tutto e tutti e facendo sognare la città eterna con una super ROMAntada ai danni del Barcellona che tutti ricorderanno, i giallorossi si ritrovano su questo palcoscenico così lodevole dopo ben 34 anni. Ad Anfield nella gara di andata, tuttavia, i lupi sono tornati stanchi e sconsolati da una sconfitta per ben 5 reti a 2 condita da una doppietta dell’ex di turno, ovvero proprio Salah. Tornerà il 3-0 all’Olimpico per continuare il sogno il 2 maggio? Il calcio è strano e arrivati a questo punto sognare è lecito, soprattutto considerando che la Roma non ha ancora subito una rete in casa in Champions quest’anno e avendo visto che Di Francesco con i 3-0 ci va d’accordo dopo quello con il Chelsea e con il Barcellona.

EUROPA LEAGUE

ARSENAL-ATLETICO MADRID (1-1)

MARSIGLIA-SALISBURGO (2-0)

Ma lo spettacolo non è riservato solo alla Champions, perché quest’anno possiamo godere di un’Europa League veramente avvincente. Arsenal e Atletico Madrid da una parte, Salisburgo e Marsiglia dall’altra. Le gare di andata si giocano oggi in contemporanea a partire dalle 21:05 di giovedì. La sfida qualitativamente migliore è

riservata, probabilmente, a quella che vede fronteggiarsi gunners e colchoneros. I primi sono veramente affamati di trofei, visto che non ne alzano uno da un bel po’. Vengono da un bel percorso e ce li ricordiamo sulle tv italiane perché prima di eliminare il CSKA hanno buttato fuori il Milan di Gattuso senza troppa fatica. L’Atletico Madrid in Europa sta facendo vedere grandi cose e ancora non gli va giù probabilmente la finale di Champions di qualche anno fa persa contro i cugini del Real. Sarà una sfida da vedere fino all’ultimo, tra due piazze che chiedono un trofeo da tanto tempo. Intanto nella gara di andata si è consumato un 1-1 in Inghilterra, con gli spagnoli in inferiorità numerica per una buona fetta di partita. Inferiorità che non li ha fatti comunque demordere riuscendo così a trovare il pareggio in soli 10 uomini. Da non sottovalutare poi la sfida tra Salisburgo e Marsiglia, che velatamente ha un qualcosa di romano in sé. Tutti i tifosi biancocelesti, della Lazio, infatti, strabuzzano gli occhi quando gli si nomina il Salisburgo, visto che pensano alla loro rimonta clamorosa che ha fatto uscire i capitolini ai quarti. Il Marsiglia ha invece in panchina Garcia, conosciuto dall’altra sponda del Tevere poiché ha allenato la Roma prima di Spalletti. Queste due formazioni sono le due sorprese di questa Europa League e stanno vivendo un sogno. A quale delle due tifoserie verrà interrotto prematuramente questo tripudio onirico? Nel match di andata ha prevalso il Marsiglia per ben 2 reti a 0, ma si sa, il Velodrome è uno stadio tutto meno che facile da espugnare. Tuttavia abbiamo visto di che rimonte è capace il Salisburgo, pertanto la doppia sfida è da considerarsi più che aprta.

 

Share.

About Author

Sono uno studente di Scienze della Comunicazione presso l'ateneo di Roma3. Nato a Roma nel 1996 ho una grande passione per il giornalismo, tanto da volerne fare la mia professione per la vita.

Lascia un commento